Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Stupidario meteorologico televisivo

I lettori seguitano a scriverci stizziti...

Le vostre lettere - 20 Marzo 2003, ore 13.06

Mi chiedo da sempre quale sia il motivo per cui il clima e le previsioni meteo vengano sempre trattate, anche da autorevoli telegiornali, come un argomento di costume, quasi fosse una "striscia" di relax quotidiano affidata di volta in volta al simpatico Colonnello o alla disinteressata giornalista. Il tutto condensato a simboletti da asilo nido che mostrano sole o nuvolette e che da sole coprono porzioni di territorio nazionale grandi come tutta la Lombardia. Tutto questo, quando va bene, anticipato da una breve illustrazione delle condizioni di pressione presenti, la maggior parte delle volte accompagnato da un brevissimo e superficiale commento più attento a rendere comprensibile lo sponsor della realizzazione grafica che a dare notizie effettivamente utili. Mi chiedo come sia possibile che nel commentare il tempo, giornalisti preparati e sensibili ai problemi dell'attualità, siano così grossolani da definire il tempo soleggiato "bello ed auspicabile" a prescindere dalla situazione contestuale climatica. I commenti che ho sentito in tutti i vari tg nazionali, sia pubblici sia privati, relativi a qualche settimana fa sono stati tutti dello stesso tenore, frasi del tipo: "purtroppo i meteorologi confermano pioggia per tutto il weekend". "Si spera in qualche schiarita nella giornata di sabato". Come si può essere così superficiali? Come si può ignorare i problemi di siccità ormai evidenti a chiunque si affacci su un corso d'acqua del nord? Come si può trattare il clima alla stregua del gossip? Questo è il motivo per cui, da quando l'ho scoperto, mi affido solo a Meteolive.it. Il modo originale di affrontare le problematiche del clima, la sicurezza di non imbattersi in banalità e ovvietà, di non dover sopportare annunci di "alluvioni" quando cade un po' di pioggia e un tombino è otturato o "freddo polare" quando ad Aosta a gennaio la temperatura va sotto zero, di non dover assistere alle scene di bagnanti sulla costa siciliana ogni volta che il termometro supera i 25 gradi, o (come di recente illustrato da Striscia la Notizia) di giornalisti che, dimenticando di essere ripresi da una telecamera, asseriscono di trovarsi in una nebbia da "visibilità zero". Mi fa piacere che in un mondo destinato a caldo e siccità vi sia ancora qualcuno contento di freddo e neve, qualcuno che scruti il cielo non solo per abbronzarsi, qualcuno che non pensi solo a quanto la pioggia rovini i capelli e bagni le scarpe, qualcuno che veda poco più in la del proprio delicato nasino e che un giorno (come già accade in molti paesi nel mondo ma anche in italia) aprendo il rubinetto per fare una doccia dopo una "meravigliosa" ed "agognata" giornata di sole abbia la sorpresa di non vedere uscire niente. Meditate, cari giornalisti.! Meditate.

Autore : Marco Pavesi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.25: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Capodimonte (Km. 16,1) e Secondi..…

h 19.22: A14 Pescara-Bari

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Vasto Sud (Km. 454,6) e Vasto Nord-Casalbordino (Km. 437,3)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum