Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Settimana Santa un po' tormentata dall'instabilità

Dopo il breve intermezzo anticiclonico che si consumerà tra oggi, giovedì 21 marzo e domani, venerdì 22 marzo, l'arrivo del week-end riporterà nuove condizioni di instabilità con diversi corpi nuvolosi che distribuiranno precipitazioni su diversi settori del Paese.

La sfera di cristallo - 21 Marzo 2013, ore 15.45

La tiepida e mite parentesi anticiclonica di queste ore avrà vita breve. A partire dal prossimo week-end una nuova estesa e complessa figura di bassa pressione influenzerà nuovamente lo stato del tempo sul nostro Paese distribuendo diverse precipitazioni a spasso per lo stivale. Si tratterà essenzialmente di una depressione di origine atlantica che nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 inizierà ad abbordare le regioni occidentali italiane portando con se un aumento della nuvolosità. Nuove precipitazioni si affacceranno soprattutto sulle regioni settentrionali ed in parte sulla Sardegna mentre il resto del Paese rimarrà in una situazione di attesa.

Le condizioni del tempo con tutta probabilità diverranno più instabili anche sul resto della penisola italiana con l'arrivo di lunedì 25 e martedì 26 marzo quando il complesso sistema ciclonico, inizialmente costituito da una sola depressione atlantica in movimento verso il Mediterraneo centrale, riceverà contributi artici dal vasto serbatoio di aria fredda ancora presente sull'Europa nord-orientale. Questo serbatoio di aria fredda risulta ancora particolarmente longevo nonostante l'avanzato periodo stagionale, portando temperature sotto la media su diverse aree della Mitteleurope con locali episodi nevosi sino a quote pianeggianti. 

Proprio la confluenza di una parte dell'aria fredda verso il Mediterraneo, favorirà una generale depressione del geopotenziale su tutto il territorio italiano, predisponendo l'atmosfera alla genesi di numerosi episodi di instabilità. All'interno di quest'area a basso geopotenziale, diversi minimi di bassa pressione definibili "da contrasto" governeranno il tempo del nostro Paese muovendo a spasso per l'Italia alcuni corpi nuvolosi associati a precipitazioni.

Da sabato 23 alla mattinata di lunedì 25 marzo le precipitazioni impegneranno soprattutto le regioni settentrionali mentre a partire dal pomeriggio del 25, la formazione di un minimo ciclonico tra basso mar Adriatico e mar Jonio determinerà l'innesco della passata precipitativa anche sulle regioni del centro-sud.

La seconda metà della settimana da mercoledì 27 a venerdì 29 sarà segnata da un nuovo aumento della pressione e del geopotenziale sull'Europa occidentale. Questo aumento del geopotenziale porrà le basi ad una parte delle festività pasquali che saranno probabilmente improntate al tempo buono e soleggiato su quasi tutto il Paese, come previsto su questo articolo --> http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Festivita-pasquali-a-meta-strada-tra-il-tempo-soleggiato-e-la-pioggia/40890/.

In questo frangente le ultime precipitazioni appartenenti al nuovo ciclo instabile si consumeranno soprattutto sulle regioni del centro e del sud con il settentrione che reciterà un ruolo marginale, interessato da precipitazioni più modeste ma con quota neve più bassa.

Sintesi previsionale da venerdì 22 a giovedì 28:

Venerdì 22: promontorio anticiclonico governa il tempo del nostro Paese portando condizioni soleggiate ovunque. Temperature su valori molto tiepidi soprattutto durante il pomeriggio, la ventilazione sarà debole variabile con tendenza a ruotare dai quadranti meridionali in serata su alto mar Tirreno e mar Ligure.

Sabato 23: graduale aumento della nuvolosità già a partire dalla mattinata sulle regioni del centro e del nord, con precipitazioni in arrivo dalla serata soprattutto su Liguria, Piemonte e Lombardia, quota neve 1200-1300 metri. Altrove situazione di attesa con venti di Scirocco in graduale rinforzo lungo tutte le regioni tirreniche, associato ad un modesto aumento della nuvolosità senza precipitazioni. Tempo buono sulle regioni meridionali e lungo i versanti adriatici. Temperature stazionarie al centro ed al sud, in lieve calo al nord, soprattutto i valori massimi.

Domenica 24: un blando minimo di bassa pressione ad ovest della Corsica, trascina un sistema frontale sino alle regioni centro-settentrionali con precipitazioni che in mattinata interesseranno soprattutto la Liguria centro e levante, la media e alta Toscana, la Lombardia e poi le regioni di nord-est, quota neve 1300-1500 metri. Cielo nuvoloso lungo le regioni tirreniche, tempo migliore su medio e basso adriatico e sull'Italia del mezzogiorno. Temperature stazionarie al centro ed al nord, in aumento sino a valori assai tiepidi al sud, dove l'isoterma +15 a 850hpa sfiorerà le coste meridionali sicule. Venti moderati di Scirocco ad eccezione del mar Ligure dove soffierà la Tramontana.

Lunedì 25: ultime precipitazioni sulle regioni del nord, seguite da un miglioramento del tempo dalla seconda metà della giornata. Minimo di bassa pressione si scava sulle regioni centrali determinando nuvolosità in aumento sulle regioni del centro-sud con precipitazioni che in giornata interesseranno Calabria, Campania, Puglia ed il Molise. Ventilazione variabile a regime ciclonico; Tramontana su mar Ligure, Maestrale su medio e basso Tirreno, Scirocco su Sicilia, mar Jonio, medio e basso Adriatico, Bora su alto Adriatico. Temperature stazionarie al nord ed al centro, in calo al sud.

Martedì 26: persiste blando minimo di bassa pressione sull'Italia centrale. Qualche precipitazione in giornata sulle estreme regioni meridionali. (Sardegna meridionale, Sicilia e Calabria) Venti moderati a regime ciclonico con prevalenza di venti meridionali al sud, venti settentrionali od orientali al centro-nord. Temperature in leggera flessione al nord, stazionarie al centro ed al sud.

Mercoledì 27 - Giovedì 28: nuovo minimo di bassa pressione tra Sardegna e Corsica, determina ultima passata di precipitazioni sul Paese. Sul nord il cielo risulterà nuvoloso con delle precipitazioni che potrebbero risultare nevose a quote molto basse. Precipitazioni anche al centro e parte del sud ma con quota neve sensibilmente più alta. Venti moderati meridionali al centro ed al sud, a componente settentrionale sulle regioni del nord. Temperature stazionarie su valori freschi al nord, più miti al centro ed al sud.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.09: SS62 Della Cisa

problema sdrucciolevole

Fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra 23 m dopo Incrocio Passo Della Cisa (Km. 56,2) e..…

h 09.08: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A13 Bologna-Padova (Km. 14,4) e A..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum