Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: il grande gelo agli sgoccioli, poi la NEVE al nord e su parte del centro, infine tanta pioggia in arrivo...

Addolcimento termico entro giovedì su gran parte d'Italia, tranne al nord, dove l'arrivo della neve manterrà ancora del freddo umido che verrà evacuato gradualmente nel corso del fine settimana, quando però giungeranno altre perturbazioni cariche di pioggia in rapido transito sulla Penisola.

La sfera di cristallo - 27 Febbraio 2018, ore 15.34

Sembra un po' di assistere al veloce disgelo del 17 dicembre del 1997, quando la neve arrivò su tutto il nord Italia, dopo un breve ingresso di correnti gelide da est (Mosca fece segnare un record storico di gelo con -28°C, il valore più basso registrato nell'ultimo secolo).

La differenza qui è che l'episodio gelido è stato altrettanto breve ma esteso a quasi tutta la Penisola, tranne su Sicilia e in parte Calabria, l'addolcimento sarà caratterizzato da nevicate un po' più consistenti ed estese anche a parte del centro e il seguito quasi sovrapponibile, con più perturbazioni in transito sull'Italia; diverse occasioni per assistere a precipitazioni in un contesto progressivamente più mite.

Intanto la neve: dove colpirà? Dapprima sul nord-ovest (tutto, coste liguri comprese), in parte anche su Toscana, Umbria, Lazio interno e Marche con fiocchi persino a Firenze nelle primissime ore di giovedì, poi su gran parte del nord, soprattutto Liguria, Emilia, medio-bassa Lombardia, basso Veneto (dove potremmo raggiungere accumulo anche di 15cm).

Venerdì al nord resisterà nelle prime ore ancora un po' di cuscino freddo, in grado di favorire ancora deboli nevicate sino in pianura all'arrivo di un secondo impulso in rapido transito da sud ovest verso nord-est, ma con fiocchi più probabili su ovest Lombardia e Piacentino, ed anche qualche episodio di pioggia congelantesi.

Sabato invece solo il Cuneese (ultima zona a veder sparire il freddo) si porterà a casa ancora neve, per il resto rapido passaggio piovoso un po' ovunque con neve mediamente oltre i 1000m sul resto delle Alpi e in un contesto mite al centro e al sud.

Domenica altra situazione simile e poi ancora tra lunedì e martedì. A pilotare tutti questi veloci impulsi un grosso vortice depressionario centrato a nord delle Alpi. Situazione autunnale o primaverile (leggetela come volete).

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 6 MARZO 2018:
mercoledì 28 febbraio 2018:
al mattino forti gelate su gran parte del territorio, specie al nord e al centro con prevalenza di schiarite, ma anche temporali nevosi locali sulla Liguria, rovesci di pioggia e neve in Sardegna, tendenti a pioggia, deboli nevicate ancora possibili lungo le coste del medio e basso Adriatico ma in esaurimento, poi peggioramento verso sera su medio ed alto Tirreno e nord-ovest con neve. Temperature in aumento al sud e in Sardegna, in parte anche in alta quota, stazionarie o quasi stazionarie negli strati medio bassi.

giovedì 1° marzo: risveglio bianco sino in pianura e sulla costa su tutto il nord-ovest e sulla Toscana, l'Umbria, le zone interne del Lazio, Marche, Abruzzo, Lucania, forse anche nord Puglia, asciutto sul resto del nord e sulle zone non citate. Temperature minime in generale aumento. Nel corso della giornata tutta pioggia al centro, asciutto al sud e mite, al nord neve sino in pianura, salvo sulla costa romagnola. Fiocchi più generosi su Emilia, Liguria, bassa Lombardia. In serata temporanea pausa sul nord-ovest, ancora un po' di neve su nord-est ed Emilia. Temperature massime in calo al nord, in aumento altrove, molto sensibile sulla Sicilia.

venerdì 2 marzo: al nord ancora nuvoloso con deboli nevicate intermittenti al mattino, in trasformazione in pioggia con il passare delle ore, anche qualche episodio di gelicidio, poi limite in collina, ma subito dopo miglioramento a partire da ovest, al centro nuvoloso con qualche pioggia sparsa, poi schiarite in un contesto mite, al sud parzialmente nuvoloso, asciutto e mite.

sabato 3 marzo: rapido passaggio di una perturbazione tra le 10 e le 17 sull'intero Paese ma con effetti più marcati dapprima sul Tirreno, poi sul nord-est, neve sino a 300m sul Cuneese, oltre i 600-900 sul resto dell'arco alpino. Temperature in aumento al nord, stazionarie o in lieve calo ma sempre miti altrove.

da domenica 4 marzo a martedì 6 marzo: altri possibili brevi passaggi perturbati associati a piogge in un contesto relativamente mite, neve solo sulle Alpi oltre i 1200m.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.18: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

incendio

Incendio a Svincolo Ginestra Fiorentina (Km. 15) in entrata in direzione Livorno dalle 19:13 del..…

h 19.16: A7 Milano-Genova

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Barriera Di Genova Ovest (Km. 132,8) in direzione Genova dalle 19:..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum