Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Miracolo pasquale: siccità al capolinea, arriva la pioggia

Da martedì 3 si abbasseranno nettamente anche le temperature, tanto che al nord potrebbe tornare anche un po' di freddo. Al sud aria più mite ma settimana di Pasqua altrettanto movimentata.

La sfera di cristallo - 30 Marzo 2012, ore 15.45

 Ci voleva proprio la Pasqua per far cambiare indirizzo all'alta pressione. Ora la grande bolla calda, non più attaccata agli scogli del Mediterraneo, emigrerà su altri lidi favorendo un generale ricambio delle pedine atmosferiche sul nostro continente e delle masse d'aria ad esse legate. La roccaforte finale dell'anticiclone sarà sempre l'Atlantico, ma ben più alla deriva rispetto a quanto lo sia stato finora.

Questa manovra spianerà la strada a correnti più fredde e instabili che, dal nord Europa, sono decisamente intenzionate a fare il loro primo tuffo stagionale sulle acque del Mare Nostrum. Ergo l'idillio estivo che sembrava ormai a portata di mano sull'Italia, verrà sdoganato senza tanti complimenti da un brusco ma quantomai vitale ritorno alla normalità.

Torna l'aria fresca dunque, anzi anche un po' fredda al nord, a partire da metà della prossima settimana, ma soprattutto, udite udite, tornerà la pioggia, in particolare laddove era mancata nelle settimane e nei mesi passati. Sarà una buona occasione per mettere un freno alla preoccupante siccità, a rinverdire le pianure assetate di acqua e ma anche a reimbiancare le montagne bisognose di neve. Passateci il commento: ci voleva proprio.

La fase apicale del tempo instabile, anzi oseremmo dire a tratti anche perturbato, si collocherà tra martedì 3 e giovedì 5 aprile. La cronologia completa degli eventi, meglio descritta a piè di pagina e qui solo riassunta, vede un primo cambiamento domenica, con primi rovesci in viaggio tra est Alpi, Romagna e regioni centrali, un secondo passaggio martedì con interessato gran parte del centro-nord, un terzo tra mercoledì e giovedì con protagonisti ancora nord e centro, e un ultimo impulso instabile destinato al sud tra il pomeriggio di giovedì e la giornata di venerdì.

Come detto, tornerà anche la neve in montagna a partire dalle Alpi, ma anche sull'Appennino centrale. Ricordiamoci infine che comunque siamo in primavera: le nostre giornate pertanto, pur inficiate dalla descritta situazione, sapranno anche dispensarci qualche bella schiarita, ancor più godibile grazie al verde carico che la natura nel suo pieno e ritrovato rigoglio saprà regare. 

Ecco la SINTESI PREVISIONALE FINO A VENERDI SANTO:

 

SABATO 31 MARZO: addensamenti di passaggio sul Triveneto, un po' di nubi basse su coste liguri, toscane, laziali e campane. Per il resto bel tempo con clima molto mite e ventilato. Calo termico sulle Alpi centro-orientali. 

DOMENICA 1 APRILE: nubi basse su coste liguri e tirreniche. Per il resto almeno in parte soleggiato ma con addensamento di nubi dal pomeriggio al nord e, in serata, anche al centro. Qualche locale acquazzone possibile su Triveneto, Romagna e, in serata, nelle zone interne del centro, specie sul settore adriatico. Lieve generale calo termico.

LUNEDI 2 APRILE: nubi sparse su tutto il Paese, via via più organizzate, con qualche rovescio prima di sera su ovest Alpi, Sardegna e basso Tirreno. Clima mite ma con valori termici più freschi rispetto ai giorni precedenti.

MARTEDI 3 APRILE: modertatamente perturbato al centro-nord e sulla Sardegna con rovesci frequenti e nevicate in montagna, oltre i 1600 metri sulle Alpi, oltre i 2000 in Appennino. Al sud tempo migliore e temperature più miti.

MERCOLEDI 4 APRILE: cieli chiusi al nord e sulla Toscana con piogge frequenti e nevicate in montagna oltre i 1800 metri. Qualche rovescio anche su Umbria, Marche e Sardegna. Altrove in parte soleggiato e comunque asciutto. Fresco e ventoso ovunque.

GIOVEDI 5 APRILE: giornata instabile, anche perturbata nella seconda metà, con rovesci frequenti e nevicate in montagna, con limite in calo al centro-nord. Possibilità di isolati temporali. Clima più mite al sud, freddino al nord.

VENERDI 6 APRILE: l'instabilità si concentrerà al sud, dove avremo rovesci frequenti e locali temporali. Qualche acquazzone residuo anche al centro. Al nord un po' di nubi ma tempo asciutto e in via di generale miglioramento.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum