Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Striscia il maltempo, al via le prime attese piogge autunnali

Diversi corpi nuvolosi investiranno l'Italia e in almeno quattro occasioni potranno arrecare fenomeni a tratti intensi. Atteso anche un calo delle temperature, più avvertito al centro-nord, le prime nevicate di un certo spessore sulle Alpi e venti di burrasca su tutti i nostri mari da domenica a martedì.

La sfera di cristallo - 12 Ottobre 2012, ore 15.45

 E' il riscatto dell'autunno. Tutte le pedine dislocate dalla circolazione atmosferica sono al posto giusto per dare lo start alle prime piogge stagionali. Sono piogge di cui l'Italia ha un gran bisogno. Saranno altresì distribuite su diverse giornate, pur se il rischio di fenomeni delicati, dati gli accumuli complessivi piuttosto elevati, è tutt'altro che remoto.

Tecnicamente parlando notiamo che diverse saranno le pulsazioni del Getto Polare, il vento guida d'alta quota, mandante di tutti i fenomeni atmosferici, e diversi di conseguenza anche i nuclei di bassa pressione che sorvoleranno i cieli italiani almeno per i prossimi 8-10 giorni, accompagnati da corpi nuvolosi di diversa natura e origine.

Il tutto è chiaramente riassunto nelle quattro mappe in figura: segnaliamo in particolare quello che interesserà il centro-sud nella giornata di sabato 13 (figura 1), e che si renderà responsabile di una severa sventagliata temporalesca sulle regioni del basso Tirreno e sulla Sicilia, cui aggiungiamo la perturbazione che si inserirà sui nostri mari tra lunedì 15 e mercoledì 17 (figure 2 e 3), dispensando maltempo un po' ovunque, temporali al centro-sud e le prime nevicate sulle Alpi.

Aggiungiamo anche un bonus extra, anticipandovi che, dopo una tregua interciclonica attesa nella giornata di giovedì 18, un nuovo possibile pesante peggioramento avanzerà venerdì 19 dalla Francia verso il nostro centro-nord (figura 4), dove probabilmente dominerà almeno sino a domenica 21 apportando un'ulteriore dose di intense precipitazioni.

Venti forti, mari in cattive condizioni e ripetuti sbalzi termici chiudono il quadro di questo movimentato scorcio stagionale, tanto atteso quanto temuto, perchè la pioggia è una benedizione, ma quando arriva nelle giuste dosi...

Ecco la SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI 19 OTTOBRE 2012:

SABATO 13: schiarite al nord-ovest, instabile sul resto del Paese con fenomeni in accentuazione nel corso della giornata e temporali anche forti su Campania, Calabria, Sicilia e il sud della Puglia. 

DOMENICA 14: condizioni di moderata instabilità al sud, con rovesci sparsi, in temporanea attenuazione. Schiarite e annuvolamenti sul resto del Paese, ma con minor rischio di fenomeni. Prima di sera rapido aumento della copertura sul settentrione, con i primi rovesci attesi su ovest Alpi e Ponente ligure. Venti ovunque in rinforzo fino a burrasca dai quadranti meridionali.

LUNEDI 15: al mattino schiarite su centrali adriatiche e meridione, già grigio al nord. Nel corso della giornata generale peggioramento con sviluppo di precipitazioni che, tra pomeriggio e sera, interesseranno l'intero territorio nazionale. Quote neve in calo sulle Alpi fin verso i 1600 metri a partire dalle creste confinali e settori adiacenti. Ventoso ovunque con mari molto mossi o agitati. Temporaneo rialzo delle temperature al sud, calo invece al nord.

MARTEDI 16 e MERCOLEDI 17: condizioni di generale instabilità, con tempo a tratti anche perturbato contrasegnato da rovesci frequenti e possibili ovunque. Locali temporali. A tratti qualche pausa asciutta, soprattutto nella seconda parte di mercoledì, quando andremo incontro ad una temporanea generale attenuazione dei fenomeni. Ancora ventoso. Temperature in calo anche a centro e al sud.

GIOVEDI 18: temporaneo miglioramento, con alternanza di annuvolamenti, schiarite e basso rischio di precipitazioni. Possibili banchi di nebbia in pianura e nelle valli al mattino. In serata aumentano le nubi sul nord-ovest con i primi rovesci sulle Alpi occidentali. Quota neve in rialzo oltre i 2600 metri. Temperature massime in aumento.

VENERDI 19: rapido peggioramento al nord, centro e sulla Sardegna, con rovesci, anche temporaleschi. Fenomeni abbondanti al nord-ovest. Altrove tempo di attesa cui seguirà un incipiente peggioramento a partire dalla sera. Temperature in rialzo al sud per forti venti meridionali che porteranno aria nord-africana, in calo invece al centro-nord per le precipitazioni e l'inserimento di aria più fredda di origine atlantica.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum