Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: un treno in corsa carico di PIOGGIA, VENTO e NEVE

Settimana molto dinamica dal punto di vista atmosferico sull'Italia con molto vento, clima più freddo e in qualche caso anche la neve.

La sfera di cristallo - 9 Dicembre 2019, ore 16.00

Nei prossimi giorni l'Italia verrà attraversata da tre veloci perturbazioni. La prima sta interessando attualmente le regioni centrali e parte del nord; nelle prossime 24-36 ore darà i suoi massimi effetti al meridione e sul medio-basso Adriatico con nevicate in Appennino tra i 900 e i 1200 metri. 

Ecco le previsioni in simboli per la giornata di domani, martedi 10 dicembre: 

Gran sole al nord e sul medio-alto Tirreno per merito di venti secchi settentrionali. Piogge sparse e rovesci al sud, sul medio-basso Adriatico e sulla Sicilia settentrionale con nevicate in Appennino attorno ai 1000 metri. 

Protagonista anche il vento da nord, previsto forte su quasi tutta l'Italia, con i bacini marittimi in condizioni non ottimali; le temperature saranno in calo ad iniziare dalle regioni settentrionali. 

Mercoledi 11 dicembre sarà una giornata di tregua con gli ultimi episodi piovosi relegati all'estremo sud, ma in attenuazione nell'arco della giornata. Sarà comunque una mattinata piuttosto fredda al centro e al nord specie in caso di assenza di ventilazione. 

La seconda perturbazione, più debole, arriverà come un treno in corsa nella giornata di giovedi 12 dicembre. Ecco la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia nella giornata suddetta: 

Il grosso della perturbazione verrà bloccato oltralpe dove si prevedono abbondanti nevicate tra la Val d'Aosta e la Val d'Ossola. Qualche pioggia o rovescio sarà però possibile tra la Toscana, l'Emilia Romagna, parte dell'Umbria e sulle Marche. Quota neve piuttosto bassa al nord-est, in media sui 700-800 metri con occasionali intrusioni a quote più basse. 

Piovaschi o rovesci si attiveranno anche sulla Sardegna e tra il Cilento e la Calabria Tirrenica, animati da fori venti di Maestrale. Sul resto d'Italia tempo asciutto e in parte soleggiato. 

La terza perturbazione della serie arriverà a strettissimo giro, nella giornata di venerdi 13 dicembre. Ecco la mappa sinottica relativa alle ore centrali della giornata in parola: 

Il groviglio di isobare che accompagnerà il suddetto fronte significherà venti molto forti occidentali che metteranno i bacini di ponente in cattive condizioni. Bufere di neve sulle Alpi, con qualche sconfinamento nevoso portato fin sulla media e alta pianura padana. Rovesci sul Tirreno e poi al meridione, qui in un contesto mite. 

Sabato 14 dicembre avremo ancora nevicate sui rilievi alpini confinali e le ultime piogge al meridione, in un contesto molto mite e ventoso, mentre a partire da domenica 15 dicembre il tempo cambierà completamente aspetto: 

Il getto pazzo presente fino a sabato 14 dicembre tenderà a frenare e ad ondulare maggiormente. Una di queste ondulazioni offrirà un ventaglio di correnti meridionali al nostro Paese con piogge segnatamente al nord, unitamente a nevicate sulle Alpi sopra i 1500 metri. 

Un clima molto mite avvolgerà invece il centro e il meridione placando sia la forza di Eolo, sia la volontà da parte della natura di generare ulteriori fenomeni piovosi. 

FACENDO UN BREVE RIASSUNTO: Martedi 10 dicembre sarà una giornata molto instabile sul medio-basso Adriatico e al meridione con rovesci e neve sopra i 900-1100 metri in Appennino. Tutto sole invece al nord e sul Tirreno a parte le ultime nubi sulle Alpi in attenuazione. Attenzione ai venti forti settentrionali e alle temperature in moderato calo. 

Mercoledi 11 dicembre: giornata di tregua con gli ultimi fenomeni al sud in attenuazione, freddo al mattino, più mite di giorno, ventoso al sud. 

Giovedi 12 dicembre veloce passaggio perturbato al centro-nord nel corso della giornata con fenomeni su Toscana, Emilia Romagna, Marche e Umbria. Neve abbondante sulle Alpi di confine, sopra i 700-800 metri al nord-est. Ventoso e freddo. 

Venerdi 13 dicembre: giornata turbolenta, anzi quasi tempestosa in Italia: bufere di neve sulle Alpi, mari in cattive condizioni, mareggiate lungo le coste del Tirreno e in Sardegna, spruzzate di neve persino sulla media e alta val padana al mattino. Per il resto piogge e rovesci sparsi specie sul Tirreno. 

Sabato 14 dicembre: ancora neve sui rilievi alpini confinali, ultime piogge al meridione in attenuazione, per il resto variabile, mite e assai ventoso specie sulla Sardegna, dove i mari saranno in pessime condizioni. 

Tra domenica 15 e lunedi 16 dicembre orientamento delle correnti da sud; clima molto mite al centro e al sud, piovoso al nord con neve però solo oltre i 1500 metri. 

Controlla sempre le previsioni dettagliate e specifiche per la tua cittàcontinuamente aggiornate:

>>> ROMA
>>> MILANO
>>> NAPOLI
>>> altre località

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum