Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibili fiocchi bianchi sull'Adriatico tra sabato sera e lunedì mattina

Diminuzione delle temperature su tutto il Paese. Da martedì gradualmente più mite a causa di una nuova affermazione dell'anticiclone delle Azzorre che ci terrà compagnia per gran parte della prossima settimana.

La sfera di cristallo - 13 Gennaio 2005, ore 16.17

Solo conferme ormai rispetto all'ondata di freddo prevista per il fine settimana su gran parte della nostra Penisola, soprattutto su meridione e medio-basso Adriatico. L'anticiclone europeo, infilzato dall'aria fredda, non andrà però assolutamente in crisi, ma si farà rapidamente sostituire nella sua mansione di spazzino delle nubi e paladino del sole dal collega delle Azzorre che, stirato verso est dalla rabbiosa spinta orizzontale della corrente a getto, non ci metterà molto a prendere possesso della Penisola. Così da martedì a giovedì si riproporranno condizioni stabili ovunque e temperature in graduale aumento, specie sui monti e lungo le coste, l'inversione termica invece manterrà ancora intrappolato il freddo nelle vallate e sulle pianure. L'iperattività del vortice polare però dovrebbe essere agli sgoccioli ed è prevista una sua collocazione più favorevole ad una modifica del tempo anche alle nostre latitudini con riflessi più evidenti nell'ultima settimana del mese. Un altro segnale positivo di una variazione barica importante viene dall'ipotesi, a lungo termine, di una risalita verso la Groenlandia dell'anticiclone delle Azzorre. In questo modo un ramo del Vortice Polare finirà per migrare sulla Scandinavia e da qui potrebbe scendere verso l'Europa centrale e l'Italia, soprattutto se si concretizzasse un rafforzamento dell'anticiclone russo-siberiano; sarebbe quella infatti una tenaglia ideale con la quale costringere il Vortice a regalare al nostro Paese un po' di inverno vero. SINTESI PREVISIONALE sino a giovedì 20 gennaio: venerdì 14 gennaio 2005: giornata di sole al nord e sulle regioni centrali tirreniche, variabile ed incerta su medio Adriatico e meridone con locali rovesci, qualche spruzzata di neve sui relativi settori appenninici oltre gli 800-1200m. Ancora nebbie sparse in mattinata in Valpadana in graduale dissoluzione, temperature in lieve calo ovunque, salvo temporanei aumenti nelle zone non più interessate dalla nebbia. Venti in rinforzo da nord, ma solo al centro-sud e sulla Venezia Giulia. sabato 15 gennaio: su Marche, Abruzzo, Umbria orientale e meridione nuvolosità irregolare a tratti intense con rovesci frequenti, più probabili su Abruzzo, Molise e Puglia, dove risulteranno nevosi sino a quote collinari, intorno ai 600 m su Basilicata, Campania orientale e Calabria, sui 700-900m in Sicilia. Altrove bel tempo salvo addensamenti su Reatino e sulla Romagna ma senza fenomeni. Temperature in calo. domenica 16 gennaio: forti venti di Grecale ovunque, Bora al nord, sempre più freddo con il passare delle ore; su Marche, Abruzzo, Umbria orientale e meridione nuvolosità irregolare a tratti intense con rovesci sempre frequenti, più probabili su Abruzzo, Molise e Puglia, dove risulteranno nevosi a tratti sin sul litorale, altrove attorno ai 400m. Sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sardegna bel tempo salvo addensamenti su Reatino, Frusinate e Sardegna orientale con qualche fiocco di neve. Al nord nubi sparse in Valpadana e lungo le vallate prealpine con qualche fiocco di neve qua e là ma prevalentemente concentrato su vallate del torinese e del cuneese. Lunedì 17 gennaio: ancora incertezze su medio Adriatico e meridione con locali rovesci e ancora neve sino a quote collinari, altrove tempo buono salvo residui addensamenti in mattinata sul Piemonte, temperature stazionarie o in lieve aumento in montagna. Martedì 18 gennaio: residui addensamenti su Puglia e Calabria ma con basso rischio di fenomeni, bel tempo altrove, forti gelate mattutine in virtù della attenuazione del vento, massime in generale aumento. Mercoledì 19 e giovedì 20: due giornate soleggiate ovunque, possibili banchi di nebbia mattutini al nord, gelate mattutine, temperature massime in aumento, specie sulla costa ligure.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum