Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Anticiclone sulla Scandinavia: garanzia di tempo PERTURBATO sul Mediterraneo

Nell'ultima parte di settembre, un vistoso anticiclone potrebbe consolidarsi sulla Penisola Scandinava, ecco le possibili conseguenze sul Mediterraneo. L'epilogo finale di un film già visto, potrebbe addirittura portare ad un tipo di circolazione completamente diversa da quella originaria. Vediamo nel dettaglio.

MeteoLive Zoom - 18 Settembre 2017, ore 16.45

Nel passato sono state numerose le situazioni atmosferiche caratterizzate dal distacco di una "bolla" d'aria calda che dall'oceano Atlantico andava poi a migrare sulla Penisola Scandinava, dando luogo ad una figura anticiclonica "autonoma" di alta pressione. Questa situazione sull'Europa non ha mai esiti di tipo positivo, soprattutto i settori centrali e meridionali del nostro continente, tendono ad essere interessati da circolazioni di bassa pressione trasportate da flussi di correnti provenienti da est. Tende quindi ad innescarsi quello che in meteorologia viene definito come un movimento antizonale, cioè lo scivolamento di masse d'aria fresche lungo il fianco orientale e meridionale dell'anticiclone scandinavo.

In queste situazioni, la presenza di una bolla d'aria molto calda isolata a latitudini anomale sull'Europa settentrionale, determina in loco valori termici assai elevati, con scarti superiori alle medie che possono sfiorare o addirittura raggiungere la soglia dei +10°C

Nella fascia delle medie latitudini d'Europa si verificano anomalie di segno opposto, con scarti termici che possono risultare inferiori alle medie stagionali, associate ad eventi di maltempo. La configurazione sinottica che vi stiamo descrivendo non è frequente da osservare e si manifesta con una maggiore incidenza durante la stagione invernale sebbene in questi ultimi anni la sua frequenza stia crescendo anche durante l'autunno, probabilmente dovuta ad un eccesso di calore a livello tropicale. 

Il dilagare delle correnti fresche orientali sin verso l'ovest Europa, potrebbe recidere l'alimentazione subtropicale del nostro anticiclone. A quel punto le correnti instabili oceaniche potrebbero approfittare della situazione, avendo libero accesso all'Europa occidentale (Francia, Iberia) avviando per fine mese un nuovo episodio di tempo PERTURBATO, questa volta con target le regioni centrali e soprattutto settentrionali. L'ipotesi che vi abbiamo appena descritto, viene contemplata da alcune delle previsioni deterministiche a lungo termine del modello americano.

La distanza temporale è impervia, i punti interrogativi ancora molti, ma dopo i flussi orientali, una conclusione dell'intero ciclo instabile sotto lo sferzare dello Scirocco non è affatto un'ipotesi campata in aria. 

Tenetevi aggiornati su METEOLIVE.IT
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.52: A1 Milano-Bologna

rallentamento

Traffico rallentato causa fumo nel tratto compreso tra Casalpusterlengo (Km. 37,9) e Piacenza Nord..…

h 15.51: A16 Napoli-Canosa

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Lacedonia (Km. 111) e Candela (Km. 127,9) in entrambe le direzion..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum