Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Peggioramento moderato tra l'1 e il 2 ma tutti gli occhi sono ormai puntati sul dopo Epifania

Con il termine delle festività possibile svolta nelle condizioni meteorologiche con le azioni dell'alta pressione in calo e penetrazione di saccature nell'area mediterranea con conseguenti apporti di aria fredda.

La sfera di cristallo - 28 Dicembre 2006, ore 15.48

Qualcuno ha evocato gli anni neri, quelli senza un briciolo di neve, stiamo parlando del biennio dell'ORRORE, quello 88-89, 89-90. Beh, le differenze ci sono e per fortuna sono tante. Allora si notava un'alta pressione che faceva davvero paura, spaventò persino il Colonnello Baroni, lo ricordo molto bene. La figura odierna, che ormai potremmo simpaticamente (ma non troppo) definire la SEMIPERMANENTE MEDITERRANEA, ha invece tutta l'aria di non essere indistruttibile. La conferma la stiamo avendo già in queste ore: le nebbie fredde in Valpadana gradualmente si stanno dissipando a partire dal settore occidentale sotto l'incalzare di correnti miti da WSW; è un sintomo di aria in movimento, di scarsa resistenza al pur timido avvicinamento delle correnti atlantiche. La corrente a getto è ancora molto tesa, l'indice NAO (che aiuta a comprendere la distribuzione pressoria alle varie latitudini) è ancora molto alto, eppur qualcosa si muove. Un'alta pressione che fa concessioni può voler dire due cose: 1 o è una pausa di riflessione temporanea 2 oppure è il segnale che il vortice polare sta rallentando la sua corsa impazzita Nel secondo caso, quello che al momento ci sentiamo di cavalcare, aspettiamoci altre sorprese dopo l'Epifania. Oltretutto non ci sarebbe niente di scandaloso nel prefigurare questo scenario, visto che in passato l'inserimento di saccature fredde nel Mediterraneo nel corso del mese di gennaio si è verificato spesso. Bisogna poi confidare in altri segnali: la tendenza della Nao per gennaio a portarsi su valori negativi con possibile formazione di un anticiclone alle alte latitudini e lo spostamento dell'asse anticiclonico azzorriano più verso l'Atlantico che verso l'Europa mediterranea, in questo modo i fronti in arrivo dal nord Europa si troverebbero la strada spianata verso di noi. Comunque sia chi è in montagna sulle Alpi tra l'1 e il 2 vedrà qualche fiocco, chi si trova sul versante adriatico dell'Appennino lo vedrà probabilmente tra il 2 ed il 3, in seguito sino all'Epifania solito braccio teso dell'alta pressione ma, come detto, magari non sarà poi così teso... SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 4 GENNAIO Venerdì, 29 dicembre, sabato, 30 dicembre 2006 e domenica 31 dicembre: giornate uggiose sulle pianure e la fascia costiera, a tratti anche possibili pioviggini o piovaschi, specie su settore costiero ligure, toscano, basso Piemonte, bassa Lombardia ed Emilia-Romagna. Da domenica aumento più importante della nuvolosità sul srttore alpino e prime spruzzate di neve oltre i 1500m, più probabili lungo i settori confinali e sull'alta Valle d'Aosta. Temperature in aumento. Lunedì, 1 gennaio 2007 NORD-OVEST Molto nuvoloso con piogge sparse, più frequenti su Lombardia, levante ligure. Nevicate sul settore alpino oltre i 1500m, prevalentemente concentrate sull'alta Valle d'Aosta, limite in lieve calo dalla sera. NORD-EST Nubi ovunque con spruzzate di neve sulle Alpi orientali e qualche pioggia sulla pianura friulana. In serata ulteriore peggioramento con piogge diffuse, specie sull'Emilia-Romagna, limite delle nevicate in calo sulle Alpi da 1500 a 1300m. CENTRO Molto nuvoloso con piogge sparse sulle regioni tirreniche, in estensione in serata su quelle adriatiche, temporali possibili su Lazio, Toscana e nord Sardegna. SUD Nubi in aumento sulle regioni tirreniche ma ancora senza piogge se non limitate a piovaschi sulla Campania e la Calabria tirrenica, secco altrove e un po' di sole. Martedì, 2 gennaio 2007 NORD-OVEST Deboli piogge sulla Liguria, Lombardia e qualche nevicata sulle Alpi sopra i 1200m, in calo sino a 600m sull'alta Valle d'Aosta e sui crinali di confine. Nubi compatte altrove, ma con tempo generalmente asciutto, tendenza a miglioramento a partire dal Piemonte per influsso favonico. NORD-EST Piogge anche abbondanti sulle estreme regioni orientali; deboli fenomeni altrove. Nevicate sulle Alpi sopra i 1200m con quota neve in calo sino a 700m, sopra i 1400 in Appennino. Nubi compatte altrove, ma con tempo generalmente asciutto. Fresco. Miglioramento già nel corso della mattinata su est Lombardia. CENTRO Sulla Sardegna nuvolosità irregolare ma generalmente asciutto. Sulle altre regioni molto nuvoloso con piogge sparse concentrate dapprima sul Tirreno, poi soprattutto sull'Adriatico con neve sino a 1000m su Appennino marchigiano ed abruzzese e temperature in calo. Tendenza a miglioramento sul Tirreno dal pomeriggio. SUD Peggioramento con piogge e temporali, più probabili sul versante adriatico con limite delle nevicate in calo sino a 1200m sull'Appennino. Temperature in calo. Mercoledì, 3 gennaio 2007 NORD-OVEST Bel tempo ma ventoso e sui crinali di confine qualche nevicata portata da nord. Temperature in calo sulle Alpi, in aumento al piano causa il classico Favonio. NORD-EST Nuvoloso sulla Romagna ma in miglioramento, sereno altrove ma con quache nevicata portata da nord sui crinali alpini di confine, ventoso e freddo in montagna. CENTRO Rovesci di neve su Marche, Abruzzo, Molise ed Umbria orientale oltre i 900-1000m, al di sotto pioviggine, altrove soleggiato con Tramontana forte e fredda. SUD Perturbato con piogge, temporali e vento, in montagna neve sino a 900-1000, specie su Molise, Basilicata e monti calabresi, tendenza a miglioramento a partire dalla Campania. Giovedì, 4 gennaio 2007 NORD-OVEST In prevalenza soleggiato, cessazione del Favonio e gelate nelle valli e localmente anche al piano. NORD-EST Abbastanza soleggiato con possibili banchi di nebbia nottetempo e all'alba; gelate nelle valli e in pianura nella notte e all'alba. CENTRO Residui rovesci nevosi su Appennino marchigiano ed abruzzese al mattino, altrove sereno, nel pomeriggio bello ovunque, ancora tramontana tesa ma in attenuazione in giornata. SUD Nuvoloso sul settore ionico e sulla Sicilia con residui fenomeni; asciutto altrove. Fresco. Tendenza a miglioramento.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum