Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

TRE PERTURBAZIONI in vista per i prossimi sette giorni

Continua questo gennaio estremamente dinamico sia sul fronte termico che fenomenologico. Saranno tre i sistemi frontali che attraverseranno l'Italia nei prossimi sette giorni. Al centro-nord farà pure un po' freddo.

La sfera di cristallo - 13 Gennaio 2010, ore 15.42

Il primo è atteso tra giovedì 14 e venerdì 15; il secondo tra domenica 17 e lunedì 18; il terzo attorno a mercoledì 20. Stiamo parlando dei sistemi frontali che nei prossimi sette giorni attraverseranno l'Italia. Non c'è pace in questo gennaio. Un dinamismo atmosferico che ha dell'incredibile per il Bacino del Mediterraneo e per gran parte dell'Europa meridionale. Le depressioni sul Mare Nostrum non sono cosa inusuale nel periodo invernale. Tuttavia tre depressioni alla settimana rappresentano una sorta di record, tenendo conto che i periodi interciclonici (ovvero gli intervalli tra una perturbazione e l'altra) sono estremamente brevi. Come mai vi è un passaggio così frenetico di perturbazioni dalle nostre parti? Colpa di un vasto anticiclone freddo che da giorni staziona (e stazionerà) in sede Scandinava. Le correnti perturbate atlantiche sono quindi costrette a deviare verso sud, per aggirare questo "pachiderma". Ne deriva una sorta di "Atlantico basso" che investe in pieno i Paesi dell'Europa meridionale, il Mediterraneo ed appunto l'Italia. Sembrano lontani anni luce i periodi in cui il nostro mare era sotto l'egida di anticicloni invadenti e poco mobili. Volendo dirla tutta, sembra che l'eccesso di stabilità invernale degli anni precedenti (escluso lo scorso) sia compensato da questo esasperato dinamismo. Sta di fatto che, per il momento, alte pressioni all'orizzonte non ce ne siano, anzi, sarà probabile un riacutizzarsi del freddo dopo il giorno 20. Se però volete saperne di più leggete il Fantameteo. Ecco la possibile linea di tendenza del tempo fino a mercoledì 20 gennaio Giovedì 14 gennaio: la perturbazione che si allontana darà ancora qualche precipitazioni sui settori orientali e sulla Sicilia, mentre il nuovo fronte in ingresso causerà qualche precipitazione serale sulla Sardegna e brevi nevicate sulle Alpi Marittime. In mezzo una finestra di variabilità con possibili schiarite. Un po' freddo al centro-nord, più mite al sud. Venerdì 15 gennaio: nubi al mattino al nord e sul centro peninsulare. Qualche precipitazione possibile sull'Emilia Romagna, i versanti padani dell'Appennino Ligure (con neve sui 600-700 metri), le Marche e l'Abruzzo (con neve a 800-1000 metri). Su queste regioni i fenomeni saranno in attenuazione ed al nord si apriranno ampie schiarite. Sulla Sardegna ed al sud invece tempo perturbato con fenomeni più intensi sulla Sardegna orientale, la Sicilia ed il settore ionico. Venti sostenuti ovunque, un po' freddo al centro-nord. Sabato 16 gennaio: ultimi fenomeni al sud e sul basso Adriatico, in attenuazione. Per il resto tempo soleggiato, salvo nubi di poco conto. Freddo al mattino al nord, più mite di giorno sulla Penisola. Domenica 17 gennaio: iniziali condizioni di bel tempo ovunque. Nel pomeriggio tendenza a peggioramento su Sardegna e nord-ovest con precipitazioni nevose anche in pianura sul Piemonte. Freddo al centro-nord. Ventoso. Lunedì 18 gennaio: perturbato ovunque con piogge soprattutto al centro ed al sud. Neve al nord anche in pianura, ma in attenuazione nel corso della giornata. Freddo e ventoso al centro-nord, più mite al sud. Martedì 19 gennaio: perturbato al sud e sul medio Adriatico, con piogge e neve in Appennino. Al nord e sul Tirreno nubi sparse, con ampie schiarite e tempo freddo. Ventoso ovunque, Mercoledì 20 gennaio: nubi sparse e tempo freddo ovunque, ma con tendenza a generale peggioramento ad iniziare da ovest, con neve al nord anche in pianura. Ventoso ovunque.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum