Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

VALANGHE: attenzione anche alle vie di comunicazione esposte!

Un fine-settimana alle prese con le valanghe sulle Alpi. Raccomandiamo a tutti la massima prudenza.

Meteo-montagna - 8 Marzo 2001, ore 11.50

Situazione generale Dopo il transito della perturbazione attualmente sulle Alpi, l'innevamento sarà aumentato considerevolmente al di sopra dei 1500 m. Sono infatti attesi entro venerdì a mezzogiorno accumuli di 25-30 cm di neve fresca sui 2000 m, specie sulle Prealpi Orobie, Alpi Pennine e Retiche. Le temperature diminuiranno di qualche grado fino a domattina, in seguito al passaggio della parte fredda del sistema. Il limite delle nevicate si situerà tra gli 800 m delle valli più interne e strette e i 1300 m delle vallate più aperte. Al di sotto le precipitazioni saranno piovose. Sabato e domenica il cielo sarà parzialmente nuvoloso ma non si verificheranno ulteriori precipitazioni. Il sole potrà essere presente per diverse ore della giornata. La temperatura risulterà piuttosto mite. A 2000 m in giornata venerdì a meridione delle Alpi la temperatura sarà di -3°C, in rialzo fino a +3°C entro la giornata di sabato, in calo sui +2°C per domenica. Il vento sarà debole da W. Evoluzione a lungo termine Lunedì nuovo peggioramento con neve inizialmente sui 1400 m in rapido calo a 700 m nella giornata di martedì, specie sulle Alpi centro-occidentali. Più freddo e attenuazione del rischio di valanghe di neve bagnata. Previsione del pericolo di valanghe per il fine settimana sulle Alpi Grado di pericolo marcato (3)tendente a forte (4) I punti pericolosi per valanghe di lastroni asciutti si trovano sui pendii carichi di neve soffiata esposti da Ovest a Nord fino a Sud Est al di sopra dei 2400 m circa. Occorre prestare particolare attenzione ed evitare i nuovi accumuli di neve soffiata nelle conche e nei canaloni. Il pericolo di valanghe di neve bagnata si attenuerà soltanto lentamente venerdì e riprenderà ad aumentare nuovamente dal pomeriggio di sabto al di sotto dei 2300 m circa. Queste valanghe possono staccarsi spontaneamente in qualsiasi momento e minacciare le vie di comunicazione esposte. Si consiglia di non uscire dalle piste battute e di rispettare i cartelli di strada chiusa per valanghe senza cercare di curiosare oltre per il solo gusto di mettersi nei pasticci. Il tempo per il week-end sarà comnuque favorevole alle attività sciistiche. Appennini: i venti caldi hanno considerevolmente ridotto il manto nevoso. In molti casi la fusione è stata superiore al 70% della neve presente ad altitudini di 1500 m. In ogni caso l'innevamento si presenta ancora buono a Campo Imperatore, Terminillo, Abetone e Cimone. Leggere nevicate sopra i 1600 m sono attese fino a venerdì mattina lungo l'Appennino settentrionale. Sabato e domenica il tempo risulterà abbastanza soleggiato e mite. Nella giornata di sabato però qualche rovescio nevoso potrebbe interessare la cima dell'Etna. Possibile distacco si valanghe di neve fradicia sul gruppo del Gran Sasso,

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum