Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Neve sulle Alpi e parte dell'Appennino, freddo precoce

Il nord e il centro Italia vivranno un'ondata di freddo precoce che trova comunque riscontro anche nel passato (ottobre del 1997). Nel corso della prossima settimana i valori termici aumenteranno ma mercoledì giungerà una perturbazione atlantica collegata ad una profonda depressione.

La sfera di cristallo - 22 Ottobre 2003, ore 16.39

COMUNICATO Appena sentono il profumo dell'inverno, subito i nostri fedeli e preziosi lettori si riversano in massa sull'home page del quotidiano, determinando paurosi rallentamenti che rendono precaria la navigazione per qualche ora, specie a cavallo del pranzo, quando vengono pubblicate le nostre previsioni dettagliate. Pensate che gli accessi a tratti sono quasi pari a quelli che hanno bloccato quasi tutti i siti di news l'11 settembre! E' un po' come quando si aprono i cancelli allo stadio per una partita o un concerto: improvvisamente tutti cercano di entrare il più velocemente possibile e si creano strozzature; così gli addetti alla sicurezza, i tecnici, devono trovare soluzioni estreme per garantire a tutti un ingresso tranquillo e per evitare "collassi". Ebbene si, stiamo lavorando per voi, cercando soluzioni, magari temporanee ed impopolari ma stiamo lavorando e ragionando su come decongestionare il traffico nelle ore di punta. Abbiate pazienza... SITUAZIONE Abbiamo già ampiamente raccontato negli articoli della giornata quanto sta per avvenire: sta arrivando un vortice freddo che andrà a posizionarsi sul Golfo ligure e determinerà un forte peggioramento al nord nella giornata di domani, giovedì 23 ottobre. La neve cadrà a quote medio-basse sulle Alpi. Nella notte su venerdì e nella successiva mattinata la quota neve si abbasserà sino a 700 m su Triveneto e nord Appennino. Poi toccherà ai rilievi marchigiani ed abruzzesi sperimentare qualche rovescio nevoso oltre i 700-800 tra venerdì e sabato. Tra domenica e lunedì l'azione congiunta di due corpi nuvolosi porterà ad un nuovo peggioramento, che risulterà più importante al centro-sud e temporaneamente anche sulla Valle d'Aosta. Martedì generale tregua. Mercoledì entrerà in scena un nuovo importante vorrice depressionario con minimi barici al suolo addirittura di 970 hPa centrato sul Mare del nord che sospingerà una piovosa perturbazione verso il nord Italia, mentre al centro-sud si vivrà ancora una situazione di intervallo, le temperature aumenteranno. PREVISIONI SINTETICHE FINO A MERCOLEDI 29 OTTOBRE Giovedì 23: piogge diffuse al nord, a tratti anche intense. Temporali sulla Liguria con possibili grandinate. Neve su Alpi ed Appennino settentrionale attorno in calo da 1500 a 1000 m, in serata anche sui 700-800 sul Triveneto. Temperatura in calo. Migliora sempre in serata sull'angolo nord-occidentale. Al centro tempo instabile con rovesci anche temporaleschi, specie sulla Toscana, al sud nuvoloso con piogge sparsi ed isolati temporali. Venerdì 24: sul Triveneto e sull'Emilia centro-orientale nuvoloso e possibili rovesci con neve sino a 600-700 m; migliora sul nord-ovest ma poi rientra aria fredda ed umida da est e torna la nuvolosità in Valpadana, vallate del Torinese e Cuneese, Prealpi lombarde. Freddo! Al centro instabile con rovesci, nevosi sino a 700-900 m e più probabili sulle zone interne. Qualche temporale. Calo termico sensibile nel corso della giornata Al sud sulle regioni estreme ancora coperto con piogge sparse, poi tendenza a variabilità con schiarite alternate a sviluppo di locali nubi temporalesche. Temperatura in calo. Sabato 25: ancora un po' di instabilità sul medio Adriatico con rovesci anche nevosi oltre i 700 m, più sole sul resto del centro e al settentrione, gelate al nord. Al sud nuvolosità irregolare con possibili rovesci. Temperatura in lieve ulteriore calo. Domenica 26: al mattino discreto e ancora freddo al centro-nord, poi peggiora sulla Valle d'Aosta, nubi in aumento su Liguria, Sardegna e Toscana con rovesci verso sera; sui rilievi valdostani neve sino a 700-800 m. Sul resto d'Italia nubi in parziale aumento dal pomeriggio ma ancora asciutto. Lunedì 27: nubi e piogge al centro-sud, al nord nuvolosità variabile in attenuazione. Sull'Appennino quota neve in aumento oltre i 1700 m. Temperature in aumento. Martedì 28: generalmente soleggiato, banchi di nebbia, freddo umido al mattino nelle valli. Mercoledì 29: peggiora al nord con piogge a partire da Liguria, Valle d'Aosta, Piemonte e Lombardia, quota neve sui 1900-2000 m. Nuvole e qualche pioggia anche su nord Toscana, per il resto ancora soleggiato, più mite, Libeccio o Ostro.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.02: A14 Bologna-Ancona

coda

Code a tratti causa mostra nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Bologna Fiera..…

h 10.01: A11 Firenze-Pisa

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Prato Ovest (Km. 16,8) e Allacciamento..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum