Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Settimana tra piogge, sole...ed un finale col botto?

La perturbazione che attraverserà l'Italia tra mercoledì e giovedì potrebbe essere solo l'antipasto di un più cospicuo peggioramento per la fine di questa settimana. Mentre la terza perturbazione di settembre (quella di mercoledì) sembra certa, la quarta (quella di domenica) presenta ancora molti punti oscuri. Cerchiamo di analizzare la situazione.

La sfera di cristallo - 17 Settembre 2012, ore 14.30

Ecco gli ultimi aggiornamenti circa la perturbazione che mercoledì attraverserà il centro-nord. Il medesimo sistema frontale agirà piu attenuato anche al sud nella giornata di giovedì 20, per poi sfilare abbastanza velocemente verso la Penisola Balcanica.

Quali saranno le regioni maggiormente interessate da questo passaggio? Nella mattinata di mercoledì la Lombardia e il settore centro-orientale della Liguria. Tra il pomeriggio e la sera invece le piogge (o i temporali) riguarderanno principalmente il Triveneto e l'alta Toscana.

Nella giornata di giovedì 20, la struttura perturbata impegnerà anche parte del meridione, ad eccezione forse della Sicilia e del settore ionico, per poi sfilare abbastanza celermente verso levante.

Abbiamo volutamente aperto la nostra disamina settimanale con i dati che al momento ci appaiono più certi, ovvero quelli inerenti al passaggio perturbato di mercoledì e giovedì. Successivamente, la situazione sullo scacchiere europeo e sul Vicino Atlantico andrà notevolmente complicandosi e davanti a noi si aprirà un periodo ancora di difficile inquadramento.

Cosa potrebbe succedere da venerdì 21 settembre in poi? Cerchiamo di riassumere brevemente il tutto, evitando di essere prolissi.

1) L'alta pressione delle Azzorre che fino ad ora ha controllato il tempo dell'Europa occidentale uscirà di scena. La struttura stabilizzante verrà attirata in Atlantico e punterà il suo naso addirittura verso i Banchi di Terranova, quindi molto lontano da noi.

2) Dal nord Atlantico si farà strada una corposa discesa di aria fredda, che verrà aiutata nel suo incedere verso sud proprio dalla spalla azzorriana presente più ad ovest. Il suo intento sarebbe quello di stravolgere il pattern atmosferico attuale, con la creazione di un vasto canale ciclonico tra il Vicino Atlantico, l'ovest Europa ed il bacino occidentale del Mediterraneo.

3) la grossa incognita, ovvero l'ex uragano Nadine, che è già in prossimità delle Isole Azzorre...e che vorrebbe anch'esso prendere parte alla festa!

Proprio la presenza di questo ex uragano sta mandando in crisi molte elaborazioni. Di conseguenza risulta molto difficile azzardare una previsione anche solo a medio termine.

Il problema riguarda l'eventuale suo agganciamento con la colata meridiana sopra citata. Se l'aggancio avvenisse, l'asse del maltempo verrebbe spostato molto ad ovest e l'Italia godrebbe di un fine settimana qualtomeno accettabile.

Se l'aggancio non ci fosse e l'ex uragano venisse estromesso dalla circolazione, la saccatura verrebbe avanti in fretta, compromettendo il tempo della domenica e dell'inizio della prossima settimana con piogge anche pesanti al centro-nord.

La situazione è tutt'altro che scontata, ma nelle ultime ore l'ipotesi del NON AGGANCIO sembra prendere maggiormente piede nelle elaborazioni. Di conseguenza le possibilità per un serio peggioramento domenicale aumentano, fino al 55% ( per adesso).

Come vedete, abbiamo già molta carne al fuoco. Se non vi basta e volete sapere anche la linea di tendenza a lungo termine, potete leggere la rubrica "Fantameteo" qui di seguito riportata. Per il momento, ecco le previsioni per i prossimi sette giorni in Italia.

Martedì 18 settembre: tempo abbastanza buono su tutta l'Italia. Un po' di nubi al sud, solo occasionalmente associate a piogge. Nubi in aumento invece al nord-ovest con qualche pioggia sulle Alpi a fine giornata. Caldo sopportabile.

Mercoledì 19 settembre: peggioramento al nord con piogge sparse e temporali. Estensione dei fenomeni verso le regioni centrali tirrenicche e sul nord della Sardegna nel pomeriggio. Ancora in attesa il sud. Temperature in calo al centro-nord, un po' caldo al sud.

Giovedì 20 settembre: qualche rovescio o breve temporale al mattino sul medio Adriatico e al sud, in via di attenuazione. Per il resto situazione in miglioramento senza fenomeni. Ventoso e temperature in calo specie al sud.

Venerdì 21 settembre: giornata di tregua, con cielo sereno quasi ovunque e temperature gradevoli.

Sabato 22 settembre: bel tempo su tutte le regioni, ma nel pomeriggio peggiora al nord-ovest con i primi fenomeni. Temperature in aumento al centro-sud stante il rinforzo di correnti sciroccali.

Domenica 23 e lunedì 24 settembre ( attendibilità 55%, previsione da confermare). Tempo perturbato al nord, sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sardegna con piogge e temporali anche forti. Al sud e sul medio Adriatico tempo migliore e con un aumento delle temperature.

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum