Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Mite fino a metà mese, poi più freddo e precipitazioni sempre più importanti

L'alta pressione sub-tropicale, presente ad ovest del Continente, non favorirà l'inserimento diretto delle perturbazioni atlantiche ma piuttosto la penetrazione di masse d'aria miti e a tratti umide dai quadranti occidentali.

La sfera di cristallo - 7 Gennaio 2004, ore 15.39

Inverno in crisi? Assolutamente no. Solo una sosta ai box del Generale, un pit-stop per controllare che tutto sia a posto e ripartire di slancio. A costringere l'inverno a questa sosta forzata è l'anticiclone sub-tropicale. La sua costante presenza sulla Spagna impedisce la diretta penetrazione delle perturbazioni atlantiche nel cuore del Mediterraneo, ma innesca una tesa corrente occidentale che spinge verso di noi aria mite, a tratti umida. Con questo tipo di correnti non si verificano precipitazioni importanti sulla nostra Penisola; solo i versanti tirrenici e quelli alpini occidentali, accumulano una maggiore umidità a causa della posizione esposta ed è qui che si verificano i fenomeni più importanti, ammesso e concesso che qualche mm di pioggia possa essere definito importante. A metà mese le cose però cambieranno nettamente per merito di un'attiva depressione nord-europea che riuscirà ad abbracciare anche la Penisola Iberica e sospingerà sull'Italia corpi nuvolosi in serie che saranno responsabili di un graduale raffreddamento e di nuove importanti nevicate su Alpi ed Appennini. L'alta pressione nel frattempo prenderà la strada del grande nord, congiungendosi addirittura con una parente groenlandese e bloccando, almeno per un po' il flusso di aria oceanica mite diretta verso l'Europa. Insomma, se i guanti di lana in città per qualche giorno non serviranno, teneteli comunque sempre a portata di...mano! SINTESI PREVISIONALE sino a mercoledì 14 gennaio 2004 giovedì 8 gennaio: nuvoloso al nord con qualche debole precipitazione su Liguria, bassa Lombardia, zone alpine, fenomeni in temporanea estensione al Nord-Est dalla sera. Neve in montagna oltre i 500-700m, temporaneamente anche a quote più basse sul Piemonte e l'Oltrepò Pavese. Al centro nuvoloso su Toscana, Umbria, Lazio con qualche piovasco possibile a partire dal pomeriggio, nubi in aumento anche sulla Sardegna con isolate piogge sull'ovest dell'isola, tempo discreto su Marche ed Abruzzo. Al sud parzialmente soleggiato, con nubi in aumento su Campania e Calabria tirrenica. Temperatura in aumento. venerdì 9 gennaio: nuvoloso al nord con residue nevicate sui crinali di confine, specie quelli francesi, tendenza a schiarite temporanee sulle pianure, sulle Alpi più meridionali e lungo le coste. Temperatura in vistoso rialzo. Al centro nuvoloso con piogge sparse, specie lungo il versante tirrenico, spruzzate di neve sull'Appennino oltre i 1200 m ma con quota neve in rialzo sino a 2000 m. Miglioramento sulla Sardegna già in mattinata. temperatura in rialzo. Al sud sempre più nuvoloso con qualche debole pioggia su Campania, Basilicata, nord Sicilia, Calabria tirrenica, anche qui valori termici in aumento. sabato 10 gennaio: al nord parzialmente nuvoloso con qualche schiarita ma con addensamenti frequenti in montagna e sulle zone costiere: su queste zone qualche locale pioviggine o breve nevicata oltre i 2000 m. Al centro-sud giornata discreta e mite ma con banchi nuvolosi sparsi lungo i versanti tirrenici. domenica 11 gennaio: nuvolosità irregolare su tutta la Penisola, qualche locale pioggia possibile su Liguria, Toscana, Umbria, crinali alpini di confine. Mite ovunque, salvo forse in Valpadana, causa il ristagno di aria relativamente più fredda. lunedì 12 gennaio: nuvolosità passeggera in transito da ovest verso est su tutto il Paese, qualche precipitazione possibile, specie sui versanti tirrenici e sulle isole. Temperature stazionarie. martedì 13 gennaio: nuvolosità variabile ma in attenuazione con ampie schiarite. Banchi di nebbia. mercoledì 14 gennaio: generalmente soleggiato ma con passaggio di nubi alte e sottili a tratti estese, specie lungo le Alpi. Temperatura in lieve calo. Nebbie sulle pianure e nelle valli.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum