Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Settimana con meno autunno e piu INVERNO sull'Italia

La situazione sullo scacchiere europeo inizia finalmente a modificarsi verso scenari decisamente più invernali. Il punto della situazione.

La sfera di cristallo - 20 Gennaio 2014, ore 14.22

L'autunno infinito che ha spodestato gran parte della stagione invernale, potrebbe perdere la propria egemonia sullo Stivale a partire dalla seconda parte di questa settimana.

Il flusso umido e mite proveniente dall'Atlantico inizierà ad ondulare maggiormente. Ciò dovrebbe consentire all'aria fredda di scendere finalmente di latidudine ed irrompere su gran parte dell'Europa centro-orientale entro il prossimo week-end.

Sull'Italia non arriverà il gelo, ma la situazione subirà comunque un mutamento, supportato da una riduzione dell'anomalia termica positiva che ha contraddistinto questo primo scorcio di stagione.

Le "prove tecniche" di questa nuova situazione verranno probabilmente effettuate tra le giornate di giovedì e venerdì. In questo frangente, un nuovo fronte perturbato interesserà la nostra Penisola, ma questa volta verrà seguito da aria decisamente più fredda. Ciò si ripercuoterà sia sui nostri termometri, sia sul limite delle nevicate, che al nord si posizionerà molto in basso.

La prima cartina che vedete poco sopra rappresenta la situazione sinottica attesa per le prime ore di venerdì 24 gennaio. La percussione dell'aria fredda da nord-ovest formerà un minimo di pressione all'altezza del Mar Ligure, che muovendosi  poi verso sud trascinerà i termometri verso il basso ( anche se non troppo) ad iniziare dal settentrione.

Si tratterà del primo tentativo di far cambiare le correnti sull'Italia: non più umidi e miti venti da sud o da ovest, bensì aria nuova e piu fredda proveniente dai quadranti settentrionali.

Se ci spingiamo al prossimo fine settimana, il cambio di circolazione ci appare ancora più incisivo.

La cartina inquadra le temperature a 1500 metri di altezza previste per domenica 26 gennaio. Come vedete, il freddo sarà ad un passo dall'Italia e le correnti tenderanno ad orientarsi dai quadranti settentrionali.

Questo cambiamento sarà duraturo o solo un fuoco di paglia? La risposta la troverete nella rubrica Fantameteo qui di sèguito riportata.

SINTESI PREVISIONALE FINO A LUNEDI 27 GENNAIO

Martedi 21 gennaio: ancora piogge sparse al centro-sud in un contesto abbastanza mite. Situazione in miglioramento al nord. Ventoso al centro-sud con mari agitati.

Mercoledi 22 gennaio: qualche pioggia possibile sul Tirreno e la Liguria, per il resto nubi sparse con precipitazioni in genere poco probabili. Clima ancora poco freddo.

Giovedì 23 gennaio: nubi un aumento sulla Sardegna e al nord-ovest con le prime precipitazioni, in estensione al Tirreno entro la serata. Neve al nord sopra i 300-400 metri, altrove nubi sparse e basso rischio di fenomeni. Temperature in calo al nord.

Venerdì 24 gennaio: peggiora al centro-nord: piogge, ma anche nevicate sopra i 300-500 metri sulle Alpi, 800 metri sulla dorsale appenninica. In attesa il meridione con tempo discreto.

Sabato 24 e domenica 25 gennaio: instabile al centro e al sud con pioggia e neve in Appennino. Tempo migliore, ma più freddo, ad iniziare dal nord.

Lunedì 26 gennaio: ultime incertezze al meridione, in attenuazione, per il resto nubi sparse, con ampie schiarite e basso rischio di fenomeni. Clima freddo e ventoso.

 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum