Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nuova ONDATA di MALTEMPO in prossimità del week-end?

Giungono conferme sulla possibile ondata di maltempo che potrebbe colpire l'Italia nel prossimo fine settimana ad iniziare dal nord. In arrivo preziosa pioggia soprattutto su quelle zone in cui il cielo si è rivelato avaro di precipitazioni negli ultimi mesi.

La sfera di cristallo - 12 Aprile 2005, ore 15.56

"Aprile, ogni goccia è un barile": così recita un famoso detto popolare, che identifica il mese in corso tra i più piovosi dell'anno. Aprile è un mese di contrasti accesi, dato che il Continente è ancora freddo e le masse d'aria in arrivo dal nord Africa possono avere invece già caratteristiche simil-estive. Questa sostanziale differenza termica provoca instabilità, che si manifesta con la nascita di nubi, precipitazioni e venti talora intensi. La depressione che ci ha interessato negli ultimi giorni è stata proprio la testimonianza più palese di quanto l'atmosfera possa essere instabile ed irrequieta in questo periodo dell'anno. Ora attendiamo una breve pausa, in attesa di un nuovo peggioramento che inizierà ad interessare il nord-ovest nella giornata di venerdì. Le modalità di "innesco" di tale peggioramento saranno simili a quelle di una settimana fa: sistema frontale in discesa da nord-ovest, saccatura pronunciata che penetra sul Mediterraneo ed isolamento di un minimo di pressione al suolo, che supporterebbe i fenomeni sulle nostre regioni. La traiettoria dell'aria fredda in discesa dal nord Atlantico questa volta avrà una componente più occidentale. In poche parole tutto il Mediterraneo occidentale sarà "abbracciato" dalla saccatura, che aspirerà anche aria calda direttamente dal nord Africa. Il minimo barico, di conseguenza, traslerà verso levante con maggiore fatica, facendo insistere i fenomeni sulle regioni di nord-ovest. Si, avete capito bene! A giudicare dalle ultime carte in nostro possesso, questa volta sembra essere proprio il nord-ovest ad avere i quantitativi più alti di precipitazione. Ovviamente verranno interessate anche le altre regioni a causa dello spostamento del minimo barico verso levante. Dopo il transito del sistema perturbato, vi sarà probabilmente un miglioramento, ma da ovest altri corpi nuvolosi incalzeranno verso di noi, tant'è vero che già lunedì il nord potrebbe essere sotto nuove piogge. Insomma, sembra aprirsi un periodo favorevole alle piogge soprattutto al nord. L'alta pressione delle Azzorre non sembra più in grado di ergersi a muro e bloccare le correnti perturbatrici occidentali. Difficile al momento dire se si tratta di una svolta o di un episodio fugace; quello che conta è l'arrivo di piogge organizzate sul nord, quelle piogge che la terra aspetta da molto tempo ormai! SINTESI PREVISIONALE Mercoledì 13 aprile (attendibilità: 90%): ancora moderata instabilità su Lazio, Abruzzo e al sud, specie nelle ore pomeridiane. Qualche temporale o rovescio possibile, specie nelle zone interne. Su tutte le altre regioni tempo buono o discreto. Temperature in aumento al centro-nord, stazionarie al sud. Venti da moderati a deboli ovunque. Giovedì 14 aprile (attendibilità 85%): su Alpi occidentali e Appennino meridionale locali addensamenti nel pomeriggio, con qualche sporadico rovescio. Addensamenti anche sulla Liguria, senza fenomeni. Per il resto bel tempo. Temperature in aumento. Venti deboli. Venerdì 15 aprile (attendibilità 75%): peggiora al nord-ovest, con piogge in intensificazione, specie sui settori alpini. Sul restante nord nubi in aumento con qualche pioggia nel corso della giornata. Altrove cielo sereno o velato sulla Sardegna e sul Tirreno. Temperature in aumento al centro-sud. Scirocco in rinforzo sui mari di ponente. Sabato 16 aprile (attendibilità: 65%): tempo perturbato al nord, al centro, sulla Campania e sul Molise. Precipitazioni intense sul nord-ovest e a seguire sui litorali laziali e campani. Neve al di sopra dei 900-1000 metri sulle Alpi occidentali, 1200-1300 metri sulle Alpi centro-orientali, 1500 metri sull'Appennino settentrionale. Tempo più asciutto sulla Sicilia e sui settori ionici. Temperature in calo al nord e al centro. Venti forti ovunque. Domenica 17 aprile (attendibilità: 55%): migliora al nord-ovest. Ancora tempo perturbato su tutte le altre regioni, ma con fenomeni in attenuazione ad iniziare dai settori di ponente. Temperature in calo al centro-sud. Venti ancora sostenuti ovunque. Lunedì 18 aprile (attendibilià 45%): al nord nuovo peggioramento con piogge sparse, specie sui settori alpini. Qualche nube al centro, senza fenomeni, bel tempo al sud. Martedì 19 aprile (attendibilità 40%): nubi irregolari al nord, con tendenza a nuove piogge a partire da ovest in serata. Invariato altrove.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.40: SS21 Della Maddalena

rallentamento

Traffico rallentato causa semafori non funzionanti a 2,459 km prima di Incrocio Moiola (Km. 9,2)..…

h 11.39: A7 Milano-Genova

coda incidente

Code per 1,5 km causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Casei Gerola (Km. 50) e Svincolo..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum