Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultime battute del 2012 all’insegna del clima temperato con qualche passaggio piovoso

Lo standard atmosferico previsto nel corso dei prossimi giorni stringerà ancora l’occhiolino su standard termici decisamente tiepidi e talvolta sopramedia. Un passaggio piovoso è atteso tra la Vigilia di Natale e la festività Natalizia.

La sfera di cristallo - 20 Dicembre 2012, ore 15.30

 Una continua successione di intense depressioni sull’Atlantico settentrionale favoriscono un costante e massiccio apporto di aria molto mite oceanica su Europa e Mediterraneo. La ragione di questo comportamento dell’atmosfera è da ricercarsi in un certo ricompattamento del Vortice Polare avvenuto negli ultimi 10 giorni. Il rinforzo del vortice è stato così accompagnato da una certa ripresa del flusso zonale sulla media Europa, il quale ha ricacciato prepotentemente verso est il freddo affluito sul continente appena un paio di settimane fa. Il flusso zonale risulta sostenuto da una continua successione di depressioni extratropicali oltre i 30 - 35° di lat nord che interessano soprattutto il Regno Unito e la penisola Scandinava.

Questo tipo di comportamento da parte dell’atmosfera tenderà a preservarsi almeno sino agli ultimi giorni dell’anno mantenendo le temperature su valori stagionali decisamente tiepidi. Dopo la parentesi relativamente più fresca attesa domani, venerdì 21, l’arrivo delle festività natalizie sarà caratterizzato dall’ingresso sul Mediterraneo di un sistema frontale accompagnato da una massiccia iniezione di aria calda oceanica.

Il rinforzo delle depressioni sull’Atlantico settentrionale non sarà infatti sufficientemente esasperato da permettere l’imposizione netta in sede mediterranea di fasce anticicloniche subtropicali, le quali si alterneranno sulla scena cedendo il passo di tanto in tanto a qualche passaggio frontale in un contesto molto tiepido e ricco di umidità.

Previsioni da venerdì 21 sino a giovedì 27:

Venerdì 21: veloce miglioramento delle condizioni atmosferiche sulle regioni settentrionali associato ad un certo aumento della temperatura sia al suolo che in quota. Sui versanti tirrenici delle regioni centrali e sul mezzogiorno italiano passaggio piovoso durante il corso della giornata. Le precipitazioni si concentreranno tra bassa Toscana e Lazio durante la mattinata, interessando il meridione solo dal pomeriggio-sera. Nuvoloso ma con scarse precipitazioni sui versanti adriatici.Temperature stazionarie od in lieve flessione.

Sabato 22: una zona di alta pressione dalla penisola Iberica si estende parzialmente verso l’Italia determinando un giornata soleggiata e mite su diverse regioni. Nebbie e foschie dense con moderato freddo umido solo su Val Padana e valli interne dell’Appennino. In serata aumento delle nubi nei settori alpini di confine, associati all’arrivo di precipitazioni da Stau sul versante estero in parziale sconfinamento nei settori vicini lo spartiacque.

Domenica 23: l’anticiclone porta con se un forte aumento delle temperature in quota a partire dalle regioni occidentali. Previste isoterme a 850hpa sino +10! La conseguenza sarà una fusione piuttosto rapida del manto nevoso posto a bassa quota anche nei settori alpini. Inversioni termiche sulle zone pianeggianti e marittime “tamponeranno” in parte l’impennata termica prevista in quota. Possibili nebbie o foschie dense sulle valli e sulla Val Padana, cappa di nubi basse lungo i settori tirrenici con tempo buono e splendente in montagna.

Vigilia di Natale, lunedì 24: una depressione preceduta da aria molto mite si avvicina all’Italia. Si prevede una graduale imposizione di vento meridionale a partire dai settori liguri e tirrenici con un graduale aumento delle nubi e tendenza a piogge lungo le coste di Liguria levantina, Toscana, Lazio. Temperature molto tiepide sia al suolo che in quota, lieve aumento anche su pianura Padana e valli interne a causa della nuvolosità. Sulle regioni del sud aumento delle nubi soprattutto su Sardegna, Sicilia e Calabria. Più riparati i settori adriatici.

Giorno di Natale, martedì 25: un flusso teso di correnti sud-occidentali determina un passaggio piovoso su gran parte dei settori tirrenici del centro e del nord. Qualche precipitazione anche su Campania, Calabria, Sicilia settentrionale. Venti tesi di Libeccio con temperature miti ovunque. Più riparati i versanti adriatici della penisola con qualche episodio di “Garbino” e temperature molto miti.

Giorno di Santo Stefano, mercoledì 26: miglioramento generale atteso soprattutto al centro ed al nord dove i venti tenderanno ad assumere una componente nord-occidentale con nuova flessione delle temperature segnatamente alle quote superiori. Nubi più compatte e qualche precipitazione al meridione.

Giovedì 27: ventilazione nord-occidentale in contesto poco freddo faranno da sponda ad una zona anticiclonica in sede iberica. Tempo generalmente buono ed asciutto al nord ed al centro, eccezion fatta per i settori alpini di confine (alto Piemonte – Valle d’Aosta) che potrebbero sperimentare delle nuove nevicate. Tempo più chiuso solo al meridione con qualche isolata precipitazione. Temperature stazionarie, su valori miti.

Vigilia di Natale: perche farà così caldo? http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Vigilia-di-natale-al-caldo-per-diverse-regioni/39859/ di Paolo Bonino.

 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum