Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Neve e freddo? Solo nelle webcams!

L'inverno sembra gettare la spugna definitivamente: più che una battaglia si ha la sensazione che abbia perso la guerra. Situazione a lungo termine particolarmente confusa

La sfera di cristallo - 22 Marzo 2001, ore 14.50

Nessuno riporterà a Parigi Napoleone dall'Elba. Al freddo non sono concesse proroghe, appelli o corti di Cassazione. La botta è tremenda, tutto lo sforzo che aveva fatto per resistere alla forte insolazione di marzo, isolandosi sulla Scandinavia, sembra ormai inutile. A vanificarlo una circolazione atmosferica perennemente agitata con il termosifone africano sempre pronto ad infuocare lo Stivale. Dopo la "lampada" di sabato, gradualmente torneremo tutti a temperature più consone al periodo. Faranno male le gelate tardive ma fa altrettanto male vedere gli Appennini senza un filo di neve con gli operatori turistici che hanno passato davvero una brutta stagione. Anche sulle Alpi si contano i primi segni di cedimento del manto nevoso. Per tutta la notte è piovuto a dirotto nella zona del Moncenisio, del Monginevro fin quasi a 2000 m. Molta pioggia in genere anche al nord delle Alpi. Nei prossimi giorni le temperature rientreranno nella norma e vi sarà una bella passata temporalesca, poi il tempo ci deve dire cosa vuol fare. I modelli sbagliano perchè il tempo non segue più una logica. E' vero che le configurazioni bariche tendono a ripetersi perchè sono pigre, e trovare varianti ad un processo ben avviato non è facile, ma sono le anomalie termiche che sorprendono, quelle stesse anomalie che portano il modello a produrre mappe difficilmente confermabili nei run successivi. E allora, cosa dovremmo fare, smettere di fare uscire la Sfera perchè ciascun modello dice la sua e non c'è univocità sulla previsione a lungo termine? Sarebbe come dire: lasciamo che il tempo faccia quel che vuole. MeteoLive ha ribadito più volte che questa rubrica è aleatoria, nel senso che potrebbe essere completamente smentita solo 24 ore dopo, ma anche sulle montagne russe c'è scritto che se si hanno problemi di cuore è meglio non salirci, se uno sale sui vagoncini lo fa a suo rischio e pericolo. Le carte hanno tagliato i viveri al freddo ma questo era prevedibile; avevamo ben detto ieri che la lotta era impari ma rimane pur sempre un Atlantico in grado di attenuare i bollenti spiriti africani tentando di offire anche al nostro meridione le piogge tanto sospirate. Un'impresa difficile però, ecco perchè si guardava tanto al freddo, perchè per il sud avrebbe significato PIOGGIA. Certo le gelate tardive sono dannosissime ma anche la siccità lo è e se non entra aria fredda ormai al sud fa sempre più fatica ad arrivare anche una semplice perturbazione atlantica. E'appena il caso di ricordare la fatica che ha fatto la perturbazione "rondinella" per raggiungere solo le regioni centrali. Ora la configurazione barica, ci riconsegna per giovedì 29 la depressione che ieri era vista come possibile apportatrice di freddo, ed è diventata un topolino in trappola tra due muri che spingono: da un lato le solite correnti da SSW, dall'altro l'aria fredda di origine polare marittima con la solita alta africana a fare da blocco e le precipitazioni abbondanti sul nord Italia; Affidabilità della previsione? 20% Meglio aspettare tempi migliori, intanto gustatevi Montreal.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum