Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nord e parte del centro verso la PIOGGIA, neve sulle Alpi

Si inaugura giovedì su parte dell'Italia una fase più dinamica del tempo che, pur con alcuni intervalli, potrebbe ripresentarsi sino alla fine dell'anno ed oltre, con sbalzi termici e vento.

La sfera di cristallo - 17 Dicembre 2013, ore 15.13

L'anticiclone si prende una pausa, ma forse dopo non sarà più la stessa. Il tempo è pronto a cambiare sul nord Italia e parte delle regioni centrali tirreniche, con precipitazioni che tra giovedì e venerdì mattina sul nord-ovest potrebbero risultare anche consistenti, risultando nevose sino a bassa quota (300-500m) sul Piemonte e mediamente 600-900m ma a tratti anche un po' più su sul resto dell'arco alpino.

Il guasto si andrà riassorbendo nel corso di venerdì e per sabato non ne rimarrà che una nuvolosità residua a testimonianza di quanto avvenuto. A seguire un po' di alta pressione, ma non troppo convinta e con l'impalcatura del vortice polare sembra più solida, sempre più protesa verso latitudini meridionali, con una corrente molto tesa da ovest che potrebbe inserirsi anche sul bacino centrale del Mediterraneo proprio durante le feste di Natale.

Sarebbe dunque tutto un andirivieni di veloci sistemi frontali in transito, con alcuni momenti piovosi, una fase mite tra Natale e venerdì 27, seguita da un raffreddamento subito dopo e dal ritorno della neve sui monti con il transito di una perturbazione a carattere freddo. Il tutto avverrà in modo molto concitato perchè l'orchestra del vortice polare partorirà al suolo depressioni molto profonde, che andranno a collocarsi tra le Isole Britanniche, il Mare del Nord, la regione scandinava ed il Baltico, con minimi anche prossimi ai 950hPa, valori da autentica tempesta.

La fitta ragnatela di isobare che accompagnerà i fronti nuvolosi in veloce transito da ovest ad est sottende vento anche per il nostro Paese, specie lungo le coste, molto meno sulle zone interne.

L'interrogativo che ci si pone oggi è il seguente: sarà l'inizio di una nuova fase del tempo con maggiore ondulazione delle correnti e affondi depressionari anche nel cuore del Mediterraneo o subito dopo l'alta pressione tornerà come negli inverni più anticiclonici del passato o semplicemente come spesso fisiologicamente accade nella prima parte del gennaio?

Abbiamo postato in mattinata qualche ipotesi estrema che cavalca l'onda di questa dinamicità e la estremizza, ma bisogna andarci cauti: il segnale c'è stato, prendiamone atto, ma ora aspettiamo conferme.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 24 DICEMBRE 2013:
mercoledì 18 dicembre
: al nord e al centro cielo velato o nuvoloso per nubi medio alte ma senza piogge, banchi di nebbia sulla bassa Valpadana. Al sud quasi sereno. Temperature massime in lieve flessione, specie al nord.

giovedì 19 dicembre: al nord-ovest molto nuvoloso con piogge sparse in pianura e limite della neve sui 400-500m sul Piemonte occidentale, 700-900m su est Piemonte, Valle d'Aosta e monti lombardi. Sul nord-est parzialmente nuvoloso con le ultime schiarite, poi nuvoloso e qualche debole precipitazione a ridosso dei rilievi, nevosa oltre gli 800-1000m. Al centro nuvoloso sulle regioni tirreniche e la Sardegna con deboli piovaschi, più insistenti sull'alta Toscana. Sul resto del centro parzialmente nuvoloso ma asciutto, al sud poco nuvoloso, salvo addensamenti sulla Campania ma con piovaschi solo sporadici e di breve durata. Temperature in aumento nei valori minimi, massime in diminuzione al nord e sulle centrali tirreniche.  Venti in rinforzo dai quadranti meridionali.

venerdì 20 dicembre: ancora nuvoloso al nord e sulle centrali tirreniche, con piogge e nevicate sulle Alpi sin verso i 500-700m ad ovest, 800-1200m sui rimanenti settori, poca pioggia su bassa pianura padana e asciutto sulla Romagna. Tendenza ad attenuazione dei fenomeni dal pomeriggio. Sulle altre regioni parzialmente nuvoloso ma asciutto e con schiarite sempre più ampie, temperature in lieve aumento.

sabato 21 dicembre: nuvolosità residua al nord e al centro con locali piovaschi tra Toscana, Umbria e Marche, ma con tendenza a schiarite, poco nuvoloso al sud, clima mite.

Da domenica 22 a martedì 24: condizioni di lieve variabilità al nord e sulle regioni centrali con parziali addensamenti alternati a schiarite, in prevalenza stratiformi, qualche nebbia locale in Valpadana e nelle zone interne del centro. Cielo sereno al sud. Ritorno di deboli gelate in Valpadana nottetempo.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.51: SS16 Adriatica

blocco rallentamento

Traffico rallentato, chiusura corsia nel tratto compreso tra 5,676 km dopo Incrocio Variante Di Pol..…

h 10.50: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum