Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end di attesa, in seguito probabile arrivo di una intensa depressione da lunedì 26

Dopo un fine settimana piuttosto tranquillo ci attendiamo il passaggio di un intenso fronte perturbato tra lunedì 26 e martedì 27. Successivamente ancora tempo instabile sulla penisola con quota neve in graduale abbassamento con un certo calo della temperatura soprattutto al centro ed al nord. Vediamo nel dettaglio.

La sfera di cristallo - 22 Novembre 2012, ore 16.00

Perde il pelo ma non il vizio. Così potrebbe essere riassunta la tendenza manifestata quest'oggi dai principali modelli di previsione. Per qualche momento stavamo quasi per crederci anche noi, tuttavia la natura perpetua nel seguire percorsi già abbondantemente collaudati nel recente passato.

Tendono così a sbiadire le previsioni di premature incursioni fredde sul Mediterraneo entro la fine di novembre. Un calo della temperatura avverrà sicuramente, ma si tratterà probabilmente di aria fredda nord-atlantica, con effetti poco vistosi al livello del suolo.

Dopo una fase di calma che ci accompagnerà da domani venerdì 23 sino a domenica 25, una nuova importante figura di bassa pressione prenderà forma dall'Europa occidentale. Questa depressione prometterà molta pioggia su diverse zone d'Italia, neve sulle Alpi sino a quote medie e qualche giorno di tempo scuro ed imbronciato.

Causa di tutto questo una forte azione di disturbo nei confronti del Vortice Polare con una pesante anomalia oceanica la quale ha il merito / demerito di attirare gli anticicloni sulla porzione di oceano Atlantico di fronte le coste canadesi. Imponenti discese di aria fredda prendono così possesso dell'oceano Atlantico di fronte le coste europee nonchè l'Europa occidentale.

Sul nord-ovest europeo domina così un tipo di tempo frequentemente instabile e ventoso con continui rovesci di pioggia in marcia da nord a sud associati a freddo umido. Sull'Italia di riflesso un tipo di tempo frequentemente dominato da tiepide correnti di Scirocco in un contesto piovoso e poco freddo.

La depressione prevista la prossima settimana avrà tuttavia un'origine diversa rispetto a quelle dei precedenti episodi perturbati. Essa sarà il risultato di una imponente iniezione di aria gelida che dalle estreme latitudini settentrionali scandinave si getterà come un fiume in piena sul nord-ovest europeo permettendo così lo scavarsi di una intensa depressione che governerà il tempo di quasi tutta Europa.

In questo contesto sarà probabile al termine di questa fase perturbata l'arrivo di un certo calo della temperatura che non sarà esasperato (trattasi di aria fredda nord atlantica, fredda ma non gelida) ma che comporterà in ogni caso un trapasso quasi completo da dinamiche termiche e sinottiche tipicamente autunnali a nuove dinamiche invernali.

La stagione ancora prematura ed un continente est - europeo ancora caldo, impediranno profique interazioni tra masse d'aria fredda di estrazione continentale e l'aria umida e temperata di estrazione mediterranea. Avremo ancora una volta a che fare con un peggioramento del tempo in assenza d'aria fredda nei bassi strati. Mancheranno ancora le classiche dinamiche da sovrascorrimento e la quota neve sarà stabilita esclusivamente dal tipo di massa d'aria portata dalla depressione.

Sintesi previsionale da venerdì 23 novembre sino a giovedì 29:

Venerdì 23: annuvolamenti sul nord e su parte del centro con occasione per isolati piovaschi su Liguria e Toscana.  Atmosfera uggiosa in val Padana. Tempo migliore su settori adriatici, al centro ed al sud. Tiepido ovunque, più fresco ed umido in val Padana.

Sabato 24 - Domenica 25: il fine settimana trascorrerà sotto l'influenza di una modesta area di alta pressione sul Mediterraneo centrale. Il tempo più soleggiato lo ritroveremo al centro ed al sud mentre al settentrione e sul medio e alto Tirreno persisteranno annuvolamenti senza precipitazioni. Ulteriore aumento della nuvolosità domenica a partire dal nord con pioviggini su Liguria e alta Toscana. Venti deboli sabato, in rinforzo domenica da Scirocco sui mari occidentali. Temperature invariate.

Lunedì 26: aumento delle nubi su tutto il nord e su parte delle regioni centrali. Dalla seconda metà della giornata tendenza a piogge sull'angolo nord-occidentale. Quota neve elevata generalmente oltre i 2000 metri su Alpi. Temperature in lieve aumento alle quote superiori, venti di Scirocco in rinforzo.

Martedì 27: rapido peggioramento delle condizioni atmosferiche con piogge diffuse in arrivo su Liguria ed alta Toscana. Intense precipitazioni da stau lungo le Alpi centro-orientali con quota neve elevata, attestata sui 2200-2300 metri. Temperature in lieve aumento in quota con Scirocco teso sul Tirreno nella prima parte della giornata, intensificazione dello Scirocco anche lungo l'Adriatico nel pomeriggio ed in serata.

Mercoledì 28: aumento della nuvolosità che si estende anche alle regioni Lazio e Campania con arrivo di alcune precipitazioni e venti di Scirocco sempre presenti. Al nord ancora precipitazioni su Liguria (in attenuazione dal pomeriggio) e lungo le Alpi con quota neve in graduale calo sotto i 2000 metri. Temperature in lieve flessione specie in quota, più decisa a partire dalle Alpi occidentali in serata con quota neve in calo sin sotto i 1500 metri. 

Giovedì 29: precipitazioni al sud specialmente su Sicilia e Calabria associate a vento di Scirocco che tenderà a ruotare a Libeccio in giornata con contenuto calo della temperatura. Venti di Libeccio già impostati su medio - alto Tirreno e mar Ligure con alternanza di schiarite ed annuvolamenti associati a brevi rovesci. In giornata peggiora sui versanti esteri delle Alpi con quota neve al di sotto dei 1000 metri e nevicate abbondanti su alta Valle d'Aosta e versanti esteri alpini. Flessione termica decisa soprattutto in quota.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum