Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Possibile cambiamento verso la fine del mese

Fino a domenica compresa poche novità, a parte un po’ di instabilità sui rilievi; nel corso della prossima settimana invece correnti umide atlantiche in quota porteranno un graduale aumento della copertura a partire da nord, con qualche breve pioggia in più.

La sfera di cristallo - 21 Agosto 2003, ore 15.18

Possiamo confermare quanto detto stamani: la Groenlandia, con il suo carico naturale di aria fredda, tornerà protagonista del tempo sull’Europa entro pochi giorni. Difatti grazie ad una favorevole disposizione di anticicloni e depressioni, un blocco di aria “gelida” (con temperature anche al di sotto dei –10°C a 1400-1500 metri di quota) si “staccherà” entro martedì prossimo dall’Isola per scendere verso la Norvegia occidentale; una volta raggiunta la costa scandinava l’ammasso di aria artica si dividerà in due tronconi, andando in parte ad affluire all’interno di un grosso vortice centrato sulla Russia, ed in parte dirigendosi invece verso l’Atlantico. Questo movimento, agevolato anche dalla attuale vivacità della corrente a getto polare, innescherà una reazione immediata da parte delle correnti atlantiche, che cominceranno ad “iniettare” aria umida in quota da ovest verso la Spagna, la Francia ed il Mediterraneo settentrionale, favorendo così anche l’abbassamento della pressione atmosferica. L’anticiclone africano quindi perderà il suo ruolo di primo attore, e verrà chiamato in causa solamente all’approssimarsi di un fronte freddo da nord attorno al giorno 28. Il richiamo caldo che precederà la perturbazione infatti potrà permettere alla figura africana di alta pressione di distendersi ancora una volta sulle regioni meridionali e la Sardegna; ma probabilmente si tratterà di un bluff, seguito da un vero e proprio crollo strutturale attorno al giorno 30, la cui entità sarà possibile valutare meglio nei prossimi giorni. Intanto vediamo cosa ci attende fino a giovedì 28: Venerdì 22: Generalmente soleggiato, con isolati temporali pomeridiani sul Friuli e l’Appennino centrale. Temperatura in aumento al nord. Sabato 23 – domenica 24: Poche novità, con brevi temporali pomeridiani sul Triveneto ed i rilievi del sud; ancora soleggiato sulle rimanenti regioni. Temperatura in ulteriore leggero aumento al nord. Lunedì 25: L’aria umida atlantica comincerà ad affluire in quota portando nubi qua e là al nord-ovest e sulla Toscana, mentre in montagna si intensificheranno nuovamente i temporali pomeridiani. Martedì 26 – mercoledì 27: Al nord ed al centro banchi nuvolosi di passaggio alternati ad ampie schiarite; possibili acquazzoni sui rilievi, specialmente quelli alpini, con qualche sconfinamento sulla pianura piemontese e sulla Toscana. Bello al sud. Giovedì 28: Giornata simile alle precedenti, con qualche schiarita in più su Piemonte e Liguria. Temperatura in aumento, specialmente sulle Isole Maggiori ed al sud.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum