Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuove sirene d'allarme per l'inverno italico

La prima parte della settimana farà indubbiamente vedere un po' d'inverno sulla nostra Penisola. Successivamente, l'alta pressione sembra intenzionata a rovinare la festa, mettendosi in una posizione assai poco rassicurante.

La sfera di cristallo - 19 Dicembre 2011, ore 14.08

Ecco una cartina che l'appassionato di neve e di freddo non avrebbe mai voluto vedere.

Se ci allontaniamo un attimo dal mondo della passione, anche l'uomo della strada avrebbe (forse) preferito un periodo diverso, magari più freddo e con maggiori occasioni per nevicate in montagna (anche sui settori italici).

La neve natalizia è ormai virtualmente entrata nelle nostre case. Ce la fanno vedere e sentire in tutte le salse: con le pubblicità, con i films, con le canzoni. Sta di fatto che su alcune regioni montane del centro-nord non si è ancora visto un misero fiocco.

Volgendo lo sguardo a prua, lo scenario non è assolutamente confortante da questo punto di vista. La cartina sopra riportata è valida proprio per la giornata di Natale.

Si nota una poderosa "spanciata" dell'alta pressione, che in 48 ore farà piazza pulita di tutto il freddo e stroncherà sul nascere qualunque velleità nevosa sulla nostra Penisola.

A dire il vero, il freddo rimarrà intrappolato sulle pianure, sulle bassure e nelle valli incassate, mentre in quota sarà la mitezza a dettare legge, con tutte le conseguenze del caso.

Rispetto solo a qualche giorno fa, la "scaldata" sembra essere meno intensa, ma la sostanta purtroppo non cambia. Una nuova accellerata del vortice polare manderà nuovamente in crisi la stagione invernale, non solo in Italia, ma su una buona fetta d'Europa.

I tempi di recupero stagionale, di conseguenza si allungheranno ancora. La rubrica "Fantameteo" cercherà di analizzare la situazione a lungo termine, sperando che vi siano delle "scappatoie" allo strapotere dell'alta pressione.

Prima di passare alla sintesi previsionale, vi regaliamo un po' d'inverno sull'Italia, che si consumerà nella giornata di mercoledì 21 dicembre.

Un tempo freddo e ventoso attenderà il nord, mentre per il centro-sud sarà possibile una fase di maltempo, con neve attorno a 400-500 metri al centro ed 800 metri al sud.

Da questa cartina, comunque, già si nota la potenza dell'alta pressione, posizionata sulla sinistra. A fare impressione sono soprattutto i geopotenziali, completamente fuori norma per il periodo in questione ( in buona sostanza, il colore rosso non dovrebbe comparire alla fine di dicembre, se non a latitudini subtropicali).

Ecco comunque le previsioni per i prossimi sette giorni in Italia.

Martedì 20 dicembre: residui fenomeni anche nevosi a bassa quota al sud e sul basso Adriatico, in attenuazione. Finestra di variabilità, poi nuovo peggioramento tra la tarda mattinata ed il pomeriggio sulla Sardegna, in estensione al versante tirrenico entro la serata. Piogge, rovesci e neve anche sui 500-600 metri. Al nord nubi sparse e tempo asciutto a parte le solite nevicate sui settori alpini di confine. Freddo e ventoso ovunque.

Mercoledì 21 dicembre: al nord e sulla Toscana bel tempo, ma freddo. Su Sardegna e Lazio fenomeni residui al mattino, in via di attenuazione. Al sud e sul medio Adriatico tempo perturbato. Neve sopra i 400-500 metri tra Marche e Abruzzo, 800-1000 metri al sud, dove agiranno anche intensi temporali. Ventilazione forte da nord, freddo e mari in brutte condizioni.

Giovedì 22 dicembre: ancora un po' instabile e freddo sul medio Adriatico ed al sud, con neve sui 500-600 metri e venti forti da nord. Su tutte le altre regioni bel tempo e con temperature in graduale rialzo.

Venerdì 23 dicembre: ultimi refoli freddi al sud, in via di attenuazione. Nubi anche sulle Alpi e passaggi di nubi medio-alte al centro-nord senza fenomeni. Temperature in aumento ovunque.

Sabato 24, domenica 25 e lunedì 26 dicembre: bel tempo e mite su tutte le regioni, a parte nubi sulle Alpi, con qualche breve nevicata possibile a quote elevate. Freddo e nebbia in intensificazione sulle pianure, clima molto mite in quota.

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum