Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Va profilandosi una Settimana Santa mite e soleggiata, ma il freddo potrebbe avere l'asso nella manica

Nonostante lo scivolo verso ovest del nocciolo freddo e la risalita di miti correnti sciroccali sull'Italia, l'anticiclone europeo si rifiuta di "blindare" lo Stivale, lasciandolo vulnerabile all'azione di nuovi noccioli mediterranei, ma soprattutto ad un eventuale attacco invernale da nord o nord-est...

La sfera di cristallo - 28 Marzo 2007, ore 16.26

Il nocciolo depressionario che per giorni e giorni ha stazionato sopra le nostre teste sembra abbia trovato finalmente una via di fuga: stranamente verso ovest, per quella che appariva inizialmente come la più difficile delle ipotesi. Il minimo in quota finirà infatti per isolarsi sulla Penisola Iberica per poi scemare ancor più a occidente, in pieno oceano, secondo un disegno barico alquanto bizzarro. Anche perché l'Anticiclone dinamico si mostrerà sì in gran forma sull'Europa centro-settentrionale, favorendo lo "scivolo" retrogrado del nocciolo freddo, ma allo stesso tempo non investirà in maniera decisa il Mediterraneo, lasciandolo in una sorta di palude barica che favorirà la formazione di una nuvolaglia piuttosto antipatica con ristagno di instabilità sul nostro nord-ovest. Inoltre (e siamo ad aprile inoltrato) il Mare Nostrum sembrebbe in grado di accogliere dei minimi secondari che, come per una sorta di gemmazione, trarranno origine dal vortice freddo originario, interessando nord-Africa e Isole Maggiori, Sicilia in primis, dando origine ad una vera e propria danza atmosferica sul Mediterraneo occidentale. Le temperature si alzeranno progressivamente su tutto lo Stivale a partire dal fine settimana, e rientreranno nei valori normali per il periodo, evidenziando semmai qualche grado in più al Settentrione. Ad ogni modo, la strada che sembra portare verso una Pasqua tranquilla, mite ed asciutta non sembra essere così facile e scontata: la grande mobilità (ed imprevedibilità) dell'anticiclone europeo, la sua inerzia mostrata nel voler conglobare l'Italia ed il Mediterraneo centrale, nonché lo spettro di una colata fredda sull'Europa dell'Est, tutto questo ci porta a credere che più soluzioni siano possibili e che ogni scenario, compreso quello che vedrebbe il ritorno di neve e freddo fuori stagione, abbiano delle discrete possibilità di concretizzazione. Pertanto, ci limitiamo al breve-medio termine, dandovi appuntamento ai prossimi aggiornamenti per seguire una evoluzione che di certo appare molto interessante. Giovedi, 29 marzo 2007 NORD-OVEST: Addensamenti sulla fascia pedemontana piemontese con residui rovesci. Soleggiato sulla Liguria occidentale, coperto ma asciutto su quella orientale. Altorve nuvolaglia sparsa senza fenomeni di rilievo. Temperature stazionarie, localmente in lieve aumento. Venti tesi solo su Imperiese e savonese, dove il mare risulterà mosso; per il resto venti deboli e mare calmo. NORD-EST: Sul Triveneto nuvolaglia sparsa ma tempo prevalentemente asciutto. Sull'Emilia cieli inizialmente velati ma progressivamente più grigi col trascorrere delle ore. Sulla Romagna tempo moderatamente perturbato. Temperature in lieve aumento nelle zone soggette a soleggiamento. Venti deboli, moderati solo sul litorale romagnolo. Mare mosso. CENTRO: Tempo in peggioramento ovunque con cieli molto nuvolosi o coperti e precipitazioni in arrivo a cominciare da Lazio e Sardegna, in estensione al resto del settore. All'asciutto l'Alta Toscana. Neve in Appennino oltre i 1500 metri in media. Temperature in lieve aumento nei valori minimi. Venti moderati orientali sulla Sardegna, deboli da nord-est altrove con qualche rinforzo sulla dorsale nord-appenninica. Mari inizialmente poco mossi ma con moto ondoso in aumento. SUD: Iniziali condizioni di instabilità sul settore jonico e di grande variabilità con tempo asciutto altrove. Nel corso della giornata nubi in aumento ovunque con annesso rischio di piogge diffuse, anche se di debole o moderata intensità, su Campania, Molise, Foggiano e Sicilia occidentale. Sempre instabile sui litorali jonici. In prevalenza asciutto altrove. Temperature in aumento. Venti da moderati a forti di Scirocco. Molto mosso lo Jonio, poco mosso il Tirreno meridionale, mossi gli altri bacini. Venerdi, 30 marzo 2007 NORD-OVEST: Tempo in miglioramento al mattino, quando prevarranno ampie schiarite, specie sul settore padano. Nel corso del pomeriggio instabilità sulla fascia pedemontana piemontese e sul settore alpino e prealpino. Altrove tempo asciutto, appena velato sulla Liguria. Spruzzate di neve in montagna oltre i 1200-1400 metri. Temperature in lieve ulteriore aumento. NORD-EST: Cielo inizialmente coperto ovunque con piogge limitate a Friuli Venezia Giulia, buona parte del Veneto (fuori il Veronese ed il Polesine occidentale) e Romagna. Tendenza ad aperture sull'Emilia e sul Trentino occidentale. Spruzzate di neve in montagna oltre i 1200-1400 metri. Temperature in lieve ulteriore aumento. CENTRO: Cieli affollati di nubi ovunque sul settore peninsulare con instabilità diffusa nel corso del pomeriggio. Probabilmente asciutto sull'Alta Toscana. Sulla Sardegna mpie schiarite già dal mattino con giornata assolutamente mite. SUD: Tempo generalmente perturbato con precipitazioni frequenti, spesso a carattere di rovescio o temporale, più probabili sul settore tirrenico e sul Golfo di Taranto. Asciutto sulla Calabria jonica e sulla Sicilia meridionale. Minime in aumento, massime in calo. Sabato, 31 marzo 2007 NORD-OVEST: Nuovo peggioramento con piogge diffuse, neve sulle Alpi oltre i 1300-1400 metri, occasionalmente anche più in basso. Minime in aumento, massime in lieve calo. NORD-EST: Nuovo fronte nuvoloso in avvicinamento da ovest; cielo sempre più coperto e precipitazioni sparse in arrivo durante il pomeriggio-sera. Spruzzate di neve oltre i 1500 metri. Temperature in lieve ulteriore aumento. CENTRO: Molte nubi ovunque, specie al pomeriggio, ma in un contesto di tempo prevalentemente asciutto, a parte un parziale interessamento dell'Alta Toscana, specie in serata. Neve in Appennino oltre i 1300 metri. Temperature in lieve calo nei valori diurni sulle zone interessate da precipitazioni. SUD: Instabilità residua sulla Calabria tirrenica, con tempo in miglioramento; altrove passaggio di nubi stratiformi medio-alte, più compatte su Molise, Foggiano e Campania, ma senza precipitazioni. Temperature diurne in aumento. Domenica, 1 aprile 2007 NORD-OVEST: Instabilità diffusa con tempo a tratti perturbato. Neve sulle Alpi oltre i 1300-1400 metri. Clima umido e piuttosto fresco al mattino. NORD-EST: Instabilità diffusa anche se moderata su Basso Veneto ed Emilia. Molte nubi ma tempo sostanzialmente asciutto altrove. Neve su nord-Appennino oltre i 1500 metri. Clima umido, freddo solo in montagna. CENTRO: Sulla Toscana molto nuvoloso con possibili scrosci, specie su Versilia e Carrarese. Spruzzate di neve sull'Appennino Settentrionale oltre i 1600 metri. Altrove alternanza di sole e di addensamenti con qualche velatura, tempo comunque asciutto. Temperature in rialzo, miti durante il giorno. SUD: Prevalenza di cieli sgombri da nubi con temperature diurne in aumento. Clima decisamente mite. Lunedi, 2 aprile 2007 NORD-OVEST: Molte nubi ovunque con instabilità diffusa, specie sul Piemonte, dove si potranno avere fenomeni anche intensi. Quota-neve sulle Alpi oltre i 1500 metri, in ulteriore rialzo. Temperature in lieve aumento. NORD-EST: Cieli densamente velati ovunque con possibilità anche di qualche addensamento, ma senza fenomeni di rilievo. Temperature in aumento e clima mite. CENTRO: Cieli densamente velati ovunque con possibili addensamenti pomeridiani sul settore appenninico. Clima comunque asciutto e mite, complice una ulteriore risalita termica. SUD: Clima decisamente mite e tempo in prevalenza soleggiato ovunque, a parte qualche velatura. Martedi, 3 aprile 2007 NORD-OVEST: Alternanza di addensamenti e schiarite in un contesto più stabile rispetto ai giorni precedenti. Clima mite complice il maggiore soleggiamento. Temperature in rialzo nei valori massimi. NORD-EST: Clima mite e in prevalenza soleggiato. Temperature diurne in ulteriore ripresa. CENTRO: Clima mite e in prevalenza soleggiato sul settore peninsulare. Sulla Sardegna nubi in arrivo con annesse precipitazioni nel corso del pomeriggio. SUD: Tempo mite e stabile sul settore peninsulare. Sulla Sicilia e sul Reggino tempo in rapido peggioramento nel corso della giornata con molte nubi in arrivo e precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco, localmente di forte intensità. Mercoledi, 4 aprile 2007 NORD-OVEST: Giornata in prevalenza soleggiata, a parte qualche addensamento su Alpi, Prealpi e Levante Ligure. Mite ovunque, specie in montagna. NORD-EST: Giornata in prevalenza soleggiata, a parte qualche addensamento su Alp e, Prealpi. Mite ovunque, specie in montagna. CENTRO: Addensamenti più probabili al pomeriggio su Sardegna e settore appenninico, senza conseguenze. Per il resto mite e soleggiato. Migliora ance sulla Sardegna. SUD: Ancora instabile sulla Sicilia e sulla Calabria meridionale, ma con tendenza a miglioramento. Altrove mite e in prevalenza soleggiato.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.03: A1 Milano-Bologna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Fidenza (Km. 90,4) e Allacciamento A15 Parma-La Spezia (Km. 102)..…

h 09.02: A14 Ancona-Pescara

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa ripristino incidente nel tratto compreso tra San Benedetto Del Tronto (Km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum