Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando l'autunno gioca a fare l'inverno

Zampata invernale sull'Italia: sarà la prima di una lunga serie? Proviamo a capirci qualcosa di più...

La sfera di cristallo - 19 Ottobre 2007, ore 15.48

Abbiamo parlato diffusamente stamane degli indici teleconnettivi che sembrano davvero favorevoli ad eventi importanti per l'Europa nelle prossime settimane: ondate di freddo e fasi perturbate (specie al centro-sud) potrebbero ripetersi ad intervalli più o meno regolari per il resto dell'autunno e per tutta la prima parte dell'inverno. Il vortice polare e di conseguenza la corrente a getto vivono una fase di particolare quiete, che prelude a sganciamenti di colate fredde anche vistose verso il sud dell'Europa. Obiettivo? Difficile dirlo ora ma è certo che una distribuzione della pressione che vede un anticiclone stabilmente sganciato sul nord del Continente, sia essa la Scandinavia, la Russia o il vicino Atlantico (NAO negativa) fa ben sperare per una evoluzione dinamica della situazione alle nostre latitudini. In più c'è la QBO, quasi biennale oscillazione dei venti nella stratosfera tropicale, ad aiutarci in tal senso e non ultimo la deriva della linea di convergenza intetropicale. In altre parole l'anticiclone africano è quasi dato per disperso. In un contesto simile l'irruzione fredda che ci apprestiamo a vivere nel week-end sarà probabilmente solo la prima di una serie di avvezioni che caratterizzerà la stagione autunnale. (potrebbero verificarsene almeno altre 2-3 prima del debutto dell'inverno meteorologico). La depressione in arrivo si dimostrerà ballerina, danzando tra Italia e Balcani e finendo per riproporsi per tutta la prossima settimana sulle nostre regioni, sia pure indebolita. Sarà incastrata ad est, incastrata ad ovest e a nord dalla presenza ingombrante di un anticiclone enorme con massimi al suolo anche di 1040mb, cercherà il sostegno dell'Atlantico. Lo troverà? Tutto dipende come sapete dal posizionamento dell'alta pressione. La novità è che, con una mossa a sorpresa, proprio l'anticiclone potrebbe spianare la strada a nuove correnti perturbate e fredde in arrivo da nord. Come farà? Con una mossa anomala, ma non troppo, potrebbe addirittura ritirarsi sull'Islanda, rubando il posto alla famosa depressione semipermanente che "vive" in quelle zone. Un simile affronto è proprio indice di un vortice polare "rimbesuito". Fosse così sarebbe davvero inverno per noi e per gran parte d'Europa ma anche se arrivasse una glaciazione improvvisa state certo che i benpensanti, per non venir meno al "politically correct", direbbero che è colpa dell'effetto serra; l'hanno fatto con la povera Fiscalina, volete che perdano l'occasione per ribadirlo con un inverno più freddo del solito? (Ammesso e concesso che lo sia veramente). Peccato che lì a due passi, al Grand Hotel di Dobbiaco, trasformato in museo della montagna e in ostello, si mostri come le Dolomiti non siano eterne e in particolare colpisce una riproduzione delle tre cime di Lavaredo oggi e tra qualche secolo. La seconda mostra le cime ormai ridotte a modesto detrito, ma sotto si precisa che si tratta di un fenomeno assolutamente naturale ed inevitabile. Scusate l'excursus, godetevi questo anticipo d'inverno e smettete almeno per qualche giorno di pensare ad inquinamento e riscaldamento globale... SINTESI PREVISIONALE SINO A VENERDI 26 OTTOBRE 2007: Sabato 20 ottobre 2007 Su tutto il Paese condizioni di instabilità con qualche rovescio tra mattino e primo pomeriggio su nord-est, Liguria, Emilia-Romagna in trasferimento verso la Sardegna e le regioni centrali. Temporali previsti sulla Sardegna in movimento verso Eolie, Sicilia settentrionale e Calabria tirrenica. In serata maltempo al sud e rovesci sul medio Adriatico, sereno al nord e sulle centrali tirreniche, salvo la Sardegna ed il basso Lazio dove insisterà ancora della nuvolosità. Nel frattempo nuovo aumento della nuvolosità sulle Alpi e neve sui crinali di confine nord-orientali. Temperature in diminuzione. Vento in sensibile rinforzo dai quadranti nord-orientali. Domenica 21 ottobre 2007 Giornata perturbata al sud e sulla Sicilia con fenomeni più intensi su Calabria, Golfo di Taranto e Salento, qualche rovescio anche sul medio Adriatico con neve oltre gli 800-900m. Sulla Sardegna e sul basso Lazio instabile con isolati rovesci, sul resto del Paese soleggiato salvo sulle zone settentrionali dell'Alto Adige dove potrà ancora indugiare qualche nevicata fin verso i 700m, più sotto aria secca e niente neve. Ancora vento, ulteriormente freddo. Qualche sconfinamento nevoso non escluso anche sull'Umbria orientale. Gelate mattutine possibili su zone interne e anche in Valpadana nelle zone riparate dal vento. Lunedì 22 ottobre 2007 Bel tempo al nord, sulla Sardegna e sulle centrali tirreniche ma con possibili gelate mattutine. Nuvolaglia al sud e sulle centrali adriatiche con qualche rovescio, nevoso oltre gli 800-1000m. Martedì 23 ottobre 2007 Nuvolosità irregolare su tutto il Paese con possibili piogge sui versanti orientali e le due isole maggiori, più sole al nord-ovest. Temperature in lieve rialzo. Da mercoledì 24 a venerdì 26 2007 L'evoluzione dipenderà dal posizionamento della depressione, ormai declassata a goccia fredda. Si ipotizza comunque qualche precipitazione al nord, nevosa in montagna e fenomeni sparsi anche sul centro Italia, ma è bene aggiornarsi.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.23: A55 Tangenziale Sud Di Torino

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Autoporto S.I.T.O. (Km. 20,1)..…

h 07.21: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Di Milano Est (Km. 140,3) e V..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum