Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Pazzo autunno: al nord presto un assaggio d'inverno, al centro l'autunno, al sud sussulto estivo

Fronte freddo in arrivo sul settentrione tra giovedì e le prime ore di venerdì con freddo, temporali e neve sulle Alpi, venerdì altri temporali in formazione sul Tirreno in movimento rapido verso l'Adriatico, poi week-end con l'Italia divisa in tre: al nord a tratti nuvoloso e ancora freddo, al centro ottobrata, al sud nuova breve parentesi estiva. Attenzione però: da martedì il tempo peggiorerà nuovamente.

La sfera di cristallo - 8 Ottobre 2013, ore 14.58

L'autunno è anche questo. Del resto non è colpa sua se l'Italia è lunga 1000km e può sperimentare situazioni anche diametralmente opposte. In ottobre è normale che le prime masse d'aria artiche facciano le prove generali della stagione fredda che verrà ed è altrettanto normale che di fronte ad aria fredda che scende, ci sia poco più in là aria calda che sale dal nord Africa verso il Mediterraneo.

Al sud del resto non sono infrequenti sino a fine mese temporanei episodi di piena estate cosiddetti tardivi, mentre che si faccia vedere un po' di neve sulle Alpi ad ottobre è davvero un toccasana per i ghiacciai, anche perchè la neve fresca aiuta a chiudere definitivamente il conto con la fase di ablazione estiva.

Se avete insomma voglia di sperimentare almeno 3 stagioni durante il prossimo fine settimana basterà percorrere la Penisola da nord verso sud o viceversa.

Si comincerà dall'affondo artico di giovedì con un fronte freddo di quelli tosti che riuscirà in qualche modo a sfondare a sud delle Alpi, determinando forti precipitazioni soprattutto a nord del Po, con anche nevicate sulle Alpi a quote medio-basse.

Nel contempo le correnti fredde, qui sarebbe meglio dire fresche, riusciranno parzialmente a sfondare sul Tirreno entro le prime ore di venerdì producendo nuclei temporaleschi in movimento da ovest verso est.

A seguire il vortice freddo responsabile di tutto questo dinamismo atmosferico tenderà a posizionarsi a ridosso della Francia spingendo aria ancora umida ma più mite in direzione del nord Italia durante il fine settimana e determinando quindi della variabilità, mentre questa avvezione sarà molto meno evidente al centro, dove aria mite su aria mite non è che porti a molte conseguenze, mentre al sud ci sarà la parentesi di un promontorio anticiclonico nord africano con l'isoterma dei +20°C a 1500m ad abbracciare soprattutto le regioni estreme portando insomma scampoli estivi.

Da lunedì però il vortice francese verrà riattivato da altra aria fredda in discesa da nord e darà nuovamente filo da torcere al nord e arriverà a coinvolgere anche le regioni centrali entro martedì 15 con precipitazioni, che solo marginalmente dovrebbero poi giungere anche al sud, dove nel frattempo verrà evacuata la massa d'aria calda affluita.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 15 OTTOBRE 2013:
mercoledì 9 ottobre:
al nord schiarite, salvo residue piogge sull'estremo nord-est e la Romagna ma in attenuazione, instabile al centro-sud, specie regioni peninsulari con locali rovesci o brevi temporali, tendenza a temporanea attenuazione dei fenomeni. Temperature in aumento al nord, quasi stazionaria altrove.

giovedì 10 ottobre: al nord peggioramento con il passare delle ore con piogge e rovesci, dapprima vicini alle montagne, poi anche in pianura, specie al nord del Po, con temporali serali anche intensi, associati a grandinate in pianura e spruzzate di neve sulle Alpi con limite in calo sin sotto i 1500m, al centro e al sud parzialmente nuvoloso, ancora locali rovesci pomeridiani qua e là all'interno, poi peggiora sul medio-basso Tirreno in mare aperto con temporali che la notte potrebbero colpire il nord della Sicilia, Ustica. Temperature in calo al nord, forte dalla sera, stazionarie altrove.

venerdì 11 ottobre: migliora al nord-ovest, ancora temporali e nevicate a medie quote sul nord-est, ancora temporali su tutte le regioni tirreniche, specie Lazio, Campania, Calabria, in movimento verso l'Adriatico, ventoso ovunque, freddo al nord, fresco al centro, mite al sud.

sabato 12 ottobre: al nord nubi in aumento e qualche debole precipitazione a ridosso dei rilievi, nevosa sin verso i 900m. Clima freddo ed umido per la stagione. Nuvolaglia anche sulle centrali tirreniche e Sardegna, ma con pochi fenomeni, schiarite sul medio Adriatico, bel tempo al sud salvo residui passaggi nuvolosi. Temperature in aumento al centro-sud, stazionarie o in lieve calo al pianura al nord.

domenica 13 ottobre: tempo simile, variabile al nord ma con pochi fenomeni, più sole procedendo verso sud. Caldo sul meridione, specie Sicilia.

lunedì 14 ottobre: al nord e sulla Toscana nuvoloso con possibili piovaschi, sulle altre regioni poco nuvoloso o velato, ancora fresco umido al nord, mite al centro, un po' caldo al sud.

martedì 15 ottobre: maltempo al nord e al centro con piogge, rovesci e temporali, neve sulle Alpi oltre i 1800-2000m, nuvolaglia anche al sud, rovesci possibili in Campania, temperature in generale calo, anche sul meridione.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum