Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a sette giorni: la fase più intensa dell'ondata di caldo è alle porte

Acuto della stagione estiva attraverso una grande ondata di caldo. Giovedì e venerdì le due giornate da bollino rosso, poi uno stemperamento dei valori ma nessuna traccia di scenari freschi neppure a lungo termine.

La sfera di cristallo - 26 Giugno 2019, ore 15.20

La risalita di aria molto calda in arrivo dal nord Africa, porta con sé valori di temperatura estremamente elevati, con picchi termici massimi che nella giornata di ieri hanno già toccato i 39 gradi nel sud della Francia.
L'aumento della temperatura si fa sentire anche sulle regioni settentrionali e su quelle centrali, Sardegna inclusa, laddove la colonnina di mercurio ha raggiunto è superato i 35 gradi, con picchi sino a 39 gradi nell'entroterra sardo. 

Ci apprestiamo a vivere il culmine di questa ondata di forte caldo prevista nella giornata di domani, quando al nord graverà l'isoterma di +25 gradi alla quota di circa 1500 metri. A livello del suolo tale valore potrebbe portare la colonnina di mercurio sin verso i 40 gradi specialmente nella Val Padana occidentale, dove è prevista una situazione di Favonio. Ecco la previsione del modello americano sulle temperature previste domani alla quota di 850hpa (1.500m):

Le anomalie di temperatura previste sull'Europa ancora per domani, saranno di tutto rispetto, con scarti rispetto alla media anche superiori ai 10 gradi. Per raggiungere le regioni settentrionali, conservando buona parte delle sue caratteristiche iniziali, l'ondata di calore sfrutterà il corridoio dell'Europa occidentale, raggiungendo per prima la Penisola Iberica, poi la Francia, infine le regioni settentrionali italiane.

L'arrivo del grande caldo quindi sarà possibile grazie al fatto che l'aria africana per raggiungere la nostra terra non avrà bisogno di passare sopra il mar Mediterraneo, un'eventualità che avrebbe stemperato non di poco i valori termici iniziali che invece verranno conservati grazie al passaggio di questa stessa massa d'aria sopra la terraferma. Ecco la previsione del modello americano delle eccezionali anomalie termiche al suolo previste giovedì pomeriggio:

Lo sviluppo degli eventi a cavallo tra la fine di giugno e l'esordio di luglio, porterà con sé una lenta attenuazione dell'ondata di calore, la colonnina di mercurio scenderà di qualche grado a partire dal weekend, le prime regioni a beneficiarne saranno quelle settentrionali, cioè quel settore d'Italia dove in questo frangente l'ondata di calore sta colpendo più duro. Ecco la previsione del modello americano riferita a martedì 2 luglio:

Sintesi previsionale da giovedì 27 a mercoledì 3 luglio:

Giovedì 27 giornata di grande caldo al centro ed al nord, con valori termici fino a 40 gradi ed oltre. Caldo più contenuto al sud. Cielo pressoché libero da nubi.

Venerdì 28 qualche temporale in più sulle Alpi Orientali, sereno altrove. Lieve flessione termica ma caldo sempre intenso.

Sabato 29 qualche temporale in più sui rilievi di Alpi ed Appennino, sereno altrove. Lieve flessione termica.

Domenica 30 sereno o poco nuvoloso, ancora caldo.

Lunedì 1 luglio, martedì 2 e mercoledì 3 caldo ancora intenso, qualche nota di instabilità sui rilievi.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum