Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile peggioramento "freddo" all'inizio della settimana prossima

L' anomala espansione dell'alta pressione delle Azzorre verso le Isole Britanniche e la Scandinavia determinerà la discesa di aria fredda sull'Italia a partire dalla giornata di domenica, con instabilità diffusa sulla nostra Penisola.

La sfera di cristallo - 11 Maggio 2004, ore 16.30

Nel corso dei prossimi sette giorni, l'Italia verrà interessata da due peggioramenti distinti. Il primo sarà già una realtà nella giornata di mercoledì 12 maggio, con nuove piogge in arrivo per la Sardegna e le regioni centro-meridionali. Tra venerdì e sabato vi sarà una tregua, in attesa però di un secondo peggioramento, questa volta di matrice fredda, che si farà sentire sulle nostre regioni a partire dalla giornata di domenica. Insomma, la situazione a scala europea non muta nella sua sostanza. L'alta pressione delle Azzorre rimane sbilanciata troppo a nord e questo facilita discese fredde verso le basse latitudini europee. Talvolta l'aria fredda preferisce la Penisola Iberica, con l'arrivo sulle nostre regioni dello Scirocco e della pioggia; altre volte, invece, le correnti settentrionali entrano direttamente sullo Stivale ed allora si hanno temperature più basse e tempo instabile. Questa seconda opzione sembra prevalere all'inizio della settimana prossima. Le temperature diminuiranno, ci saranno temporali sparsi e vento anche sostenuto. Tornerà anche la neve sui rilievi, a quote non troppo elevate per la stagione. Gli amanti del caldo e della stabilità duratura dovranno quindi ancora attendere: per i prossimi 7 giorni non si vede nessuna figura di alta pressione in grado di imporsi saldamente sulla nostra Penisola. SINTESI PREVISIONALE Mercoledì 12 maggio: piogge sulla Sardegna, in estensione alle regioni centrali entro la serata. Al nord possibilità di qualche temporale nel pomeriggio sui settori alpini e sul Piemonte. Il sud sarà ancora in attesa, con nubi in prevalenza medio-alte e tempo asciutto. Temperature in calo sulla Sardegna. Giovedì 13 maggio: migliora sulla Sardegna. Tempo discreto anche sul nord-ovest, con basso rischio di fenomeni. Altrove tempo instabile, con possibili temporali più frequenti su Campania, Abruzzo e Molise. Temperature in calo al sud, stazionarie o in lieve aumento al nord. Venerdì 14 e sabato 15 maggio: iniziali condizioni di bel tempo ovunque. Nel pomeriggio sviluppo di nubi cumuliformi su tutti i rilievi con qualche temporale, in possibile sconfinamento verso i litorali tirrenici nel tardo pomeriggio. Temperature in aumento ovunque. Domenica 16 maggio: nuovo peggioramento su Umbria, Marche, Abruzzo e su tutto il sud peninsulare, con precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, più frequenti in Appennino. Al nord e sulla Toscana tempo migliore. Temperature in calo ad iniziare dai settori adriatici. Venti in rinforzo da N. Lunedì 17 e martedì 18 maggio: tempo instabile su tutta la Penisola, in modo particolare lungo i rilievi alpini ed appenninici. Possibilità di temporali soprattutto nel pomeriggio. Temperature in calo. Venti sostenuti ovunque.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum