Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tranquilli: niente castelli di neve in spiaggia!

L'instabilità però ci terrà compagnia ancora per alcuni giorni, poi si andrà gradualmente verso l'estate, non senza qualche ulteriore disturbo.

La sfera di cristallo - 28 Maggio 2013, ore 15.00

Molti di voi, soprattutto chi ha bambini in tenera età, conosceranno sicuramente l'allegra famigliola della Peppa Pig, con Peppa, George, Mamma Pig e Papà Pig. Sono naturalmente dei maialini. Una sera pianificano una gita al mare per l'indomani, ma al risveglio trovano un soffice manto bianco ad attenderli. 

Papà pig non si scoraggia e porta ugualmente tutta la famiglia in spiaggia, sostenendo che si possano benissimo fare i castelli di neve, mica solo di sabbia. In realtà in Italia, nonostante la bizzarra stagione primaverile che stiamo trascorrendo, non corriamo affatto questo rischio.

Lasciamo sfogare ancora un po' il tempo instabile questa settimana, poi i vortici ciclonici placheranno gradualmente le loro velleità, anche se sarà difficile che le alte pressioni entrino decise sul bacino centrale del Mediterraneo a riportare una stabilità convincente. Si tratta ovviamente di una delle tante anomalie che si riscontrano nell'anno meteorologico. 

C'è stato lo spostamento della falla barica dall'ovest al centro del Continente, ma soprattutto sono mancati gli anticicloni, le rimonte che sino alla stagione scorsa erano la norma, non solo in coincidenza con l'arrivo dell'estate ma anche in piena primavera, senza dimenticare i molti inverni anticiclonici del passato.

Tutto questo ci deve preoccupare? Non più di tanto, in fondo anche nella nevosissima stagione alpina 2008-2009, che fece peraltro strage di animali per la troppa neve, l'anticiclone scomparve per mesi interi, per poi ritornare alla carica.

E' una fase: un anno l'anomalia visita una fascia di territorio, l'anno successivo un'altra fascia. Certo non è facile "accendere" l'estate dopo una stagione così, peraltro il mare è ancora fresco e l'Atlantico non intende del tutto abdicare nemmeno nella prima decade di giugno. Insomma la partita per la conquista del Mediterraneo è ancora apertissima.

Di certo, dopo questo ulteriore calo termico, che sperimenteremo soprattutto tra mercoledì e venerdì, ritroveremo gradualmente temperature più consone alla stagione e riusciremo ad alleggerirci un po', al nord risparmieranno anche l'elettricità delle stufette per riscaldarsi, in montagna la legna per il camino.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 3 GIUGNO:
mercoledì 29 maggio: 
su Alpi, Prealpi e fascia padana a nord del Po molto nuvoloso con piogge e rovesci, ma con tendenza a temporanee schiarite a partire dal Piemonte, parzialmente nuvoloso sul resto del nord con locali rovesci. Nel pomeriggio nuova formazione di temporali sparsi sulle zone pianeggianti con rovesci soprattutto tra est Piemonte, Lombardia, Liguria e calo del limite delle nevicate sin sotto i 1500m sulle Alpi; al centro nubi e qualche rovescio su centrali tirreniche, segnatamente Toscana, in serata temporali anche forti su nord Toscana, per il resto nuvolosità irregolare con schiarite e basso rischio di rovesci. Anche al sud nuvolosità variabile, con rovesci solo isolati e prevalenza di schiarite. Ventoso ovunque, temperature in calo al nord, stazionarie al centro, in lieve temporaneo aumento al sud.

giovedì 30 maggio: al nord ancora tempo instabile ma con ampie schiarite ad ovest e rovesci ad est e sull'Emilia-Romagna, instabile con temporali sulle centrali tirreniche, anche forti, migliora in Sardegna con Maestrale, instabile con rovesci anche su Campania, Calabria tirrenica e forse nord Sicilia, inaffidabile e ventoso il tempo sul resto del Paese. PIù fresco ovunque, freddo su Alpi e centro-nord Appennino.

venerdì 31 maggio: generali condizioni di instabilità, ma con fenomeni più probabili sui versanti adriatici, sul basso Tirreno e nelle zone interne appenniniche. Temperature ancora fresche.

sabato 1 giugno: ancora instabile lungo tutti i versanti adriatici, nelle zone interne del centro-sud con possibili rovesci o temporali, intervallati da schiarite; tempo migliore al nord-ovest, salvo sulle vette confinali, dove insisterà della nuvolaglia e qualche fenomeno: Temperature in aumento ovunque, ma ancora fresco in Adriatico.

domenica 2 giugno: bella giornata al nord e sui versanti tirrenici, isole comprese, ancora instabili sui versanti adriatici, specie in Appennino e sull'estremo nord-est, con rovesci o spunti temporaleschi di breve durata, ulteriore lieve rialzo termico, specie al nord-ovest.

lunedì 3 giugno e martedì 4 giugno: ovunque condizioni di tempo un po' inaffidabile: dopo una mattinata di sole seguiranno formazioni temporalesche in montagna, che potranno guadagnare le zone pianeggianti prima di sera, in seguito schiarite. Temperature prossime alla media del periodo.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.44: SS114 Orientale Sicula

incidente

Incidente a 1,052 km prima di Incrocio Mazzaro' (Km. 46,6) in entrambe le direzioni…

h 03.26: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Pesaro-Urbino (Km. 155,9) e Cattolica (Km. 143,9) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum