Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Perturbazioni in passerella natalizia, festività compromesse da nord a sud

Il lungo treno perturbato atlantico sfornerà perturbazioni a raffica. Inizialmente coinvolto in modo particolare il settentrione e la Toscana, in seguito anche le rimanenti regioni, con Natale bagnato soprattutto al nord-est e al centro-sud. Dopo Santo Stefano qualche fiocco a quote basse in Appennino.

La sfera di cristallo - 22 Dicembre 2009, ore 16.20

Prima, a tener banco, sono state le gelide correnti artiche che hanno posto le premesse per le nevicate attualmente in atto al nord. Ora è subentrato di gran carriera l'Atlantico, con i suoi corpi nuvolosi che scorrono ordinatamente in fila indiana dalla regione canarica verso il nostro Paese. La carne al fuoco è davvero tanta. Per focalizzare bene quanto avverrà da qui a tutto il periodo natalizio, dobbiamo ricorrere ad un utilissimo e indimenticato stratagemma, tanto amato negli anni d'oro dell'Atlantico dal grande re della meteo, il Generale Bernacca e dai suoi molti adepti, compreso il sottoscritto: la numerazione progressiva delle perturbazioni. Ebbene, dopo la prima perturbazione, giunta nel primo giorno dell'inverno e che si è resa responsabile delle nevicate al settentrione, ne segue a ruota una seconda, attesa tra il pomeriggio e la sera di martedì 22, lungo la medesima traiettoria della precedente. Potrà essere nuova neve fino in pianura al nord-ovest. Ma non c'è il due senza il tre; ecco infatti la terza perturbazione, attesa il giorno della Vigilia, con coinvolgimento ancora una volta del settentrione. L'aria nel frattempo si sarà scaldata e in pianura cadrà solo pioggia, ma non è tutto. A tambur battente, mentre la perturbazione numero 3 tenderà a lasciare il settentrione, sopraggiungerà la numero 4, destinata stavolta al centro e al sud, dove sono attesi rovesci diffusi, anche intensi lungo le regioni tirreniche. A Santo Stefano, dopo una brevissima tregua, ecco la perturbazione numero 5; anche in questo caso verranno coinvolte le nostre regioni centro-meridionali, dove, tra l'altro, l'ingresso e la miscelazione di aria più fredda, farà progressivamente scendere il limite delle nevicate in Appennino, a tratti fino in collina. A seguire arriveranno anche la 6 e la 7 ma ne parleremo più diffusamente nei nostri prossimi articoli di approfondimento. Insomma, non c'è che dire; un periodo natalizio davvero pregno, durante il quale la Natura darà davvero il meglio e il peggio di sè. Se pensiamo che l'inverno è appena iniziato... TENDENZA PREVISIONALE FINO A MERCOLEDI, 23 DICEMBRE 2009 Al mattino ultimi rovesci su Levante ligure, alta Toscana e Friuli Venezia Giulia, in esaurimento. Nel pomeriggio parziale e temporaneo miglioramento, con sviluppo di qualche bella schiarita, specie sulle Alpi, sulle zone costiere del centro-sud e sulle Isole Maggiori. In serata nuovo aumento della nuvolosità al nord, Toscana e Sardegna ma ancora senza fenomeni. Meno freddo al nord, mite al centro e al sud. GIOVEDI, 24 DICEMBRE 2009 Perturbato al nord e sull'alta Toscana, con rovesci, anche abbondanti su Liguria e fascia alpina. Neve copiosa in quota, specie oltre i 1200 metri, ma anche più in basso su Piemonte e ovest Lombardia. Parzialmente all'asciutto l'Emilia Romagna e la bassa pianura veneta. Sul resto d'Italia nuvolosità irregolare, ma con bassa probabilità di pioggia. Venti meridionali, temperature relativamente non fredde, mari molto mossi. NATALE In mattinata ultimi rovesci al nord e sulle regioni tirreniche fino alla Campania, in attenuazione, con sviluppo di schiarite a partire da nord-ovest, Toscana e Sardegna. In seguito concentrazione dei fenomeni su Triveneto, basso Tirreno, Puglia e Lucania. Tendenza a miglioramento a partire dal pomeriggio. Non farà freddo. SANTO STEFANO Peggiora sulla Sardegna ed, entro sera, su tutto il centro-sud, con rovesci diffusi. Abbassamento del limite delle nevicate sull'Appennino centrale. Tempo migliore al nord. Nuovamente più freddo. DOMENICA, 27 DICEMBRE 2009 Maltempo al centro-sud e sulle Iolse Maggiori, con rovesci, anche diffusi. Neve in Appennino fino a quote medio-basse. Incerto ma asciutto al nord. Moderatamente freddo ovunque. LUNEDI, 28 DICEMBRE 2009 Graduale miglioramento, con cessazione delle precipitazioni. In serata nuove nubi in arrivo al nord-ovest, ma ancora senza conseguenze. MARTEDI, 29 DICEMBRE 2009 Peggiora al centro-nord, con nuove precipitazioni, nevose anche a quote basse, specie al settentrione. Incerto ma asciutto al sud. Freddo moderato.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum