Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Prima settimana di dicembre "a compartimenti stagni"

Si prospetta una situazione meteo abbastanza semplice: il freddo aumenterà progressivamente con la latitudine, mentre gran parte del nostro Continente sarà sotto correnti occidentali molto forti. L'Italia ancora con un clima piuttosto mite, ma dinamico.

La sfera di cristallo - 30 Novembre 2011, ore 13.44

Si inasprisce il divario termico e barico tra il nord ed il sud del nostro Continente.

La cartina qui di fianco riportata si riferisce alla giornata di martedì 6 dicembre.

Il progresso verso sud da parte delle correnti perturbate atlantiche, rispetto alla situazione odierna, è innegabile. Tuttavia, qualunque rinforzo del getto sull'Europa centrale e settentrionale viene immediatamente compensato da un maggiore vigore della struttura anticiclonica posta in basso a sinistra.

Morale della favola, fin tanto che questa situazione non avrà un vincitore, non si andrà da nessuna parte!

Quest'anno il freddo è atteso quasi con ansia, parimenti alla neve sulle nostre montagne. Purtroppo, fin tanto che la situazione resterà impostata lungo i paralleli (come in figura) avremo poche possibilità di avere un deciso calo termico sullo Stivale.

Il freddo resterà relegato in compartimenti stagni, o meglio aumenterà salendo di latitudine, raggiungendo il suo culmine in prossimità del Polo.

In Italia avremo al massimo qualche refolo freddo da nord-ovest, che per i settori alpini confinali potrebbe però bastare. Qui sono attese nevicate discretamente abbondanti, soprattutto tra martedì e mercoledì; un po' d'inverno laddove la stagione fredda dovrebbe essere già attiva da tempo.

In evidenza anche i venti forti, oseremo dire "di tempesta" sull'Europa centrale e settentrionale.

In Italia, invece, ci attende un clima complessivamente variabile, fresco, ventoso, con qualche precipitazione sui settori sopravvento al flusso da ovest, ovvero lungo il Tirreno.

Spariranno i problemi di nebbia, smog ed inquinamento, stante appunto l'allontanamento dell'alta pressione e l'atmosfera molto più vivace.

In seguito come andranno le cose? Arriverà finalmente il freddo? Se volete saperne di più, leggete la rubrica "Fantameteo" qui di seguito riportata.

Per il momento, ecco le previsioni per i prossimi sette giorni in Italia.

Giovedì 1 dicembre: nubi in aumento al nord e su parte del centro. Qualche pioggia su Liguria e Toscana. Per il resto bel tempo o con nubi di poco conto. Ancora nebbia sulle pianure del nord al mattino. Mite ovunque di giorno.

Venerdì 2 dicembre: piogge sparse al nord e sul Tirreno, specie sulla Liguria. Neve sopra i 1400-1500 metri sulle Alpi. Qualche pioggia in serata arriverà anche sulla Campania. Per il resto nubi sparse, con ampie schiarite. Fresco al nord, molto mite al centro ed al sud.

Sabato 3 e domenica 4 dicembre: possibili piogge su tutto il Tirreno, dalla riviera di levante fino alla Campania. Qualche nevicata sulle Alpi sopra i 1300 metri. Lungo l'Adriatico ed all'estremo sud nubi sparse, con ampie schiarite e tempo asciutto. Ventoso.

Lunedì 5 dicembre: nubi sparse al nord e sul Tirreno, con qualche nevicata sulle Alpi e qualche pioggia sulla Toscana. Per il resto bel tempo. Molto mite e ventoso.

Martedì 6 e mercoledì 7 dicembre: neve anche abbondante sui settori alpini confinali, sull'alta Val d'Aosta e l'Alto Adige. Qualche pioggia lungo il Tirreno, per il resto nubi sparse ed assenza di fenomeni. Clima assai ventoso e fresco.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum