Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO AMERICANO: una nuova via di fuga dell'inverno a lungo termine

Il nuovo aggiornamento del modello americano prova a tracciare ancora una linea di tendenza a favore delle dinamiche invernali, un'escamotage che porterebbe con sè un raffreddamento considerevole delle terre scandinave e nord-est russe. Vediamo nel dettaglio.

MeteoLive Zoom - 27 Dicembre 2017, ore 19.00

Teniamo sin da subito a sottolineare come questo redazionale tratti di una previsione deterministica e quindi per sua stessa definizione, una linea di tendenza che a lungo termine presenta scarse probabilità di successo. Qualora un nuovo scenario atmosferico dovesse trovare riscontro anche negli aggiornamenti successivi, la nuova linea di tendenza acquisterebbe naturalmente una maggiore percentuale di successo.

Nei prossimi giorni dovremo quindi fare i conti con quel famigerato rinforzo dei venti occidentali che tenderanno almeno in parte a chiudere nella fascia delle alte latitudini, le masse d'aria fredda appartenenti al Vortice Polare ma è probabile che a livello europeo venga comunque conservata una certa dinamicità.

Lo scenario più probabile resta quello di un lungo "braccio di ferro" tra l'anticiclone ed alcune veloci perturbazioni di derivazione nord-atlantica. 

A confermare la NON LINEARITA' della nostra atmosfera, il determinismo del modello americano complica le cose e propone una accentuazione dei flussi di calore già nella prima decade di gennaio, laddove appare una nuova ripresa dell'attività d'onda in corrispondenza dei due grandi oceani, quello Pacifico e quello Atlantico. 

Ecco quindi farsi strada l'ipotesi di una figura anticiclonica in sede scandinava (domenica 7, lunedì 8) e poi l'ipotesi di una retrogressione d'aria fredda continentale (martedì 9, giovedì 11). Sarebbe una ghiotta occasione per l'inverno di riscattarsi dopo le performaces un po' esigue degli ultimi due anni, ma quante sono le probabilità di successo?

Molto scarse in realtà, al momento lo scenario previsionale più probabile, già opportunamente descritto in questa sede, rimane quello di un dialogo" botta e risposta" tra anticicloni e depressioni, in un contesto di correnti mediamente occidentali e pertanto senza grossi scossoni sotto un punto di vista puramente termico. Come sempre, occhio però ai colpi di scena. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.02: A1 Roma-Napoli

coda incidente

Code per 1 km causa incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A16 Napoli-Canosa (Km. 752,9)..…

h 18.02: S03 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (diramazione per Pisa)

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Svincolo Cascina (Km. 63) in uscita in direzione da Pis..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum