Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Benzina "verde" cancerogena: ha ragione Binaghi!

La lettera di una lettrice scatena nuovamente la polemica sulla benzina verde e sulla sua pericolosità per la nostra salute.

Le vostre lettere - 13 Aprile 2004, ore 15.37

Spettabile Redazione, Scrivo in riferimento alla vostra intevista con Piernando Binaghi. Finalmente sento dire pubblicamente la verità sulla benzina verde. Vorrei portare una testimonianza personale, tratta dall'esperienza di mio padre, a proposito della nocività del benzene. Mio padre, ingegnere chimico, all'inizio degli anni '30 cominciava, all'estero, la sua carriera di dirigente in una importante società chimica europea, già allora internazionale. Quando un suo operaio si ammalò di leucemia si insospettì, perchè era il sostituto di un altro operaio deceduto un paio di anni prima, proprio di leucemia. Inizialmente non capiva quale nesso potesse esserci fra questa malattia e il lavoro svolto perchè la loro mansione era all'esterno, quindi all'aria libera: dovevano trasportare con un carrello delle sostanze ben confezionate e per niente nocive con le quali comunque non avevano nessun contatto e questo percorso era compiuto da un'unica persona; fece delle ricerche e scoprì che anche un terzo predecessore, in questa stessa mansione, era morto proprio di leucemia. A quell'epoca, in Europa, non esistevano casistiche di malattie professionali, nè precauzioni e ancor meno leggi che regolamentassero la sicurezza. Mio padre, non soddisfatto dell'idea che potesse essere un fatto casuale, fece personalmente un sopralluogo ripercorrendo il breve itinerario che questa persona svolgeva più volte al giorno e scoprì che passava davanti a uno sfiatatoio di esalazioni di benzene, posto proprio a livello "altezza d'uomo". Iniziò delle ricerche scrivendo anche a società concorrenti americane per sapere se anche altri avessero riscontrato una correlazione fra esalazioni di benzene e leucemia. Ebbe una risposta affermativa e la notizia che dei ricercatori erano andati più a fondo sugli effetti altamente nocivi del benzene: il benzene che viene assimilato sia per vie aeree che per contatto, si accumula nel sangue e non viene mai smaltito, già allora avevano scoperto un preciso rapporto fra quantità accumulata e tempo; cioè se, come nel caso degli operai in questione, viene assimilata una grande quantità di benzene, la malattia del sangue si scatena dopo pochi mesi (in quel caso era impressionante come per tre volte c'era stata una cadenza di un paio di anni ed è inutile dire che furono subito presi dei provvedimenti a tutela dei lavoratori, riguardo a questo problema), invece nel caso di un'assimilazione più scarsa di benzene, si accumula più gradualmente e la leucemia si manifesta dopo diversi anni. Questo è quanto si sapeva già negli anni '30. Per tornare all'attualità, quando è stata imposta la benzina verde, mi sono chiesta come fosse possibile che questo tipo di decisioni politiche non fossero state prima sottoposte a degli scienziati competenti; non posso credere che nessun politico, al giorno d'oggi, fosse informato di questa terribile insidia, ben peggiore del piombo. Capisco che esistano complicati interessi economici, ma qui si sta giocando sulla pelle di tutta una popolazione e non credo di esagerare dicendo che la benzina verde è una bomba a orologeria, a lento rilascio. La leucemia nei bambini (proprio i più esposti e vulnerabili) sta aumentando a livello esponenziale, e sono aumentati anche i casi di adulti, cosa accadrà nei prossimi anni? Perchè la ricerca sulla leucemia non studia, oltre che i rimedi, anche le cause, cercando correlazioni con l'esposizione alle esalazioni dei tubi di scappamento? È possibile che la ricerca sia diventata talmente a "compartimenti stagni" che si sia persa la visione d'insieme e la coscienza che esistono infinite correlazioni anche con l'ambiente che ci circonda, che interagiscono fra loro? Probabilmente molti scienziati si sono persi nei meandri delle specializzazioni e non sono più in grado di mettere insieme due dati, ognuno dei quali facenti parte di due diverse discipline: da qualche parte esiste una ricerca chimica sugli effetti del benzene che provoca la leucemia e da un'altra parte esiste una ricerca medica sulla leucemia che non prende in considerazione le ricerche chimiche? Voglio sperare che qualcuno, di competente, stia già lavorando in questo senso. Complimenti per il vostro bel sito e per il lavoro che svolgete con serietà, passione e tanta simpatia. Cordiali saluti, Nadia Bondanini

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum