Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

TURBOLENZE IN ATTO SUI CIELI DEL NORD

Il vento è letteralmente impazzito su Piemonte e Lombardia con almeno 3 correnti diverse che giocano ad incrociarsi. Situazione difficile, pericolo di grandinate.

La sfera di cristallo - 20 Aprile 2001, ore 12.54

Uno "shear"* davvero marcato, si direbbe in gergo tecnico. Sta veramente succedendo di tutto sopra le teste degli abitanti del nord Italia. Ci sono 2 situazioni "pseudo-favoniche" in atto ed una terza in territorio francese, in Costa Azzurra. La fase favonica emiliana è dovuta all'impatto del Libeccio sulla catena appenninica, ma sarà transitoria. Il foehn sul nord-ovest non produce gli effetti sperati e non è accompagnato da uno sviluppo omogeneo a tutte le quote. Ritroviamo infatti venti da SW alle quote medie, vento da ENE in prossimità del suolo sulla parte centrale della Lombardia, per ritrovare poi la corrente settentrionale sul nord del Piemonte e sul Canton Ticino. Ma l'aria fredda non è affatto secca e determina una crescita cumuliforme esponenziale che, come già avvenuto ieri sera, potrebbe generare un attivo minimo sulla Pianura Padana centrale o in alternativa sull'alto Tirreno. E' per questo che riteniamo la serata odierna e la giornata di domani un condensato di instabilità davvero notevole. L'aria fredda sta scendendo dalla Valle del Rodano, il Mistral sembra chiaro sulla Costa Azzurra ma in caso di invorticamento della colonna d'aria, assai probabile ricordando il minimo ben sviluppato a 500 mb, ma un groppo temporalesco potrebbe mischiare le carte in tavola e fare impazzire i previsori. In ogni caso i fenomeni nevosi sul NE e quelli anche più turbolenti previsti sulla Toscana non devono essere sottovalutati. Chi deve mettersi in marcia verso la propria seconda casa o per lavoro, tenga in debito conto quanto affermiamo. I rovesci nevosi marceranno poi verso Umbria e Lazio con limite variabile tra i 500 e i 700 m e fortissime raffiche di vento. Al sud la giornata peggiore sarà domenica. Lunedì si ricomincerà a parlare di primavera, martedì i valori schizzeranno su valori gradevolissimi, anche se già da mercoledì una saccatura dall'Atlantico potrà influenzare le regioni settentrionali con un nuovo carico di precipitazioni, più estese lungo le Alpi. Ma oggi la Sfera guarda al presente e vi dice che il maltempo imminente non sarà "bello" per niente! *shear: raffronto delle correnti alle varie quote

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum