Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: saremo sfiorati dal GRANDE FREDDO, poi...

Il periodo di Capodanno sarà caratterizzato da un consistente raffreddamento che interesserà segnatamente i settori centro-orientali del nostro Continente. La colata fredda interesserà marginalmente anche l'Italia e sarà seguita da un peggioramento che porterà precipitazioni sparse su molte regioni (nevose in montagna) tra sabato 2 e domenica 3 gennaio.

La sfera di cristallo - 28 Dicembre 2015, ore 14.48

San Silvestro, oltre a dare il benvenuto al nuovo anno, porterà il GELO ad un passo da casa nostra; una colata fredda di matrice continentale che farà battere i denti a molti Paesi dell'Europa centro-orientale con epicentro nella zona del Mar Nero. Qui si prevedono isoterme a 1500 metri fino a -20°, che tenderanno a stemperarsi incedendo verso occidente.

La prima cartina ci mostra le temperature (a 1500 metri di altezza) attese su parte d'Europa nella giornata di giovedì 31 dicembre.

Si nota molto bene l'interessamento marginale della nostra Penisola, che verrà appena lambita dalla colata gelida, con valori (sempre a 1500 metri) di poco sotto lo zero. Notate il nocciolo freddo principale ubicato in prossimità dell'Anatolia, ma che si estenderà in maniera abbastanza agevole fino alla Penisola Balcanica.

Sull'Europa centro-occidentale agirà invece un lungo ponte anticiclonico, che veicolerà aria molto mite addirittura oltre il circolo polare artico, mentre le correnti perturbate atlantiche agiranno più ad ovest, in prossimità delle Isole Britanniche e della Scandinavia.

Niente freddo intenso sulla nostra Penisola, ma il tempo cambierà comunque aspetto. In sostanza, l'alta pressione leverà le tende dal Mediterraneo e il suo posto verrà occupato da una depressione mobile che tra sabato e domenica determinerà maltempo soprattutto al centro-nord (seconda figura a lato).

Arriveranno piogge in pianura, a spazzare i veleni che ancora aleggiano nelle nostre città, mentre in montagna si faranno strada beneauguranti nevicate, che in questo frangente saranno più intense sull'Appennino centro-settentrionale a scapito dell'arco alpino (tranne il settore delle Alpi Marittime).

La perturbazione si sposterà lentamente verso levante e nella giornata di lunedì 4 gennaio impegnerà maggiormente il centro-sud; il settentrione e l'alto Tirreno beneficeranno invece di qualche schiarita in un contesto asciutto e solo relativamente freddo.

L'aria fredda riuscirà a raggiungere l'Italia in seguito o resteremo ancora sotto l'influsso di correnti perturbate miti? Se volete delucidazioni sul tempo a lungo termine potete leggere la rubrica Fantameteo. Per il momento ecco la tendenza del tempo fino a lunedì 4 gennaio in Italia.

Martedì 29 dicembre: nubi al centro-nord, qualche pioggia possibile sulla Sardegna occidentale e in Liguria, banchi di nebbia sulle pianure del nord e lungo il versante adriatico, abbastanza buono il tempo altrove.

Mercoledì 30 dicembre bel tempo quasi ovunque a parte un po' di nubi sulle Alpi e in Adriatico, solo localmente associate a qualche precipitazione, lieve calo termico, ma ancora nel complesso mite.

Giovedì 31 dicembre e venerdì 1 gennaio: più freddo sull'Italia, specie lungo il versante adriatico. Nubi sparse ovunque, con schiarite e qualche precipitazione al meridione in via di attenuazione, ventoso ovunque, migliora la qualità dell'aria nelle città, assenza di nebbie.

Sabato 2 e domenica 3 gennaio: tempo perturbato al nord e al centro con piogge sparse e nevicate sull'Appennino centro-settentrionale a quote collinari, meno frequenti le nevicate sulle Alpi a parte il settore delle Alpi Marittime (dove invece le precipitazioni saranno insistenti). Nubi e fenomeni in lenta traslazione verso il meridione e contemporanea apertura di schiarite al nord, ad iniziare da ovest, nella giornata di domenica. Freddo moderato al centro-nord, mite al sud, ventoso ovunque, mari in condizioni non buone.

Lunedi 4 gennaio: ampie schiarite, in un contesto ventoso e solo relativamente freddo al nord, sulla Sardegna e lungo le regioni tirreniche. Instabile con piogge e nevicate in montagna lungo il versante adriatico e il meridione. Fenomeni in lenta attenuazione in serata.

Se metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook riceverai i nostri aggiornamenti meteo direttamente sulla tua bacheca di Facebook e potrai interagire con tutti gli altri nostri fan: https://www.facebook.com/MeteoLive 

 

 

 

 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.07: A24 Tratto Urbano

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Portonaccio - Galla Placidia (Km...…

h 18.06: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 5 km causa incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A15 Parma-La Spezia (Km. 102)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum