Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Pioggia? Avanti tutta...

Quattro nuovi elementi perturbati sono attesi sull'Italia tra martedì e domenica. Tra una perturbazione e l'altra sarà possibile avere pause asciutte ed in parte soleggiate, ma il carico di pioggia in arrivo sarà abbastanza consistente.

La sfera di cristallo - 3 Febbraio 2014, ore 14.50

Molte persone si chiederanno "quando smetterà di piovere?". L'insistenza delle precipitazioni che stanno colpendo l'Italia in questo lungo scorcio d'inverno non ha precedenti negli ultimi anni.

L'impatto della pioggia su un terreno ormai fradicio e franoso ha aggravato ulteriormente i problemi di dissesto idrogeologico del nostro Paese. Purtroppo si piangono ancora vittime, in una spirale alluvionale che sembra non conoscere fine.

Come mai in Italia sta piovendo così tanto? Immaginate un lungo nastro trasportatore, carico di aria umida, che si diparte dall'Oceano Atlantico verso il nostro Continente. All'interno di esso scorrono, uno dopo l'altro, autentici vagoni carichi di pioggia: le perturbazioni atlantiche. 

Sull'Europa centro-occidentale i corpi nuvolosi passano abbastanza velocemente, mentre in area mediterranea tendono spesso a rallentare, invorticandosi sul posto. Questo rallentamento impone una maggiore persistenza delle piogge, che possono cadere dal cielo anche per 2-3 giorni di fila.

Questa situazione sta andando avanti ormai da oltre un mese e mezzo e i terreni non ce la fanno più a drenare ulteriore materia liquida. Da ciò scaturiscono frane, smottamenti e problemi connessi.

Cambierà questa situazione? In tempi brevi purtroppo no! In sostanza, resterà attivo un vivace flusso umido da ovest che trasporterà ulteriori perturbazioni sul nostro Paese. In particolare, tra martedì e domenica in Italia sono attesi 4 passaggi perturbati ( due più deboli e due più intensi).

Il primo, piuttosto debole, è atteso per martedì al nord-ovest e sulla Sardegna, in estensione al resto del centro-nord entro la serata.

Il secondo, più intenso, diverrà realtà al centro-nord nella giornata di mercoledì 5. Come mostra l'immagine accanto, questa perturbazione porterà piogge di un certo peso sulle regioni settentrionali ( Liguria in modo particolare), per poi spostarsi verso il centro-sud nelle prime ore di giovedì, ma qui con fenomeni abbastanza veloci.

Le Alpi faranno di nuovo incetta di neve, tra i 700 e i 1000 metri in media, mentre in Appennino i bianchi fiocchi cadranno a quote più elevate.

Giovedì sarà un giorno di tregua, mentre venerdì ecco il terzo elemento perturbato ( di debole o moderata intensità) che interesserà essenzialmente il nord e la Toscana.

Sabato, anche le piogge di questa perturbazione fuggiranno verso levante, mentre una nuova e più intensa "passata piovosa" è attesa per la giornata di domenica al nord e sul Tirreno.

La seconda cartina che abbiamo preparato ci mostra proprio le cumulate piovose attese per le ore centrali della giornata festiva.

Lunedì, infine, le piogge si trasferiranno al centro-sud, mentre al nord il tempo inizierà a migliorare.

Sarà finalmente finita? Scopritelo, leggendo la rubrica Fantameteo qui di sèguito riportata.

 

SINTESI PREVISIONALE FINO ALLA GIORNATA DI LUNEDI 10 FEBBRAIO.

Martedì 4 febbraio: ancora piogge sparse in Italia alternate a qualche pausa asciutta. Neve sulle Alpi sopra i 1200-1300 metri. Clima non particolarmente freddo.

Mercoledì 5 febbraio: peggioramento al nord, ad iniziare da ovest, con piogge sparse, in estensione alla Sardegna settentrionale e alla Toscana tra pomeriggio e sera. Neve sulle Alpi compresa tra 700 e 1000 metri. Sul resto d'Italia piogge più sporadiche, ma alternate e alternate a lunghe pause. Freddo al nord, mite al centro-sud.

Giovedì 6 febbraio: ultime piogge sui settori orientali, in attenuazione, poi generale tregua sullo Stivale con schiarite e tempo asciutto. Clima non freddo.

Venerdì 7 febbraio: nuove piogge in arrivo al nord e sulla Toscana. Neve sopra i 1000  metri sulle Alpi, altrove tempo più asciutto e molto mite. Peggiora in serata sul Tirreno.

Sabato 8 febbraio: piogge al mattino al centro-sud, in attenuazione. Per il resto giornata di tregua, seguita da un nuovo peggioramento al nord-ovest in serata. Non farà freddo.

Domenica 9 febbraio: perturbato al nord e sulla Toscana con piogge e neve sulle Alpi. Più aperto il tempo al sud. Mite al centro-sud, più freddo al nord.

Lunedì 10 febbraio: migliora al nord e sul Tirreno, ancora piogge altrove in attenuazione nel corso della giornata, non farà freddo.

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum