Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il Bollettino della Montagna per il week-end

Ecco la situazione prevista per Alpi, Appennini e Monti delle Isole. Sarà il vento il protagonista assoluto, con temperature in discesa ovunque.

Meteo-montagna - 23 Settembre 2004, ore 11.51

ALPI SABATO L'azione della corrente settentrionale -già iniziata nella giornata precedente- determinerà anzitto un netto e repentino abbassamento delle temperature, già a partire dalle primissime ore del mattino. Il calo termico sarà unito ad un rinforzo del vento che, soffiando da NW, spazzerà i crinali e i versanti esposti con raffiche localmente forti. Corpi nuvolosi residui provenienti da nord finiranno per addossarsi sulla linea spartiacque, determinando fenomeni anche abbondanti sui versanti esteri delle Alpi, marginali invece su quelli padani. Addirittura, sulle Alpi Occidentali (versante italiano) è previsto tempo stabile e soleggiato con temperature in lieve aumento, per via dei venti di caduta che spazzeranno le vallate interne di Piemonte e Valle d'Aosta. Altrove, il tempo si manterrà variabile nel complesso, con schiarite anche su Alpi Liguri, Prealpi e sui versanti più meridionali delle Alpi, e con addensamenti viceversa più compatti procedendo verso nord, fino ad arrivare all'instabilità già descritta in prossimità della linea spartiacque. La quota neve, in progressivo abbassamento, andrà stabilizzandosi mediamente intorno ai 1600-1700 metri, anche se -come già detto- per il versante italiano delle Alpi si tratterà di episodi marginali, di breve durata, e limitati alla linea spartiacque (testata delle valli più settentrionali, valichi di confine, crinali). Viceversa, sui versanti esteri delle Alpi (Svizzera e Austria), le nevicate potranno dar luogo ad accumuli di 15-20 cm ed oltre a 1800 metri. DOMENICA Il progressivo esaurimento della corrente settentrionale determinerà un indebolimento dei venti ed una lieve ripresa delle temperature nei valori diurni. Gli addensamenti nuvolosi tenderanno a dissiparsi e i fenomeni sulla linea spartiacque -sempre più occasionali col passare delle ore- si esauriranno già nell'arco della mattinata. Qualche disturbo potrà arrivare da nord-est sulle Alpi Orientali nel corso del pomeriggio, ma si tratterà di poca cosa. Per il resto tempo soleggiato o al più parzialmente nuvoloso. Tempo dunque nel complesso buono. APPENNINO SABATO Sul SETTORE SETTENTRIONALE, fenomeni in via di esaurimento già nel corso della notte; a seguire giornata soleggiata, fresca e ventilata, per venti moderati nord-occidentali. Sul SETTORE CENTRALE mattinata caratterizzata da tempo moderatamente perturbato ovunque, con fenomeni diffusi anche se di debole o moderata intensità e venti forti di matrice settentrionale. Col passare delle ore attenuazione della ventilazione e cessazione dei fenomeni sui versanti occidentali e sull'intero apparato preappenninico tirrenico, dove nel pomeriggio prevarranno le schiarite; sul settore orientale condizioni di instabilità, con rovesci e temporali più probabili su Sibillini, Laga, Gran Sasso e Maiella (nevosi sulle cime più alte), e più intensi procedendo da nord verso sud. Temperature ovunque in discesa. Sul SETTORE MERIDIONALE locali condizioni di instabilità perturbata, con rovesci e temporali diffusi, anche se non mancheranno pause asciutte e brevi momenti di sole. I fenomeni potranno risultare localmente abbondanti sui settori campano e calabro. Ventilazione irregolare, con momenti di pausa seguiti da raffiche anche forti. Temperature in diminuzione. DOMENICA Sul SETTORE SETTENTRIONALE mattinata soleggiata, seguita da annuvolamenti stratiformi nel corso del pomeriggio, ma senza fenomeni. Uniche incertezze sui versanti romagnoli del settore emiliano, dove al mattino sarà possibile qualche isolato rovescio seguito ad addensamenti nuvolosi. Sul SETTORE CENTRALE tempo dai due volti, con ampi spazi di cielo soleggiato sui versanti tirrenici, ed instabilità latente su quelli adriatici, dove le condizioni atmosferiche tenderanno comunque a migliorare a partire dal pomeriggio. Schiarite in serata. Freddo al mattino nelle conche interne. Vento in attenuazione. Sul SETTORE MERIDIONALE instabilità a amcchia di leopardo, con alternanza di schiarite e di addensamenti nuvolosi associati a rovesci e temporali, questi ultimi più probabili sul settore campano e sui versanti adriatici. Venti in attenuazione. ISOLE SABATO Sui Monti della SICILIA tempo nel complesso variabile, con ampi momenti soleggiati e qualche addensamento che localmente potrebbe dar luogo a brevi acquazzoni; unica eccezione una linea d'instabilità che nelle prime ore del pomeriggio potrebbe dar luogo a rovesci o temporali di breve durata sul settore appenninico (Peloritani, Nebrodi, Madonìe). Venti da forti a molto forti occidentali. Temperature in diminuzione. Sui Monti della SARDEGNA tempo stabile e soleggiato, fresco e ventilato per l'intero arco della giornata. Unica eccezione blandi annuvolamenti mattutini a sud del Gennargentu. Venti moderati nell'entroterra. Temperatura in netta diminuzione. DOMENICA Sui Monti della SICILIA mattinata ovunque incerta, con maggior rischio di precipitazioni sulla dorsale appenninica. Nel corso della giornata tempo in progressivo miglioramento. Venti in rapida attenuazione. Sui Monti della SARDEGNA mattinata soleggiata, con tempo poi in peggioramento per l'approssimarsi di un corpo nuvoloso proveniente da ovest; tempo dunque incerto nelle ore pomeridiane con cieli molto nuvolosi e rovesci sparsi.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum