Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Primavera spiazzata, torna in pista l'inverno

Da martedì a giovedì sfuriata invernale sul nostro Paese con venti forti, freddo e neve a bassa quota, specie in Appennino. Qualche fiocco anche in Valpadana nella serata di martedì, specie ad est. Da venerdì variabilità in attesa di un possibile nuovo peggioramento per lunedì.

La sfera di cristallo - 3 Marzo 2008, ore 14.53

L'inverno si riprende una piccola rivincita sul Mediterraneo centrale dopo essere stato un po' umiliato da un anticiclone crudele che gli ha negato per gran parte della stagione le sue tradizionali scorribande sul territorio italiano. Un'alta pressione tenace, che farà muro sino all'ultimo. Un muro che è costato 14 vittime nel fine settimana, perchè la depressione EMMA ha dovuto farsi largo a forza pur di transitare sul settore centro-orientale del Continente e le due figure antagoniste si sono affrontate a colpi di vento, finendo per provocare gravi danni. Ora la corrente a getto rallenterà un po' e questa volta una saccatura affonderà nel centro del Mediterraneo e questa volta le Alpi nulla potranno contro la forza dirompente dell'aria fredda di origine artica marittima, che finirà solo inizialmente per impattare contro le Alpi, ma che subito dopo troverà due vie d'uscita per raggiungere l'Italia: la valle del Rodano e la porta della Bora con l'effetto di provocare la formazione di una depressione che rimarrà con noi sino a venerdì portando i suoi effetti in termini di precipitazioni soprattutto al centro-sud e numerosi rovesci di neve sull'Appennino centro-settentrionale. La temporanea formazione di un minimo al suolo anche in Valpadana, unitamente al contrasto termico che si verrà a creare nella serata di martedì, potrà dar luogo a rovesci nevosi sino in pianura sul settentrione, in particolare sul settore centro-orientale. La depressione rimarrà attiva sull'Italia sino a venerdì ma gradualmente le temperature tenderanno a rialzarsi e i fenomeni perderanno intensità anche al centro-sud. La ferita però potrebbe rimanere aperta e nel fine settimana una nuova saccatura potrebbe agganciare la depressione ormai spossata originando una nuova fase di maltempo, dai connotati però meno invernali, da lunedì 10 marzo. SINTESI PREVISIONALE SINO A LUNEDI 10 MARZO 2008 Martedì 4 marzo: al nord peggioramento con piogge sparse al mattino su est Lombardia e Triveneto con neve sulle Alpi oltre i 1200-1500m ma in graduale abbassamento sin sotto i 1000m, nel pomeriggio e soprattutto in serata nubi in accentuazione anche sul resto del settentrione con rovesci anche temporaleschi, nevosi occasionalmente sino in pianura sulla Lombardia ed il basso Piemonte. Neve anche sul versante padano dell'Appennino ligure, probabilmente asciutto su alto Piemonte e bassa Valle d'Aosta. Nella notte peggioramento più intenso sull'Emilia-Romagna con nevicate sin sui 200m. Al centro nubi su tutta la fascia tirrenica con piogge sparse, più probabili sulla Toscana, la Sardegna e l'Umbria. Schiarite temporanee sul versante adriatico. Al sud nubi sul Tirreno ma tempo asciutto. Poco nuvoloso altrove. Temperature in calo al nord. Mercoledì 5 marzo: giornata instabile sulle pianure del nord e su Liguria ed Emilia-Romagna con rovesci nevosi possibili sia al mattino presto che nelle ore pomeridiane. Sulle Alpi e le Prealpi poco nuvoloso ma freddo e ventoso. Al centro-sud giornata perturbata con pioggia, vento, temporali sulla fascia costiera e nevicate sull'Appennino centrale sin verso i 400-500m, localmente anche più in basso in Toscana ed Umbria. Sull'Appennino meridionale oltre gli 800-1000m. Temperature in calo ovunque. Giovedì 6 marzo: ancora tempo instabile al centro-sud con neve oltre i 700-900m in Appennino, ma con quota neve in rialzo sull'Appennino meridionale. Rovesci di pioggia in pianura. Al nord passaggi nuvolosi ma tempo secco e meno freddo durante le ore diurne. Venerdì 7 marzo: generale variabilità ma con pochi fenomeni, salvo residui piovaschi al centro-sud, specie in Adriatico. Generale rialzo termico. Fine settimana 8-9 marzo: variabile con ampie schiarite, tendenza a peggioramento domenica al nord-ovest e sulla Toscana con qualche pioggia verso sera, specie in Liguria. Più mite. Lunedì 10 marzo: perturbato con piogge al nord e sul versante tirrenico del centro, dove ci potrà anche essere qualche temporale lungo le coste. Nevicate sulle Alpi oltre i 1500-1800m e sulle cime più alte degli Appennini. Sul medio Adriatico e al sud ancora abbastanza soleggiato o velato ma con tendenza ad aumento della nuvolosità a partire da ovest. Temperature in leggero calo al nord-ovest, stazionarie altrove.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.41: SS131 Carlo Felice

incidente

Incidente a 10,316 km prima di Incrocio Paulilatino (Km. 119,2) in direzione Incrocio Cagliari…

h 11.37: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Valdarno (Km. 335,8) e Incisa - Reggello (Km. 319,9) in direzio..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum