Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'angolo della posta: voi chiedete, noi rispondiamo

Giungono sempre più numerose le mails rivolte alla direzione e al nostro Caporedattore. Ringraziamo anche coloro a cui non riusciamo a rispondere.

Le vostre lettere - 18 Giugno 2007, ore 10.41

Caro Dr Grosso Le voglio fare veramente i miei piu e sinceri complimenti per il suo sito, e aggrappandomi a quello che diceva il lettore Diego, credo che in tutto il web non esista un sito come il vostro. Io sono un ragazzo di 19 anni, perciò non ho assistito come dicono alcuni al famoso cambiamento del clima, però io non sono un catrastrofista; a sentire gli altri sembra che tra qualche anno arrivera l'apocalisse, ma io non sono di questo avviso. Sono sempre stati lanciati anche negli anni precedenti allarmi, dicevano che nel 2000 non ci sarebbe piu stata acqua potabile e invece siamo nel 2007, e tutti insieme beviamo ancora acqua. Io non sopporto tutto questo pessimismo, dicono: "mai come adesso"...ma cosa? "Mai le temperature cosi alte". "Un caldo anomalo non si era mai visto da 200 anni a questa parte". E allora questo vuol dire che 200 anni fa avevano lo stesso problema, o no? Se sto dicendo fesserie, me lo dica tranquillamente. Che sia chiaro, non sto dicendo che va tutto bene, anzi. Io studio scienze e dico a tutti di non farsi prendere dalla psicosi. Un saluto a tutti. Valerio RISPONDE ALESSIO GROSSO, Caporedattore e previsore responsabile Gent.mo Valerio, le sue considerazioni nella loro semplicità sono validissime. Nessuno sta negando che il clima sia cambiato e penso che tutti abbiano ormai compreso che anche nel passato la Terra ha vissuto periodi anche più caldi di questi. Il tutto rientrava in un ciclo naturale. Ora ci si chiede: visto che il riscaldamento di questo periodo ha comunque una radice naturale, è possibile che le attività dell'uomo facendo aumentare la concentrazione di anidride e di altri gas nell'aria possano esaltare questo trend di riscaldamento? Questo è il punto fondamentale sul quale la comunità scientifica è divisa perchè si ritiene che vi siano ben altre cause che influiscono sull'aumento delle temperature: eventi naturali come le eruzioni vulcaniche, l'energia solare, il vapore acqueo. Addirittura alcuni ipotizzano che l'anidride e gli altri gas stiano aumentando proprio in funzione del riscaldamento che sta subendo il pianeta e che prima o poi il sistema reagirà riportando la situazione in equilibrio; in questo modo anche la crescita della concentrazione di CO2 tenderà a contrarsi. Egregio Dott. Grosso, innanzitutto faccio i miei complimenti a lei e a tutta la sua redazione per il modo in cui trattate un argomento, come le previsioni meteorologiche, in maniera attenta ed oculata. Vorrei rispondere alle lettere che vi sono arrivate in redazione e che avete pubblicato sul sito a proposito delle "previsioni del brutto tempo". Forse perchè io non sopporto il caldo e faccio parte di quella categoria di persone pro-maltempo, forse perchè vivo in Sicilia (Prov. di Trapani) e quindi diciamo che il freddo in questa zona d'Italia si vede con il binocolo. Ma non sono assolutamente d'accordo sul fatto che quando si prevede maltempo voi siete contenti di dare questa notizia come se godeste, perchè proprio come dice lei, caro Dott. Grosso anche il maltempo deve considerarsi benefico, soprattutto per le piogge. Comunque adesso concludo con alcune domande a cui spero possa rispondermi: 1) Lei è d'accordo con le previsioni stagionali per questa estate? E se sono confermate anche la Sicilia godrà della frescura tanto declamata del mese di Agosto? 2) Anche se troppo lontano per prevederlo il prossimo autunno-inverno rischia di essere una fotocopia di quello appena passato? 3) L'anomalia barica che stiamo vivendo avrà termine? e in che spazio temporale? La ringrazio per la sua attenzione e le porgo distinti saluti. Ignazio RISPONDE ALESSIO GROSSO: Caro Ignazio, si ricorderà alla scuola elementare quando la maestra ci insegnava gli insiemi; è da lì che abbiamo imparato a classificare le cose come buone e cattive; purtroppo nell'immaginario collettivo la pioggia è vista come un elemento negativo; negli ultimi anni però siamo riusciti a fare un po' di controinformazione e per fortuna le cose stanno cambiando ma guai a toccare il week-end degli italiani. Sono le anomalie oceaniche (Atlantico più fresco del normale e in parte anche Mediterraneo) a far pensare che i mesi di luglio e agosto possano trascorrere più freschi del normale su molte zone dell'Europa centrale e forse anche sull'Italia. Difficile però dire se anche la Sicilia possa essere interessata da questa frescura perchè solitamente la regione beneficia del fresco soprattutto quando si trova ai margini di grosse figure anticicloniche sull'Europa centrale, figure che al momento non si ipotizzano. Per voi un richiamo di correnti meridionali è sempre sinonimo di caldo mentre per altre regioni italiane questo spesso si traduce in un aumento del rischio di piogge. L'anomalia barica che vede le saccature puntare sempre troppo ad ovest del Continente dovrebbe concludersi entro la fine del mese con la rimonta in Atlantico dell'anticiclone delle Azzorre. Per l'autunno invece direi che è veramente troppo presto per fare qualunque considerazione. (ma anche per luglio ed agosto non si fidi troppo). Cari saluti

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum