Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Torna in auge l'anticiclone russo?

Si prospetta un lungo periodo tipicamente invernale sull'Europa con la comparsa dell'anticiclone russo e tante possibili sorprese.

La sfera di cristallo - 30 Dicembre 2005, ore 16.10

TANTI AUGURI A TUTTI per un 2006 ricco di novità positive ma prima ancora di tanta salute e tranquillità. La direzione, Alessio Grosso e i suoi collaboratori vi ringraziano per le vostro foto, i vostri suggerimenti, i complimenti, le attestazioni di stima e le critiche costruttive che ci avete rivolto. Che sia un anno particolare ce ne siamo accorti tutti: un gran freddo è piombato sul nord Italia grazie anche all'apporto di neve al suolo che, con il suo forte effetto ghiacciaia, altrimenti detto albedo, ha disperso in modo maggiore in calore verso lo spazio nella notte serena. Abbiamo poi avuto il piacere di assistere a nuove nevicate in Toscana ed Umbria. Rispetto a questa fase però saranno le ultime, giacchè costituiscono i primi effetti di un addolcimento termico manifestato dal rapido disporsi delle correnti da ovest. Entrerà infatti in azione un nuovo vortice perturbato sull'Europa centrale, da cui finirà per originarsi un nuovo minimo mediterraneo che insisterà per più giorni sulle regioni centro-meridionali italiane, richiamando aria fredda da nord-est, proprio lungo il bordo meridionale di quell'anticiclone russo che per molto, troppo tempo, abbiamo dato per disperso. Diciamo che non è proprio l'orso gelido e grintoso che si vedeva una volta, appare anzi termicamente mite ma vuole mettere radici e ribatterà colpo su colpo tutti i tentativi di sfondamento delle depressioni in arrivo dall'Atlantico. E dove potranno riparare queste depressioni? Ma semplice nel Mediterraneo. Inutile aggiungere cosa potrebbe aspettarci. Interessante notare come l'anticiclone delle Azzorre non riesca a distendersi sul Mediterraneo centrale come ci eravamo ormai abituati negli ultimi inverni, e questo è un altro elemento che la dice lunga sulla possibile fase rigida che vivremo dal Capodanno alla metà del mese. Intanto una perturbazione porterà un'ulteriore spolverata di neve nalla notte di San Silvestro al nord, un ulteriore regalo bianco per le festività. Unica nota stonata, il "povero" Piemonte, l'unica zona a soffrire non solo della mancanza di neve ma anche di pioggia. Per loro ancora un po' di pazienza. SINTESI PREVISIONALE sino a VENERDI 6 GENNAIO SABATO 31 dicembre 2005 L'anno si chiude con una fase di moderato maltempo su tutto il Paese. Al NORD peggioramento con precipitazioni nevose anche in pianura, pioggia sulla costa ligure, padovano veneziano, romagna, basso Friuli, Venezia Giulia, sporadici i fenomeni su Piemonte, Alto Adige e scarsa Valle d'Aosta. Al centro-sud, specie sul Tirreno, molto nuvoloso con piogge e rovesci, neve in rialzo da 500 a 1400m sull'Appennino. Maggiori aperture su Molise e Puglia. Molte nubi anche sulle isole con locali rovesci ma anche brevi schiarite. Temperature in aumento. Temperature in rialzo al centro-sud ed anche al nord ma solo nei valori minimi, massime infatti in leggero calo. DOMENICA 1° gennaio 2006 Nuvoloso al nord con residue precipitazioni nevose anche a bassa quota, esaurimento dei fenomeni ma in serata nuovo peggioramento su Friuli VG, basso Veneto ed Emilia-Romagna con neve sino in collina. Al centro-sud ancora perturbato e piovoso ma con quota neve in calo sin sotto i 1000m a partire dai settori più a nord dell'Appennino. In serata migliora sulla Toscana e sulla Sardegna. LUNEDI, 2 gennaio 2006 Ancora maltempo sul medio Adriatico, la Romagna, il Lazio ed il meridione con piogge e nevicate oltre i 500-700m sull'Appennino, su Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria nuvolosità variabile in ulteriore miglioramento, al nord-ovest soleggiato con debole vento da nord. Temperature in calo al centro-sud, in rialzo al nord ma solo in pianura. MARTEDI 3 gennaio 2005 Molte nubi su medio Adriatico, Umbria orientale e sul meridione con locali rovesci, nevosi in Appennino oltre i 500-600m, altrove abbastanza soleggiato, gelate nottetempo al nord e su Toscana ed Umbria occidentale. Temperature in lieve ulteriore generale calo. Bora a Trieste sempre presente. MERCOLEDI, 4 gennaio 2006 NORD-OVEST Irregolarmente nuvoloso con qualche rovescio di neve possibile, specie sul Piemonte e la Lombardia, freddo, maggiori schiarite nelle Alpi. NORD-EST Abbastanza soleggiato, salvo addensamenti su pianura e prealpi con basso rischio di neve, ancora bora in azione e freddo. CENTRO Sull'Abruzzo e le Marche nuvolosità irregolare ma con pochi fenomeni, altrove soleggiato, sempre piuttosto freddo con venti di grecale. SUD Al mattino nuvolosità irregolare su tutte le regioni con isolati rovesci su Puglia e nord Sicilia, qualche nevicata sull'Appennino molisano e lucano a quote basse. Freddo moderato, più intenso sull'Adriatico. GIOVEDI, 5 gennaio 2006 NORD-OVEST Nuvolosità irregolare su tutti i settori; possibili deboli nevicate su ovest Piemonte per venti da est. Freddo moderato. NORD-EST Nuvolosità irregolare, più intensa sulla Romagna, dove in serata si regiistrerà qualche precipitazione, altrove asciutto, Bora moderata o forte sulla costa. Temperature stazionarie. CENTRO Generale instabilizzazione del tempo a partire da Lazio, Abruzzo e Marche, in estensione a Sardegna ed Umbria con possibili rovesci e neve in Appennino oltre i 500m, sui monti sardi oltre 800m, sulla Toscana incerto ma asciutto. SUD Un corpo nuvoloso determinerà cielo nuvoloso su tutte le regioni con piogge sparse, rovesci e qualche nevicata in Appennino oltre gli 800m. VENERDI, 6 gennaio 2006 NORD-OVEST Nuvoloso, con qualche spruzzata di neve possibile su Prealpi e zone di pianura a ridosso delle montagne. Freddo. NORD-EST Nuvolosità irregolare con sporadiche nevicate, schiarite nelle ore centrali del giorno. Freddo. CENTRO Nubi sparse, a tratti compatte sul versante adriatico e sull'Appennino, dove sarà possibile qualche nevicata, moderato vento di Grecale e freddo moderato. SUD Instabile con piogge sparse sulle regioni tirreniche e la Sicilia settentrionale; nubi alternate al sole sulle altre zone, freddo in accentuazione.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum