Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NATALE incerto e a tratti piovoso, SANTO STEFANO con nuovo rischio neve al nord e al centro, FINE ANNO più tranquilla

Natale sotto l'ombrello soprattuto al nord-est e lungo il Tirreno. A Santo Stefano richiamo freddo da est con qualche nevicata fino in pianura al nord e, a tratti, anche nelle zone interne del centro. A Capodanno farà capolino una temporanea tregua di tempo meno freddo e complessivamente più soleggiato.

La sfera di cristallo - 23 Dicembre 2010, ore 15.11

L'altalena delle temperature, la giostra delle piogge, la roulette della neve. Sembra di descrivere un parco divertimenti, invece è l'istantanea più diretta e concreta di quanto ci aspetta dal punto di vista meteo da qui a fine anno. Nonostante l'indecisione fisico-sinottica di questo scenario fortemente evolutivo, abbiamo la convinzione logico-probabilistica che ci dà una mano a dipanare la matassa, ingarbugliata dal rapido susseguirsi instancabile delle onde atmosferiche.

Se Natale trascorrerà dietro al bancone dell'attuale gestione "autunnale", tra Santo Stefano e martedì 28 tornerà a intrufolarsi l'inverno, il quale non disdegnerà di recuperare alcuni refoli freddi conservati per l'occasione sui gelidi suoli balcanici innevati di fresco, per riportarsi in auge. Certo saranno solo un paio di giorni, ma state tranquilli che il suo tipico corollario di fenomeni non mancherà di rivelarsi senza indugio.

Spente le luci di Natale, e accese quelle di Santo Sefano, tornerà dunque il rischio di nevicate al nord fino in val Padana, con le Alpi che questa volta invece resteranno a guardare poichè evitate con dovizia da questa dispettosa perturbazione. Attenzione però, le Alpi rimarranno a secco ma non l'Appennino.

La spina dorsale dell'Italia, dopo il depauperamento del manto nevoso sotto i colpi dello Scirocco, avrà l'occasione giusta per rifarsi e non solo a quote elevate, anzi. Visti i recenti accadimenti che hanno trasformato quattro dita di neve in una tragedia nazionale, noi ci riproviamo, sperando questa volta di essere presi in considerazione: "tra Santo Stefano e martedì 28 sussiste un alto rischio di nevicate anche a quote molto basse se non pianeggianti su diversi settori del centro-nord, ivi comprese alcune tratte autostradali come la A1, la A6, la A14, la A21 e la A24". L'abbiamo detto.

Smaltita anche questa bacchettata del'inverno ci attende una tregua che abbraccerà con la una breve parentesi il periodo intorno alla fine dell'anno. Ma prima di arrivarci ne dovrà ancora passare di acqua sotto i ponti, speriamo non troppa...

SINTESI PREVISIONALE FINO A GIOVEDI 30 DICEMBRE

VENERDI DELLA VIGILIA

Tempo grigio e piovoso su est Lombardia, Triveneto, Emilia, Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Marche e Sardegna. Coperto ma asciutto su Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta e ovest Lombardia. Schiarite in mattinata al sud, ma con nubi in arrivo nel pomeriggio, associate a piogge su ovest Sicilia, Campania, Potentino, Calabria tirrenica e Salento. Asciutto sulle coste abruzzesi, molisane, Materano e Puglia centro-settentrionale. Non farà freddo.

NATALE

Tempo grigio e incerto ovunque. Deboli precipitazioni sulTriveneto, Emilia, Romagna e bassa Lombardia, con quota neve in forte calo nel corso della giornata a partire dall'Alto Adige. Qualche pioggia anche su entroterra toscano, Umbria, Marche, Campania e Calabria tirrenica e calo del limite delle nevicate nel corso della giornata fin verso gli 800-1000 metri a partire dal nord Appennino. Più freddo al nord e al centro.

SANTO STEFANO

Deboli nevicate su bassa pianura piemontese, pianura lombarda, pianura, pedemontana e Prealpi venete, Emilia, Romagna, colline toscane, umbre e marchigiane, con qualche fiocco anche a sfiorare le relative pianure interne. Altrove cieli chiusi con tendenza a deboli precipitazioni dal pomeriggio, nevose sui monti sardi fino a 600-700 metri, sull'Appennino abruzzese intorno a 400-500, sul tratto laziale intorno a 600-800, in Campania intorno a 1200, sul tratto calabro-lucano  e in Sicilia oltre i 1000. Più freddo ovunque, specie al nord e al centro per venti nord-orientali.

LUNEDI, 27 DICEMBRE 2010

Ancora qualche fiocco fino a quote basse nelle zone interne del centro-sud. Bello ma gelido al nord. Migliora anche al centro prima di sera.

MARTEDI, 28 DICEMBRE 2010

Un po' di nuvolaglia in Piemonte, Valle d'Aosta e regioni del medio e basso Adriatico, con qualche fiocco occasionalmente fino al piano su queste ultime. Molto freddo ovunque.

MERCOLEDI, 29 DICEMBRE 2010

UIltime incertezze sul medio Adriatico e al sud, ma in via di miglioramento. Bello altrove. Ancora freddo ovunque, ma con temperature massime in aumento sui versanti occidentali del Paese.

GIOVEDI, 30 DICEMBRE 2010 

Bella giornata di sole e con temperature diurne in aumento. Possibili banchi di nebbia associati a gelate notturne in val Padana.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.20: A30 Caserta-Salerno

coda

Code per 3 km causa traffico congestionato nel tratto compreso tra Nola (Km. 18,9) e Allacciamento..…

h 16.19: SS624 Palermo-Sciacca

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, fondo stradale scivoloso nel tratto compreso tra 4,73 km dopo Incrocio Poggior..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum