Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Svolta più che primaverile dell'inverno ma per fortuna presto si rientrerà nei ranghi

Sensibile rialzo delle temperature durante il fine settimana, soprattutto in quota e sulle coste. Entro la fine del mese sarà comunque probabile un deciso cambiamento del tempo.

La sfera di cristallo - 23 Gennaio 2008, ore 14.15

Ci vorrebbe davvero tutto l'aiuto di una sfera di cristallo per capire che piega prenderà il tempo nel corso della prima decade di febbraio. Lascio questo delicato compito dunque alla rubrica del "fantameteo" e mi limito a definire il limite del dominio dell'anticiclone subtropicale nell'area mediterranea, un limite che ormai appare quasi certamente coincidere con la fine del mese di gennaio e su questo non paiono più esserci dubbi. (o quasi) Nelle prossime ore e fino a sabato invece l'anticiclone si rinforzerà in modo quasi clamoroso, ma non sconosciuto per il mese di gennaio. Abbiamo assistito a simili exploit anche nel biennio 88-89 e in tempi più recenti anche lo scorso anno. Sorprende però la forza della subsidenza, cioè il modo in cui l'aria viene avvitata in senso orario, compressa e spinta al suolo. Questo attrito genera lo sviluppo di calore e nel week-end la primavera scoppierà anche sui monti, oltre che sulle zone costiere. Se la nebbia non dovesse imporsi sulle pianure, l'inversione termica non sarà sufficiente a mantenere il calore solo in quota, ma la forte insolazione porterà anche le temperature al suolo ad impennarsi. Risultato? Spunteranno le gemme e si faranno avanti i fiorellini gialli delle forsizie, è ormai un classico. Poi, da lunedì, ecco arrivare la graduale implosione della figura di alto pressione, che non gonfierà più i suoi muscoli e mollerà gradualmente la presa del Mediterraneo centrale. La sua energia verrà probabilmente trasferita sull'ovest del Continente, il segnale che finalmente potremo apprezzare uno scambio meridiano di calore: l'inverno insomma avrebbe l'opportunità di rientrare in gioco, anche se, è bene dirlo, il vortice polare resterà ancora sufficientemente vivace da impedire la formazione di onde molto pronunciate. In soldoni non sarà facile far arrivare e sostare nel Mediterraneo masse d'aria molto fredde. Bisogna comunque accontentarsi, questo passa il convento. SINTESI PREVISIONALE SINO A MERCOLEDI 30 GENNAIO 2008: Da giovedì 24 a sabato 26: poco da dire se non dominio del sole con qualche velatura, temperature miti per merito o colpa dell'anticiclone. Attenzione alla comparsa di qualche nebbia notturna e mattutina sulle pianure del nord e nelle valli del centro. Domenica 27 gennaio: comincerà a calare un po' la temperatura del settore alpino orientale dove non mancherà qualche addensamento nuvoloso. Altrove sempre cielo poco nuvoloso e temperature gradevoli. Ancora banchi di nebbia. Lunedì 28 gennaio: moderata flessione termica e ventilazione da nord lungo il versante adriatico con qualche nube passeggera, altrove ancora bel tempo ma anche qui qualche grado in meno. Martedì 29 gennaio: bel tempo ovunque salvo addensamenti sul basso Adriatico, ulteriore generale (ma lieve) flessione delle temperature. Mercoledì 30 gennaio: un po' di nuvole sparse su Alpi, Liguria ed alta Toscana, per il resto abbastanza soleggiato. Possibili nebbie in Valpadana, le temperature caleranno ancora di un paio di gradi riportandosi nella media del periodo.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.26: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Diramazione Per Ravenna (Km. 56,7) e Imola (Km. 50,..…

h 16.26: A1 Roma-Napoli

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Barriera Di Napoli Nord (Km. 739,7) in direzione Roma dalle 16:21..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum