Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Verso il Natale con spifferi di inverno, specie sulle Alpi e al centro-sud

La notte di Natale potrebbe anche ripetersi la magia della neve a quote basse lungo l'Adriatico e su parte dell'Umbria. Al nord invece si imporrà con maggior decisione il bel tempo, anche se non mancheranno freddo e gelate.

La sfera di cristallo - 23 Dicembre 2011, ore 15.50

 E' un inverno a due velocità quello che cerca di far breccia nel vecchio cuore del 2011 ormai alle ultime battute. La stagione infatti si divide tra un anticiclone obeso, piazzato sulla porta del Mediterraneo (e chi lo smuove da là), e la voglia di strafare che però finora si è concentrata su altre zone d'Europa concedendo solo ad alcune regioni dell'Italia, le briciole o poco più.

L'aria di festa che si respira in questi giorni a precedere il Natale, sull'onda lunga dell'esodo di massa in barba alla tanto sbandierata aria di crisi, sembra inoltre veder andare in ferie anche la circolazione atmosferica sul nostro angolo di continente: tutto rimarrà pressochè bloccato sulle posizioni attuali il che significa, in altre parole, che pioverà sul bagnato e che nevicherà sull'innevato.

Da segnalare in particolare la perturbazione attesa proprio a cavallo del giorno della Natività, la quale attraverserà tutta l'Italia ma con fenomeni tutti concentrati lungo la cresta delle Alpi e sulle nostre regioni centro-meridionali. La magia della notte bianca per eccellenza potrà accompagnare l'arrivo di Babbo Natale con tanto di fiocchi lungo le regioni adriatiche e forse sull'Umbria, e anche a quote relativamente modeste.

Tutto poi si rintanerà al sud, sotto la spinta del "buttafuori" anticiclone, il quale tenterà di riprendersi l'Italia a partire dal nord, onde trascorrervi il Capodanno. Questa volta però il grande cupolone del bel tempo non ce la farà a tener testa alle correnti fredde predisposte dall'inverno, in vena di rivincita post-convalescenza. Prepariamoci dunque ad accogliere un gennaio fatto di tutta un'altra pasta, un mese semplicemente "lungo e freddoloso".

SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 30 DICEMBRE 2011

VIGILIA: nubi in aumento lungo la cresta alpina, parte del nord e, dal pomeriggio, anche al centro, con tendenza a precipitazioni sparse su Alpi confinali, Spezzino, Toscana ed Emilia Romagna, in trasferimento in serata su Marche, Abruzzo, Umbria e Reatino confinale. Nevicate nelle vallate superiori alpine anche sino al fondovalle in serata. Spruzzate di neve anche sull'Appennino emiliano-romagnolo con limite in calo sino a 700-800 metri e a, ruota, su quello umbro-marchigiano fino a 800-1000 metri. 

NATALE: nella notte e nella mattinata nubi su medio Adriatico e al sud, con rovesci sparsi e nevicate più probabili e frequenti dalle Marche fino al Gargano e a quote comprese tra 800 e 1000 metri. Possibili sconfinamenti sul Cicolano e sul Matese, nonchè entro il pomeriggio, su Sannio, Irpinia e Potentino. Il limite delle nevicate salirà invece verso i 1000-1400 metri su Calabria e Sicilia. Si inseriscono sostenuti venti da nord-est. Bello al nord, sull'alto Tirreno e in Sardegna.

SANTO STEFANO: ancora un po' di nubi lungo l'Adriatico ma senza particolari fenomeni. Instabile invece all'estremo sud, con ulteriori rovesci su Calabria e Sicilia, con limite delle nevicate in calo intorno a 800-1000 metri. Bello sul resto d'Italia ma con clima abbastanza freddo. Ventoso al centro-sud.

MARTEDI 27 DICEMBRE: moderata instabilità sulla Sicilia ma con quote neve in rialzo. Bello sul resto del Paese con solo poche nubi eventualmente ancora possibili in Adriatico. Temperature in aumento su Alpi e nord Appennino. 

MERCOLEDI 28 DICEMBRE: ancora un po' di instabilità sulla Sicilia. Bello sul resto dell'Italia. Possibili nebbie sulla val Padana, dove il clima sarà freddo. Più mite invece in quota.

GIOVEDI 29 DICEMBRE: bella giornata di sole quasi ovunque. Dal pomeriggio nubi basse in formazione sulle Isole Maggiori. Possibili nebbie, anche congelanti, sulla val Padana. Temperature in aumento al centro-sud.

VENERDI 30 DICEMBRE: giornata soleggiata su tutte le regioni e con temperature in aumento in quota. Possibili nebbie sulle pianure, anche congelantesi in val Padana.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum