Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: week-end discreto in attesa dell'irruzione fresca da est...

L'alta pressione proteggerà in modo appena sufficiente l'Italia sino a lunedi, poi potrebbe lasciare spazio ad un'irruzione di aria molto fresca da est.

La sfera di cristallo - 24 Settembre 2015, ore 15.17

Il fine settimana regalerà tempo piuttosto instabile a ridosso delle isole maggiori perché l'alta pressione in quota sul Mediterraneo sarà un vero colabrodo e lo Stivale verrà abbracciata da un blando ma subdolo canale depressionario che genererà instabilità soprattutto sul Tirreno.

Anche al suolo non è che poi le cose vadano molto meglio con l'anticiclone posizionato con i suoi massimi sul centro Europa e Italia soggetta ad un graduale rientro di correnti da nord-est, dapprima relativamente miti e dalle scarse conseguenze sul territorio, ma in progressivo rinforzo da lunedi con apporto di aria più umida sulla Valpadana e sui versanti adriatici.

Potrebbe essere però solo il prologo ad un ulteriore spostamento verso nord dell'anticiclone e alla pulsazione da nord-est verso ovest di un vortice colmo di aria molto fresca (3-4°C a 1500m) diretto verso il nord Italia e in parte anche verso le regioni centrali.

Tale vortice potrebbe generare instabilità a ridosso dei rilievi del nord e della relativa fascia pedemontana con rovesci e qualche spruzzata di neve oltre i 1500m e sulle cime appenniniche del centro; così come potrebbero originarsi temporali marittimi ancora a cavallo delle isole maggiori e poi sul meridione.
 
La traiettoria retrograda del vortice dovrebbe portarlo già da giovedì ad attestarsi a ridosso del Massiccio Centrale francese, abbandonando il territorio, ad eccezione della Sardegna, della Sicilia e del nord-ovest, coinvolti forse ancora da qualche precipitazione.

Non è però importante ora il dettaglio previsionale, che certamente cambierà, come accade quasi sempre nelle rare situazioni che vedono un vortice vagante attraversare a ritroso il Continente, ma recepire questo chiaro segnale d'autunno della circolazione atmosferica, che pare ormai abbastanza probabile, anche se ne va valutata l'intensità.

SINTESI PREVISIONALE sino a GIOVEDI 1° OTTOBRE:
venerdì 25:
 residua instabilità sul medio Adriatico con locali rovesci, nubi sparse al mattino anche sul nord-est e sulle restanti regioni adriatiche ma con fenomeni solo sporadici e con tendenza ad ulteriore miglioramento. Clima diurno mite e gradevole.

sabato 26 e domenica 27: parziali addensamenti su ovest Piemonte e Liguria con isolati rovesci pomeridiani, un po' di nubi sparse sul resto del nord, sul medio Adriatico e sulla dorsale appenninica con brevi acquazzoni possibili in locale sconfinamento verso le zone pianeggianti, specie in Toscana, per il resto un po' di sole. In Sardegna instabile con nuvolaglia e rischio di rovesci, in mare aperto e lungo la costa tra notte e primo mattino, nell'entroterra nel pomeriggio. Al sud parziali addensamenti con rischio di spunti temporaleschi sulla Sicilia, più sole altrove salvo addensamenti sparsi in Appennino e tra Molise e Puglia. Mite.

lunedi 28:  tempo simile ma con maggiore accentuazione delle correnti da est sull'Italia con maggiore nuvolaglia a ridosso dei rilievi prealpini, su ovest Valpadana e su medio Adriatico, ancora instabile sulle isole maggiori con brevi spunti temporaleschi.

martedì 29: 
arrivo di aria fresca da est nel corso della giornata su nord e centro con nubi in aumento al nord e al centro, specie a ridosso dei rilievi con qualche precipitazione, specie verso sera, rinforzo della ventilazione orientale; instabile al sud e sulle isole con rovesci sparsi e qualche temporale di origine marittima. Temperature in calo, specie al nord e sul medio Adriatico.

mercoledì 30:
al nord nuvoloso e freddo per la stagione con nubi in attenuazione dal pomeriggio, nubi irregolari anche al centro con fenomeni però più probabili in Sardegna e lungo la dorsale appenninica, instabile anche al sud con rovesci o temporali più probabili su Sicilia e Calabria. Temperature in ulteriore calo, specie al nord.

giovedì 1° ottobre:
da valutare la posizione del vortice per stabilirne le conseguenze sull'Italia ma probabile persistenza della  nuvolosità su nord-ovest e isole maggiori, schiarite altrove, temperature in lieve aumento.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum