Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: occhi puntati su maltempo all'estremo sud ed irruzione artica di lunedì

Maltempo in arrivo sulle estreme regioni meridionali tra venerdì e sabato, poi domenica sera al nord con vento e temporali, lunedì sensibile calo termico, vento e neve sulle zone appenniniche sino a quote basse, specie sul medio Adriatico. Da mercoledì 15 parentesi anticiclonica.

La sfera di cristallo - 9 Novembre 2017, ore 15.05

Si rincorrono i vortici ciclonici nell'area mediterranea, un po' come dovrebbe succedere in ogni mese di novembre che si rispetti, quando sull'Italia è presente spesso un vero e proprio canale depressionario e le situazioni di maltempo si susseguono e quasi si "tamponano", un po' come sta succedendo in queste ore, in cui un nuovo nucleo freddo in quota ha alimentato un vortice che ormai stava per colmarsi.

Si rinnoveranno infatti sino a sabato condizioni di marcata instabilità sul Tirreno centrale e soprattutto meridionale, dando vita ad episodi temporaleschi anche di forte intensità tra la Sicilia, la Calabria, la Lucania meridionale e il Salento.

La breve tregua che interverrà tra sabato pomeriggio e domenica pomeriggio non deve illudere, perché si prepara a sfondare nel Mediterraneo una massa d'aria di origine artica marittima, in grado di far piombare il Paese quasi in condizioni invernali con largo anticipo.

Se ne accorgerà dapprima il nord nella serata di domenica, quando impetuosi venti da NNE sfonderanno nel catino padano favorendo l'insorgenza di rovesci e temporali su parte della Lombardia, il Triveneto e soprattutto l'Emilia-Romagna, che lunedì mattina sperimenterà anche nevicate a quote collinari in Appennino.

Nelle ore successive rovesci e temporali si sposteranno al centro e al sud, accompagnati da vento forte e rovesci di neve in Appennino a quote sempre più basse, ma che andranno localizzandosi presto sul medio Adriatico e sul meridione, dove insisteranno sino alle prime ore di mercoledì.

L'apporto nevoso in Appennino risulterà consistente, così come la piovosità sulle coste e in genere sulle zone pianeggianti delle zone coinvolte. Al nord e sulle regioni centrali tirreniche invece tornerà presto il sereno e, al calar del vento, nella notte su martedì al nord e in quella successiva anche al centro, interverranno le prime gelate stagionali, sia pure deboli, anche sulle zone di pianura.

La depressione da mercoledì tenderà a colmarsi, allontanandosi verso l'Egeo e solo al sud il tempo rimarrà ancora un po' instabile.

SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 16 NOVEMBRE:
venerdì 10 novembre
: al nord miglioramento, instabile al centro con rovesci in localizzazione sul medio Adriatico, migliora in Sardegna, peggioramento atteso al sud con piogge e temporali anche forti sulle regioni joniche. Temperature in aumento al nord nei valori massimi.

sabato 11 novembre: al nord parziali addensamenti in un contesto asciutto e almeno in parte soleggiato, salvo locali banchi di nebbia sulle zone pianeggianti. Al centro bel tempo salvo locali nebbie nelle valli nel primo mattino. Al sud ancora instabile sulle regioni joniche con temporali su Calabria e Salento, migliora dal pomeriggio, nubi sparse sui rimanenti settori. Temperature in lieve aumento.

domenica 12 novembre: dapprima abbastanza soleggiato ovunque, salvo locali nebbie sulle pianure del nord o nubi basse sulla Liguria. Con il passare delle ore peggioramento sui settori alpini di confine con nevicate intermittenti, in serata sfondamento di nubi, vento e precipitazioni sul catino padano, specie tra Lombardia, Triveneto ed Emilia-Romagna, poi Levante Ligure con rovesci o brevi temporali, in localizzazione sull'Emilia-Romagna, altrove nubi sparse in arrivo sulla Toscana, per il resto ancora soleggiato sino a sera.

lunedì 13 novembre: al mattino nuvolosità irregolare al nord, più compatta sull'Emilia-Romagna dove sono attese nevicate sino in collina e rovesci in pianura, rovesci e temporali in movimento rapido dal centro verso il sud del Paese, arrivo della neve sull'Appennino sottoforma di rovesci sparsi, dapprima con limite a 1000m, poi in collina su Marche ed Abruzzo, ventoso e freddo, dal pomeriggio rasserena al nord.
Netto calo termico. Mari molto mossi o agitati.

martedì 14 novembre: al nord soleggiato ma freddo con gelate nelle Alpi e qua e là anche sulle pianure, sul medio Adriatico instabile con rovesci anche nevosi a quote collinari, oltre i 600-800m nel pomeriggio, sulle centrali tirreniche schiarite ma ancora ventoso, spruzzate di neve su Reatino, Frusinate. Al sud instabile con rovesci o brevi temporali alternati a schiarite, neve in Appennino oltre i 1000m, a quote più basse sul Molise. Temperature in ulteriore lieve flessione.

mercoledì 15 novembre: graduale miglioramento ma ancora fenomeni residui al mattino su Abruzzo e meridione, sempre freddo al mattino con locali gelate anche alle basse quote ma soprattutto nelle vallate alpine ed appenniniche.

Giovedì 16 novembre: tregua di tempo più tranquillo, temperature in rialzo, specie in quota.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum