Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Peggioramento al via, ma con qualche perplessità

I modelli sono divisi sulla posizione che assumerà il minimo barico al suolo sul settentrione mercoledi sera; questo rende incerta l'estensione dell'area soggetta a precipitazioni. Giovedì comunque il maltempo si collocherà tra il nord-est e le regioni centrali, da venerdì insisterà al sud, ma con diverse pause asciutte. La tendenza più probabile per la prossima settimana vede il confronto a muso duro tra alta pressione e saccature atlantiche.

La sfera di cristallo - 18 Ottobre 2011, ore 15.05

Carta prevista dal modello inglese per la mezzanotte di giovedì. Si nota un maggior affondo della saccatura con conseguenze più perturbate per il settentrione, incluso il settore occidentale.

Quando l'incertezza si palesa già a 24 ore di distanza, capirete quanto sia difficile prevedere il tempo in questi giorni. Si discute sul posizionamento di un minimo barico all'altezza del settentrione, da cui dipenderà la distribuzione dei fenomeni al nord tra mercoledì e giovedì. Alla fine al massimo su alcune zone del nord-ovest potrebbe non piovere, ma di certo la sostanza non cambierà: ci attendiamo il passaggio di un fronte che, gradualmente, sia pure un po' sfilacciato, riuscirà ad attraversare tutto il Paese.

Esso sarà seguito da un afflusso di aria più fresca dai quadranti orientali e dalla persistenza di condizioni instabili sul nostro meridione e sulle regioni centrali adriatiche. Dal freddo trarrà energia anche la zona di alta pressione, attesa in rafforzamento sul centro Europa e dalle caratteristiche ibride ( un po' di origine termica, un po'  di origine dinamica).

Il modello americano ritiene più blando l'affondo della saccatura e sposta il minimo leggermente più ad est. Gran parte del nord-ovest resterebbe quasi all'asciutto.

Fatto sta che proprio questo anticiclone proverà a monopolizzare il tempo della prossima settimana: c'è chi lo vede (molti) schiacciato sul centro del Continente e tosto a tal punto da impedire ad una saccatura di penetrare da ovest sul bacino del Mediterraneo in tutto o in parte, chi invece lo vede un po' sbilanciato verso nord, e dunque più propenso a lasciar filtrare da est masse d'aria fredda in grado di interagire con quelle in arrivo dall'Atlantico, dando vita ad una fase di vivace instabilità, per non dire di maltempo.

Insomma massima incertezza ma con un punto fermo, anzi due: indietro non si torna, l'autunno è avviato e soprattutto non c'è più la stasi atmosferica di qualche settimana fa. Ora il tempo si muove e su qualche porzione d'Italia ci sarà sempre qualcosa da commentare o che farà notizia. Dunque viviamolo quest'autunno, senza l'ansia delle piogge a tutti i costi, senza aver fretta di veder arrivare la neve sui monti, nè quella del pianto greco perchè non si riesce a godersi qualche ottobrata, figlia di quell'Italia che si dimentica di aver portato la magliettina corta sino a pochi giorni fa.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 25 OTTOBRE 2011:
mercoledì 18 ottobre: al nord e sulla Toscana nuvoloso con qualche pioggia sparsa, rovesci sul levante ligure, anche sul resto delle centrali tirreniche e sull'Umbria nuvoloso con isolati rovesci, nubi sparse anche in Campania, poco nuvoloso altrove. In serata peggiora ulteriormente al nord con fenomeni soprattutto tra levante ligure, centro-est Lombardia, Triveneneto, Emilia occidentale, temporali in Toscana. Temperature in calo nei valori massimi al nord e sulle centrali tirreniche.

giovedì 19 ottobre: al nord ovest miglioramento rapido, maltempo al mattino su Triveneto ed Emilia-Romagna, con neve sulle Alpi centro-orientali oltre i 1000m, anche più in basso sui monti del Friuli Venezia Giulia, poi migliora. Al centro migliora in Toscana e Sardegna con Maestrale in arrivo, maltempo moderato altrove con piogge e qualche temporale, peggiora sula Campania con temporali, parzialmente nuvoloso altrove con nubi in aumento associati a rovesci sparsi. Temperature in generale calo, tranne al nord-ovest.

venerdì 20 ottobre: ingresso del vento da est al nord e al centro con nuvolaglia su nord-ovest e medio Adriatico con qualche piovasco, bel tempo sul resto del centro e al nord-est, instabile al sud con qualche rovescio temporalesco sparso. Freddo per la stagione.

sabato 21 e domenica 22: un po' incerto al sud e sul medio Adriatico con qualche piovasco o rovescio, tempo buono altrove, salvo nubi basse al mattino sulle pianure del nord-ovest, freddo per persistenza di venti da est.

lunedì 23 e martedì 24: qui l'evoluzione diverrà incerta con la saccatura atlantica che proverà forse senza successo ad inserirsi sul Mediterraneo centrale, seguite gli aggiornamenti. Ad ogni modo sino a martedì il tempo peggiore dovrebbe riguardare le isole maggiori ed il sud, altrove interverranno poche variazioni.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum