Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Pronti all'ultima vera sfuriata invernale?

Da lunedì sarà nuovamente inverno con la I maiuscola. Attese nevicate anche in pianura e un sensibile calo termico, segnatamente al nord e al centro.

La sfera di cristallo - 23 Febbraio 2006, ore 15.33

L'ultimo asso nella manica il Generale Inverno lo calerà la prossima settimana con una lingua gelida protesa in quota dalla Scandinavia verso il nostro settentrione, pronta a generare o ad alimentare minimi depressionari al suolo in grado di dispensare neve su molte regioni del nord e del centro e, naturalmente, anche sull'Appennino meridionale. Potremo assistere a due passaggi perturbati: il primo DIRETTO tra lunedì 27 e martedì 28 con molti rovesci nevosi ancora da localizzare, il secondo MENO DIRETTO ma più produttivo in termini di precipitazioni tra il 2 e il 3 marzo. In seguito potrebbe entrare "MAMMA Atlantico" con il suo alito più mite quantunque sempre poco stabile. La sfera proverà ad entrare nello specifico sul primo passaggio perturbato che vedrà al suolo un minimo al suolo allargato sull'Italia con isobare più fitte al nord votate a proporre correnti da est nei bassi strati, isoipse disposte da SW fredde in quota, valori di -5°C fin sotto i 1500m, visti i bassi geopotenziali ed occasione dunque per nevicate sino in pianura per gran parte della Valpadana, escluso forse il Piemonte occidentale e parte della Valle d'Aosta. Martedì il minimo interesserà soprattutto le regioni centrali portando neve a quote molto basse sull'Appennino, mercoledì tregua gelida. SINTESI PREVISIONALE sino a GIOVEDI 2 marzo: VENERDI, 24 febbraio 2006 Maltempo su tutto il Paese, schiarite solo in Sicilia, al nord neve in abbassamento sino in collina, a tratti anche a quote più basse sull'Emilia, il Piemonte e la fascia pedemontana in genere, sull'Appennino centrale fiocchi a quote comprese tra 600 ed 800m, localmente a quote più basse sul settore toscano e marchigiano. Temperature in calo moderato. SABATO, 25 febbrazio 2006 In mattinata ancora nuvoloso al nord con qualche nevicata sino a quote collinari, tendenza a miglioramento, al centro e al sud ampie schiarite ma con rischio di locali rovesci pomeridiani, specie in Appennino, temperature in aumento nei valori massimi al centro. DOMENICA, 26 febbraio 2006 Giornata discreta al nord e al centro, incerta su Sardegna e meridione con qualche pioggia o rovescio, specie sul settore tirrenico. Temperature stazionarie o in lieve calo al sud. LUNEDI, 27 febbraio 2006 NORD-OVEST Nevicate su Lombardia, basso Piemonte orientale e Liguria dapprima sino in collina, poi anche in pianura, altrove asciutto temperature in diminuzione. NORD-EST Al mattino rovesci sparsi, nevosi a quote sempre più basse, nel pomeriggio ulteriori rovesci nevosi anche anche in pianura. Flessione delle temperature. CENTRO Peggioramento sulla Toscana, l'Umbria con neve oltre i 600m, altrove incerto ma in peggioramento con precipitazioni a partire dal Lazio. SUD Giornata nuvolosa e piovosa sulle coste tirreniche, probabilmente asciutto altrove. MARTEDI, 28 febbraio 2006 NORD-OVEST In mattinata ancora neve sulla Lombardia e la Liguria, più sporadica sul resto del nord-ovest con tendenza a miglioramento ma con inserimento del vento e freddo. NORD-EST Perturbato con nevicate a quote molto basse, spesso anche in pianura, tendenza a miglioramento in serata a partire da est Lombardia ed alto Adige. Temperature in ulteriore calo, gelido nelle Alpi. CENTRO Maltempo con neve anche a quote molto basse, probabilmente fino in pianura in Toscana e attorno a 300-500m altrove. Ventoso e freddo. SUD Instabilità in accentuazione con rovesci a partire dalla Campania e dal pomeriggio con neve sino a 700m, Libeccio, temperature in moderato calo. MERCOLEDI, 1 marzo 2006 NORD-OVEST Giornata fredda e ventosa, ma sempre più soleggiata. Temperature sotto la media. NORD-EST Freddo e ventoso ovunque, bora forte sul Golfo di Trieste. CENTRO Ancora neve sull'Appennino laziale, marchigiano ed abruzzese a quote molto basse 200-300m, per il resto tendenza a miglioramento con vento teso da nord e freddo. SUD Tempo perturbato, con piogge e neve in Appennino già a partire dai 400-500m. Temperature in calo. GIOVEDI, 2 marzo 2006 NORD-OVEST Dapprima soleggiato e freddo, rapido aumento della nuvolosità a partire da Liguria ed Alpi piemontesi e valdostane con possibili nevicate dalla sera, probabilmente sino in pianura e sulla costa ligure. Temperature stazionarie. NORD-EST Giornata molto fredda con aumento della nuvolosità nel corso della giornata. CENTRO Irregolarmente nuvoloso, con aria fredda; rovesci nevosi a bassa quota in Appennino nel pomeriggio, specie sul versante adriatico. SUD Ultimi rovesci nevosi in Appennino, ma prevalenza di schiarite ma ancora in un contesto variabile, freddo e ventoso.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.34: A55 Tangenziale Sud Di Torino

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Debouche' (Km. 13,3) e Svincolo Stupinigi (Km. 15,1) i..…

h 23.29: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Caserta Sud (Km. 740,6) e Allacciamento Asse Supporto (Km. 746,2)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum