Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

BOLLETTINO DELLA MONTAGNA

Sull'Appennino la stagione dello sci sembra per ora terminata. L'ulteriore aumento della temperatura nel fine-settimana fonderà anche le ultime riserve nevose. Sulle Alpi rialzo dello zero termico fino a 3000 m nella giornata di sabato.

Meteo-montagna - 22 Marzo 2001, ore 11.26

Sugli Appennini le alte temperature hanno quasi completamente fuso il manto nevoso. Lungo tutta la regione al di sotto dei 2200 m circa il manto nevoso è bagnato e privo di coesione. Negli ultimi giorni si sono staccate numerose valanghe spontanee di dimensioni comunque non rilevanti se si eccettua l'episodio di Pila. Il tempo mite perdurerà. I venti ruoteranno da nord-ovest fino a sabato mattina e saranno moderati o forti, tempestosi sul versante nord-alpino. Tempo caldo con isoterma di zero gradi sui 3100 m. Previsione del pericolo di valanghe: grado marcato Si teme il distacco di neve bagnata o addirittura FRADICIA. Tali valanghe possono staccarsi dai pendii esposti in tutte le direzioni al di sotto dei 2400 m circa. I punti che risultano pericolosi per valanghe di lastroni ASCIUTTI si trovano principalmente sui pendii ripidi esposti da Nord Ovest a Nord fino a Sud al di sopra dei 2500 m circa. In queste zone dai bacini di alimentazione ripidi possono avanzare fino a bassa quota isolate valanghe spontanee. Soprattutto nelle regioni interessate da abbondante innevamento, le valanghe di neve bagnata più grosse potranno minacciare le vie di comunicazione esposte. Nella notte fra giovedì e venerdì il pericolo di valanghe potrà temporaneamente salire al grado "forte" sul versante nordalpino Sabato il tempo sarà in parte soleggiato. Le temperature rimarranno molto miti. Con l'irradiazione solare e le alte temperature sabato il pericolo di valanghe sarà soggetto ad oscillazioni nel corso della giornata. Domenica il vento dovrebbe ruotare al settore sud-ovest determinando un primo calo della temperatura che sarà più sensibile nella notte su lunedì: potranno verificarsi locali rovesci, localmente temporaleschi sulle Prealpi, laddove il manto nevoso è meno importante e vi è uno sviluppo più marcato di cumuli. La prossima settimana riproporrà condizioni quasi invernali su tutto l'arco alpino, soprattutto tra mercoledì e giovedì. Anche sugli Appennini si attende un calo termico. Se si vuole andare a sciare nel week-end prestare attenzione a non uscire dalle piste battute. Le principali località sciistiche sopra i 1500 m sono ancora ben innevate. Nel pomeriggio di sabato però si consiglia di togliersi gli sci e di fare una bella passeggiata: la neve sarà infatti in pessime condizioni; sembrerà insomma di sciare sull'acqua!

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum