Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MONTAGNA: il bollettino del week-end

Sulle Alpi la domenica sarà sicuramente più favorevole rispetto al sabato, ma nasconderà comunque delle insidie. Situazione inversa invece in Appennino, con il solo settore meridionale che verrà a trovarsi in un contesto tuttosommato favorevole per l’intero fine settimana. Ma attenzione al vento forte!

Meteo-montagna - 16 Gennaio 2004, ore 12.14

IL TEMPO DI SABATO ALPI OCCIDENTALI. Tempo incerto sulla Valle d’Aosta e sull’Alta Val di Susa, dove ad un cielo molto nuvoloso si potranno associare precipitazioni sparse, più probabili e maggiormente insistenti su Valdigne. Accumuli importanti sui versanti esposti a NW. Limite delle nevicate variabile tra i 1200 metri delle Alpi Cozie ed i 1000 della Valle d’Aosta. Altrove cielo irregolarmente nuvoloso ma generalmente asciutto. Ampie schiarite nelle valli del Cuneese e del Torinese. Temperatura in lieve aumento su Alpi Marittime e Cozie. Venti forti occidentali, in graduale attenuazione nel corso della giornata, con raffiche in quota ed effetto foehn nelle vallate (più sensibile nelle valli del Torinese e nella Valle Centrale della Valle d’Aosta). Pericolo valanghe: marcato su Alpi Marittime e Cozie, forte su Graie. ALPI CENTRALI. Nuvolosità irregolare, con addensamenti più compatti al mattino, quando non si escludono locali brevi precipitazioni, nevose al di sopra dei 1000 metri. Al pomeriggio, prevalenza di schiarite e tempo asciutto. Temperatura in lieve diminuzione. Venti occidentali, moderati nella prima parte della giornata, quindi in graduale attenuazione. Pericolo valanghe: marcato. ALPI ORIENTALI e DOLOMITI. Su Alpi Carliniche e Giulie tempo incerto, con precipitazioni moderate, nevose oltre i 1000 metri. Fenomeni più intensi su Prealpi Giulie. Altrove: al mattino molto nuvoloso o coperto con possibili brevi precipitazioni, al pomeriggio tempo asciutto e schiarite. Temperatura stazionaria. Venti deboli di direzione variabile. Pericolo valanghe: moderato su Prealpi Venete e Trentine e su Dolomiti, marcato altrove. APPENNINO SETTENTRIONALE. Tempo incerto con addensamenti frequenti e precipitazioni più probabili sui versanti occidentali. Le precipitazioni, nevose al di sopra dei 1300 metri, risulteranno intense su Alpi Apuane e Appennino Lucchese. Più al riparo i versanti emiliani. Miglioramento a partire dal tardo pomeriggio. Temperature stazionarie. Venti forti, a tratti molto forti, sui versanti esposti a WSW e sulle zone aperte; più al riparo le valli emiliane e romagnole, dove i venti risulteranno deboli. APPENNINO CENTRALE. Addensamenti lungo tutto il versante tirrenico, con precipitazioni più probabili e più intense sul settore antiappenninico toscano e laziale; neve al di sopra dei 1500 metri. Nettamente al riparo il versante adriatico, dove comunque il cielo si presenterà per lunghi tratti nuvoloso. Temperatura stazionaria sui versanti occidentali, in rialzo su quelli orientali. Venti forti di libeccio, molto forti a raffiche sui versanti occidentali dei Monti Sibillini e dell’Appennino Abruzzese; moderati, di caduta, sul settore adriatico. Pericolo valanghe: moderato. APPENNINO MERIDIONALE. Cielo irregolarmente nuvoloso ma asciutto al mattino, con addensamenti megli organizzati al pomeriggio, e con precipitazioni deboli, più probabili nella seconda parte della giornata, ad iniziare dall’Appennino Campano, e in estensione in serata all’Appennino Lucano, Calabro e Siculo. Neve mediamente oltre i 1700 metri. Più al riparo Sannio e Sub-Appennino Dauno. Temperatura stazionaria. Venti moderati sud-occidentali, con locali rinforzi su Matese, Cilento e Pollino. SARDEGNA. Nuvoosità irregolare e bassa probabilità di fenomeni, limitati a qualche isolato piovasco. Temperatura stazionaria. Venti moderati occidentali, con rinforzi su Gallura e Gennargentu. IL TEMPO DI DOMENICA ALPI. Su tutto il settore alpino tempo in miglioramento per l’insorgenza di forti correnti settentrionali, responsabili anche di un netto calo delle temperature. Tempo conseguentemente variabile al mattino, a tratti instabile, con addensamenti sparsi e bassa probabilità di fenomeni, questi ultimi limitati ai versanti esposti a N, al settore alpino orientale e al versante piemontese delle Alpi Marittime, dove i fiocchi guadagneranno quote prossime alla pianura. Al pomeriggio definitivo rasserenamento con le ultime incertezze su Alto Adige e Friuli, ma in un contesto di tempo comunque asciutto. Temperatura in diminuzione di circa 5-6°C. Venti da moderati a forti settentrionali, con raffiche sui crinali di confine e foehn nelle valli. Pericolo valanghe: forte su Valle d’Aosta, marcato altrove. APPENNINO SETTENTRIONALE. Tempo perturbato, con cielo coperto e precipitazioni moderate ma piuttosto insistenti, con quota neve oscillante intorno agli 800 metri sul versante toscano e ai 400 metri altrove. Miglioramento solo dalla serata a partire dall’Appennino Ligure. Temperatura in calo. Venti: forti da NE sul versante romagnolo, moderati settentrionali sul resto del settore, in ulteriore rinforzo. APPENNINO CENTRALE. Su tutto il versante tirrenico tempo perturbato con precipitazioni che potranno risultare intense ed abbondanti sull’Antiappennino Laziale. Più al riparo l’Appennino Abruzese, dove il cielo si presenterà comunque molto nuvoloso. Altrove tempo comunque compromesso. Nel corso della giornata la quota-neve scenderà dai 1500 metri del primo mattino sino a raggiungere gli 800 metri in serata, in virtù di un rapido calo delle temperature. Venti da moderati a forti a circolazione ciclonica; colpi di vento nelle zone maggiormente esposte. APPENNINO MERIDIONALE. Al mattino annuvolamenti alternati ad ampi sprazzi di sole, in un contesto di tempo spiccatamente variabile ma asciutto. Nel corso della giornata peggioramento a partire dai settori occidentali, con le prime precipitazioni (moderate) a caratterizzare il tempo dell’Appennino Campano, Calabro e Siculo. Peggioramento nel corso della notte su lunedi ed estensione delle piogge al resto del settore. Non sono da escludersi fenomeni temporaleschi sui versanti tirrenici dell’Appennino Calabro. Temperature in temporaneo aumento. Venti ovunque meridionali, da moderati a forti, con raffiche in quota. SARDEGNA. Tempo compromesso al mattino, con cielo coperto e precipitazioni possibili ovunque. Graduale miglioramento nel corso del pomeriggio, con schiarite sul settore orientale, ma con precipitazioni sempre possibili sui versanti esposti (NW). Temperatura in repentino calo, anche per effetto dell’insorgenza dei forti venti maestrale nella seconda parte della giornata.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum