Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Svolta per le Palme, oppure alta pressione ad oltranza

L'affondo perturbato e freddo dal nord Europa potrebbe determinare una precisa svolta nella stagione primaverile, ma se andasse a vuoto, c'è il serio rischio che l'anticiclone possa dominare ancora la scena a lungo, con gravi ripercussioni sull'ambiente.

La sfera di cristallo - 23 Marzo 2012, ore 14.33

L'anticiclone è sempre lì, concede qualcosina, poi torna a dominare incontrastato, deviando tutto a est o a ovest, e questa posizione centrale è quella più difficile da scalzare. Così marzo diventa maggio, almeno nelle aree a clima continentale e molti cacciano nell'armadio il guardaroba invernale, convinti che non servirà più. Qualcuno si chiede: "ma non piove mai?" Altri aggiungono: "meno male", altri ancora, più riflessivi e maturi, giustamente si preoccupano.

Ogni giorno che passa l'anticiclone fa segnare nuovi record di persistenza e non ne vuol sapere di farsi da parte. Un'occasione c'è, per la verità: un affondo lungo i meridiani finalmente le correnti fredde sarebbero intenzionate a compierlo, in coincidenza con il fine settimana delle Palme, ma dopo le confortanti corse degli ultimi giorni, i modelli sono tornati a soffrire della sindrome anticiclonica, proponendo il flusso freddo deviato verso est ed incapace di penetrare nel Mediterraneo.

Si è generata così nuova confusione. L'idea è che la corrente a getto risulti sempre troppo forte ma non porti con sè dall'Atlantico perturbazioni in grado di sfondare il muro di alte pressioni che si danno il cambio l'una con l'altra giungendo dal basso Atlantico con rinnovata forza e potenza. Così non se ne uscirebbe più. Se un'alta pressione continuasse per tutto l'anno a formarsi al largo delle Azzorre e poi a tuffarsi nella piscina mediterranea, altro che siccità. Sarebbe persino inutile fare le previsioni.

Sarebbe ora che i media si occupassero di informare la popolazione su questa pesantissima anomalia. Cari giornalisti, noi siamo qui, invece della cronaca rosa, riempiamo i telegiornali di notizie socialmente utili, la nostra disponibilità è totale.

Per farla breve le cose andranno così: un po' di instabilità nel fine settimana tra nord-est e centro-sud, poi altre giornate assolate, giusto un po' freschine in Adriatico tra martedì e mercoledì, e ancora tanto sole sino a venerdì 30, quando o la va o la scappa, ma la saccatura o entra in modo spettacolare, oppure difficilmente l'assetto barico potrà cambiare in Europa.

SINTESI PREVISIONALE SINO A VENERDI 30 marzo:
fine settimana 24-25 marzo: un po' di instabilità su isole, centro-sud, nord-est con qualche spunto temporalesco, segnatamente nelle ore pomeridiane e sui rilievi, bel tempo al nord-ovest, clima molto mite, con temperature superiori alla media soprattutto al nord.

lunedì 26 marzo: ultime note di instabilità all'estremo sud con isolati rovesci, specie pomeridiani, per il resto molto sole. Un po' di aria fresca in arrivo in Adriatico a fine giornata.

martedì 27 marzo: lieve raffreddamento ma sempre tanto sole e clima complessivamente mite.

mercoledì 28, giovedì 29 marzo: bello e mite ovunque.

venerdì 30 marzo: il momento della verità, qui il tempo potrebbe cambiare a partire dal nord-est, ma vista la distanza temporale sarà opportuno aggiornarsi. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum