Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Riscossa della primavera avvertibile al nord, instabilità ancora ostinata sui settori meridionali

Il consolidamento di una zona anticiclonica sui settori posti a nord delle Alpi, determinerà l'attivazione di una circolazione orientale dei venti. Ritrovandoci sul settore orientale di un vasto ed intenso anticiclone, le regioni del nord sperimenteranno le condizioni atmosferiche migliori, al centro ed al sud la circolazione d'aria più fresca ed instabile rinnoverà condizioni atmosferiche incerte.

La sfera di cristallo - 6 Marzo 2014, ore 15.30

L'esordio di questa prima decade marzolina si porterà dietro alcune importanti modifiche alla circolazione generale atmosferica, una situazione che consentirà di tirare un sospiro di sollievo sulle regioni del nord e sui settori centrali tirrenici, dove le precipitazioni cesseranno di cadere per diversi giorni. L'instabilità in questo frangente tenderà a farsi sentire maggiormente sui settori meridionali e sul versante adriatico.

Sotto un certo punto di vista, la circolazione atmosferica che si prospetta sul suolo italiano nei prossimi 5-7 giorni, appare ribaltata rispetto a quelle che sono state le caratteristiche salienti dell'inverno appena trascorso. Responsabile di questa particolare situazione, la strutturazione ed il consolidamento di una zona anticiclonica arroccata ai settori europei nord-occidentali. Da questa zona d'Europa l'anticiclone dirigerà le operazioni di comando, determinando una brusca interruzione della circolazione fortemente zonale che ha regnato incostrata sull'Europa durante tutto il trimestre invernale.

La persistenza di questo nuovo pattern atmosferico, agevolerà lo scivolamento di aria più fresca che dai settori orientali europei si porterà verso il nostro territorio. La circolazione più fresca ed instabile non si farà però sentire ovunque, essa porterà ripercussioni soprattutto sul tempo delle regioni meridionali, con effetti più sensibili lungo i versanti adriatici.

Dalla sua posizione a cavallo tra penisola Iberica, Francia, Regno Unito e Germania, l'anticiclone resterà abbastanza stazionario ai settori europei occidentali, l'aria più fresca proveniente dai Balcani e dai settori europei orientali, avrà così via libera in direzione dell'Egeo e dei settori italiani meridionali, ove andranno rinnovandosi ancora per diversi giorni, condizioni di instabilità sparsa.

Anche sulle regioni settentrionali la circolazione eolica risulterà mediamente orientale, tuttavia la maggiore vicinanza dell'anticiclone farà la differenza non solo sotto il punto di vista di nubi e precipitazioni, in questa sede assai più rare se non del tutto assenti, ma anche sotto il profilo termico. Il processo subduttivo innescato dai moti discendenti insiti nell'anticiclone, farà lievitare le temperature (soprattutto nei valori massimi) sino a valori molto miti, in condizioni generali di bassa umidità relativa. Al momento non possono essere escluse neppure temperature massime vicine o pari a 20°C su Liguria e Toscana tra domenica 9 e martedì 11.

Sintesi previsionale da venerdì 7 a giovedì 13 marzo:

Venerdì 7: tempo buono sulle regioni del nord, variabilità sulla Sardegna e sui settori centrali con addensamenti più compatti nei versanti adriatici. Instabilità, rovesci ed occasionali temporali al sud. Ventilazione orientale con temperature miti al nord, più fresche al meridione.

Sabato 8 - domenica 9: generale miglioramento del tempo che si farà sentire su tutto il Paese. Cielo sereno al nord, qualche nube sparsa ma senza precipitazioni al centro ed al sud. Ventilazione ancora orientale su tutto il Paese. Temperature in aumento ovunque ma i picchi termici più elevati si faranno sentire soprattutto sulle regioni settentrionali dove i valori massimi potrebbero portarsi prossimi ai 20 gradi nelle zone esposte al sottovento.

Lunedì 10 - martedì 11: ancora tempo buono al nord, sulla Sardegna e su parte del centro, nuovo aumento delle nubi al sud, associate a qualche precipitazione sparsa. Temperature in lieve flessione, attestate sempre su valori molto miti segnatamente al nord mentre risulteranno più fresche al mezzogiorno.

Mercoledì 12 - giovedì 13: una posizione più defilata dell'anticiclone potrebbe favorire l'ingresso d'aria più fresca sull'Italia, con effetti maggiori ancora una volta indirizzati alle regioni meridionali. Venti orientali in rinforzo con flessione termica avvertibile ovunque. (previsione da confermare)


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.24: A2 Autostrada del Mediterraneo

blocco

Impianto di distribuzione carburante chiuso a Area di servizio Galdo in direzione Reggio Calabria..…

h 20.23: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente a Barriera Di Milano Est (Km. 140,3) in direzione Milano dalle 20:20 del 21 mag 2018…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum